Lisbona alternativa in autunno: turismo fluviale e birdwatching

Lisbona alternativa in autunno: turismo fluviale e birdwatching

Scritto da Tiziano Argazzi on . Postato in Destinazioni, Spazi & Natura

Dopo una visita alla parte antica della capitale portoghese, ci si può concedere un viaggio lento nella Riserva Naturale dell’Estuario del fiume Tejo, tra birdwatching, passeggiate a cavallo e visita alle saline.

Lisbona. Portogallo
Lisbona, capitale del Portogallo, è una città dove antichi costumi e storia secolare si mescolano e convivono in modo perfetto con animazione culturale e innovazione tecnologica.

La capitale portoghese è anche una tra le città più ospitali al mondo ed è rinomata per le tante peculiarità culturali e storiche che meritano di essere apprezzate con calma.

Alla scoperta della parte antica di Lisbona

Ad esempio la Baixa, vicino al Tago (Rio Tejo in portoghese), il grande fiume che l’attraversa, è un quartiere tradizionale e autentico ed è l’unico che si sviluppa tutto in piano.

Si trova qui la piazza più spettacolare della città, la Praça do Comercio, con il maestoso Arco da Victoria da cui parte Rua Augusta. Un tempo strada dei mercanti è oggi la via commerciale e del passeggio più frequentata della città, con artisti di strada, pittori che mostrano i loro lavori, eleganti negozi dove cercare il regalo giusto e caratteristici cafè per una piacevole sosta pomeridiana.

Uno dei simboli di Lisbona è il Tram 28, che tocca i luoghi più belli della città. Sferraglia dal centro al quartiere del castello, sfiorando i muri delle case, immettendosi in vicoli claustrofobici dove le auto riescono miracolosamente a parcheggiare, quasi un gioco ad incastro.

Poi prosegue sovrastando l’Alfama, uno dei quartieri più antichi, che dall’alto è un labirinto di tetti rossi affacciato sul fiume Tago. Un groviglio di stradine, ripide scalinate, case vecchie sormontato dal Castello medievale di Sao Jorge, un complesso di giardini, camminamenti e vasche all’interno di mura moresche.

Arco do Tejo: l’altro lato di Lisbona

Proprio il Rio Tejo con il suo estuario e la vasta regione che lo circonda (l’Arco do Tejo)  presenta l’altra anima di Lisbona: quella campestre e tradizionale, dedita alle arti equestri, alla pesca, all’agricoltura e alle escursioni a piedi ed in bici.

Qui, si trova la Riserva Naturale dell’Estuario del Tago, una delle maggiori zone umide d’Europa, con paludi salmastre, canneti e saline habitat ideale per circa 250 specie faunistiche, in particolare volatili e di varie specie di pesci e crostacei. È un autentico paradiso per gli amanti dell’ornitologia, delle lunghe passeggiate in mezzo al verde, della quiete e degli sport nautici, principalmente canoa e vela. Invece per praticare kite, surf, windsurf e stand up paddle bisogna spingersi fino alla vicina Praia dos Moinhos. C’è anche una pista lunga cinque chilometri, riservata a pedoni e ciclisti, che parte dal centro di Lisbona e costeggia il fiume fino a Belem.

Rio Tejo un paradiso per gli amanti del  birdwatching

La stazione fluviale più importante e famosa di Lisbona è quella di Estação Sul Sueste, vicino a Terreiro do Paço, punto di riferimento nel collegamento tra le due sponde del Tejo. A Sul Sueste c’è anche il Centro Tejo, un’area aperta nel maggio del 2021 che offre esperienze 3D per l’interpretazione, la valorizzazione e la consapevolezza ambientale fra le due sponde del fiume.

Un modo divertente per vedere Lisbona è dal Rio Tejo a bordo di una delle tante barche che ogni giorno lo percorrono in lungo ed in largo. Durante il tragitto è facile avvistare aironi, anatre, avocette, piovanelli, pivieri dorati, otarde, galline prataiole, gheppi che si alternano ai rari grifoni di Rupelli o alla garza delle scogliere, anche se gli ospiti più attesi rimangono i fenicotteri rosa, che si alzano sulle acque del fiume offrendo uno spettacolo magico.

Un autentico paradiso per gli appassionati di birdwatching ma anche per chi si avvicina per la prima volta a questa entusiasmante attività. Tutto quello che bisogna fare è collegarsi con il sito internet di Evoa – Espaço de Visitação e Observação de Aves, l’associazione che organizza tour e attività di ogni tipo, dai classici tour guidati giornalieri a vere e proprie esperienze, come il Grand Tour che abbina birdwatching, passeggiate tra i campi e degustazioni di vino, fino alla sessione di avvistamento delle civette e ai workshop di fotografia. Nel sito di Evoa viene anche fornito il calendario delle escursioni con durata e prezzo di ognuna e le probabilità di avvistamento delle specie presenti,

L’oro bianco di Alcochete

Chi invece preferisce rimanere sulla terraferma può optare per una escursione a cavallo tra verdeggianti distese e piccoli corsi d’acqua oppure raggiungete Alcochete, uno dei maggiori centri di produzione di sale, l’oro bianco del Paese, un’attività ancora oggi importante, tanto che esiste una fondazione creata ad hoc, la Salinas do Samouco, che organizza, tra l’altro, visite guidate durante il weekend e spesso riserva sorprese. Un esempio? Il magico spettacolo offerto dai fenicotteri in volo, in cerca di un posto dove banchettare.

A 40 minuti dal centro di Lisbona, Alcochete è l’opzione perfetta per chi cerca ritmi lenti e desidera respirare la vera anima lusitana.

Tags: , ,

Tiziano Argazzi

Ferrarese DOC e da tanto tempo appassionato di viaggi. Viaggiare è una passione nata decenni fa che non accenna a diminuire ……anzi. Grande è sempre la gioia di partire per una nuova destinazione con la consapevolezza che la vita è un viaggio e chi viaggia vive almeno due, tre, dieci, cento volte. Viaggiare è conoscenza e confronto con culture, ambienti e persone diverse e per questo è “gioia di vivere”. Altrettanto grande è il piacere di documentare con parole ed immagini quanto visto. Per tale ragione da alcuni decenni mi diletto a scrivere di viaggi, vacanze e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Fino ad oggi ho privilegiato quel bellissimo Paese che è l’Italia e l’Europa con alcune (poche) puntate oltreoceano. Il giornalismo di viaggio è diventato parte della mia vita ed ogni articolo l’occasione ed il modo piacevole per trasmettere al lettore tutte quelle emozioni che fanno parte di ogni destinazione visitata