MIGONE IN SCENA AL MANZONI DI MILANO

Scritto da Margherita Manara on . Postato in cinema

Con “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, Paolo Migone ci conduce con umorismo nel rapporto di coppia, visto come un incontro-scontro di personalità opposte e difficilmente complementari.

 

 

Milano, Italia. 
Paolo Migone conduce il monologo “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, in scena al teatro Manzoni di Milano dal 27 al 31 marzo.

Insomma uomo e donna costituiscono due mondi, spesso molto distanti, nella galassia umana. Due pianeti, che orbitano attorno a interessi e mete diverse. L’ “orbitare” quotidiano mostra attrazioni fatali ma anche interferenze magnetiche inconciliabili. Il titolo dello spettacolo del cabarettista toscano, (che con Carlo Neri mette in scena lo spettacolo) prende spunto dal saggio dello statunitense John Gray, psicologo specializzato nelle problematiche di coppia e delle differenze di genere. E pochi come Migone sanno parlare con umorismo del rapporto di coppia, visto come un incontro-scontro di personalità opposte e difficilmente complementari.

Paolo Migone ammette l’inferiorità del maschio, perdente nel match tra i sessi, vinto dalla sottile astuzia femminile. Il comico con l’occhio nero (glielo ha fatto la moglie ?) tiene la sua conferenza sui sessi enunciando “scientifiche” verità.  Indossando il malconcio camice da scienziato che è l’abituale maschera di scena del suo personaggio, l’attore si produce in noti stereoticpi,  ma con gli sketch sempre frizzanti e filosofici che costituiscono il clichè di Migone.

 

TEATRO MANZONI  
Via Manzoni, 42 – 20121 Milano
Per prevendita telefonica: numero verde 800 914 350
(Attivo da rete fissa, in orari di cassa)
Tel. 02 7636901 – Fax 02 76005471
Email: cassa@teatromanzoni.it
Dal martedì al sabato alle 20.45 durata 105 minuti senza intervallo.

 

Margherita Manara

 

Margherita Manara

Margherita Manara

Giornalista per passione, curiosa per natura, free lance per vocazione, ha collaborato con le principali testate nazionali di quotidiani e riviste specializzate. I suoi interessi spaziano dal turismo all’economia, dalla moda al tempo libero. Non teme la noia, costantemente alla continua ricerca di nuovi stimoli e del bello, che si può nascondere ovunque. Ama il mare d’inverno e la montagna d’estate, scoprire località nascoste e angoli d’arte, conoscere persone. La cose più belle sono condividere la tavola ma anche gioia e avversità con gli amici e l’affetto con i propri famigliari.