IL MIO EXPO IN SEDIA A ROTELLE

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in expo, viaggi senza barriere

Expo Milano 2015 a misura di disabile? Direi proprio di si, perlomeno per quello che ho potuto constatare durante la mia prima visita.

Mi sono recata al posteggio di Arese con la mia macchina: qui vi sono 220 posti auto riservati ai diversamente abili posizionati di fronte alla cassa in modo da non farci percorrere troppa strada con la sedia a rotelle. La prenotazione del parcheggio non è obbligatoria ed il posto risulta gratuito se ci si presenta al cassiere col certificato d’ invalidità e col tagliando per la macchina. Dopo aver compilato un modulo ci viene rilasciato un codice necessario per l’uscita. Proprio davanti alla cassa passano, a distanza di dieci-venti minuti l’una dall’altra, delle navette gratuite munite di pedana che conducono i visitatori all’entrata est Roserio. L’accesso all’ Esposizione Universale è preferenziale per le carrozzine e le donne incinta. Gli assi Cardo e Decumano su cui è costruita la struttura del sito si snodano su una pavimentazione liscia e pianeggiante dove si incontrano bagni per disabili.

Padiglioni esplorati:
Indonesia
Tema: Il palcoscenico del mondo. Una rappresentazione di casa indonesiana racconta il nesso tra l’ interconnessione degli agricoltori con le comunità di pescatori tramite uno strumento utilizzato per pescare, la Bubu, e il Lumburg, metodo tradizionale per immagazzinare il raccolto. Il simbolo di questo padiglione e’ rappresentato dal rinoceronte di Giava.
Per disabili: entrata pianeggiante ed uscita con rampe.
Per mangiare: buffet a 20 euro o fast food a 10 euro dove è possibile assaggiare quattro specialità tipiche assieme.

indonesia-expo-pamela

Giappone
Tema: Viaggiare verso la diversità armoniosa. Lungo il percorso, scaricando un’apposita app, si possono far apparire delle ricette giapponesi sul cellulare. Imperdibile il ristorante del futuro dove, accomodandosi, si pranza virtualmente. Cucinare in giapponese significa  maneggiare con cura.
Per disabili: entrata pianeggiante, ascensore interno ed uscita con rampa.
Per mangiare: cibo preparato da una catena specializzata in bocconcini di pesce e riso. Da 12 euro.

giappone-expo-milano-pamela

Argentina
Tema: L’Argentina ti nutre. È il Paese dell’America Latina che ha partecipato a più Esposizioni Universali. Il sito enfatizza i risultati raggiunti nel campo della tecnologia e dell’ innovazione. In mostra vi è una macchina che rappresenta dal lavoro manuale dell’uomo fino all’utilizzo di macchinari. Nelle pareti sono proiettate le storie dell’immigrazione dal dopo guerra ai giorni nostri.
Per disabili: entrata ed uscita con rampa o ascensore.
Per mangiare: panino con bistecca di carne 6 euro, spiedini di manzo 12 euro. Ampia scelta di vini.

expo-argentina-pamela

Ma la mia visita non finisce qui!

To be continued…

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”