La capitale europea della cultura eccelle anche per la scenografica del suo territorio ricco di storia.

MATERA E IL TERRITORIO LUCANO

Scritto da Margherita Manara on . Postato in Cultura, Itinerari

La capitale europea della cultura eccelle anche per la scenografica del suo territorio ricco di storia.

La capitale europea della cultura eccelle anche per la scenografica del suo territorio ricco di storia e di suggestioni.

Milano, Italia.
La Capitale europea della cultura 2019, Matera, presenta il suo territorio. La città parla da sé delle sue peculiarità. Basta vedere una cartolina panoramica per rendersi conto di ciò che un centro abitato così suggestivo può riservare al visitatore.

Il contorno alla città è altrettanto ricco di sorprese, dalla costa Ionica all’interno. Tra queste si possono citare i Calanchi di Montalbano Jonico e la Magna Grecia di Policoro con il suo scenario archeologico, e i numerosi castelli che si ergono sulla regione a testimonianza della storia antica.

MONTALBANO IONICO RISERVA DEI CALANCHI
I calanchi sono profondi solchi naturali che tagliano il terreno. La morfologia della regione viene così incisa senza distinzione, tra boschi e macchia mediterranea, campi agricoli, e la spettacolare geologica del sito di Tempa Petrolla, uno spuntone roccioso su una spianata argillosa.

L’ambiente racchiude una riserva naturale dove, nella folta vegetazione vivono numerose specie animali, soprattutto uccelli. Per questo la Riserva dei Calanchi è riconosciuta dalla Comunità Europea come I.B.A. (Important Bird Area). Lo spazio è visitabile lungo i cosiddetti “giardini”, vale a dire mulattiere che attraversano il Parco Naturale collegando il borgo antico alla Val d’Agri, dal mare Ionio sino alle vette del Parco Nazionale del Pollino. Quest’area è nota per l’interesse dei suoi siti archeologici.

POLICORO, L’ANTICA ERACLEA DELLA MAGNA GRECIA
I migliori ingredienti per una bella vacanza al mare sono: acque cristalline, natura spettacolare e cultura. Policoro li racchiude tutti nel suo territorio. Qui si trovano ancora le rovine dell’antica città  Heraklea, polis della Magna Grecia.  La storia riporta che qui Pirro combatté l’esercito romano nel 280 a.C.. e il Museo Archeologico della Sirtide, che custodisce resti e reperti dell’antichità.  

Qui la pulizia del mare è certificata dalla Bandiera Blu. Le acque sono cristalline, profonde e al largo si avvistano spesso delfini. Sulla spiaggia di Policoro che, contrariamente ad altre spiagge ioniche è di sabbia fine e ciottoli, le tartarughe depongono le uova. Si trovano sia spiagge in concessione che libere. Il turista può trovare sistemazione tra le numerose strutture ricettive che offrono ospitalità a prezzi contenuti ed è il paradiso pei velisti.

Insomma la Lucania offre un mix di cultura, arte, ambiente e natura e tradizioni di sicuro valore.  Ambiente e natura completano l’offerta. Dalla vocazione agricola  del territorio derivano eccellenze  enogastronomiche.

Nel materano diversi imprenditori selezionano e distribuiscono prodotti prestigiosi come il Consorzio della prestigiosa fragola Candonga, le Cantine Crocco con i suoi vini pluripremiati da anni al Vinitaly, il Sementificio Scaraia, la pasta Senatore Cappelli, l’Associazione Bontà di Basilicata, le aziende ortofrutticole Ancona, l’azienda Terravecchia e la storica produttrice di prosecco, veneta, Canella, che dal mix di spumante e fragole lucane fa nascere il il cocktail Rossini, famoso in tutto il mondo. 
Margherita Manara

Info:
www.ceaicalanchi.com
www.policoro.gov.it/

Margherita Manara

Margherita Manara

Giornalista per passione, curiosa per natura, free lance per vocazione, ha collaborato con le principali testate nazionali di quotidiani e riviste specializzate. I suoi interessi spaziano dal turismo all’economia, dalla moda al tempo libero. Non teme la noia, costantemente alla continua ricerca di nuovi stimoli e del bello, che si può nascondere ovunque. Ama il mare d’inverno e la montagna d’estate, scoprire località nascoste e angoli d’arte, conoscere persone. La cose più belle sono condividere la tavola ma anche gioia e avversità con gli amici e l’affetto con i propri famigliari.