L'autunno dal finestrino. Si ripete l’incanto del Treno del Foliage

L’autunno dal finestrino. Si ripete l’incanto del Treno del Foliage

Scritto da Licia Zuzzaro on . Postato in Itinerari, Weekend

Ci sono percorsi ferroviari di particolare bellezza per il paesaggio che attraversano, tra questi troviamo il percorso della Ferrovia Vigezzina – Centovalli, storica linea che congiunge Italia e Svizzera, una delle ferrovie che l’autorevole Guida Lonely Planet nel 2018 ha selezionato tra le dieci più belle al mondo.

Domodossola, Locarno (Italia, Svizzera).
Dall’alto Piemonte un’esperienza di turismo ferroviario particolare. Ritorna infatti con l’autunno 2020 l’apprezzata proposta del Treno del Foliage sulla Ferrovia Vigezzina – Centovalli tra Piemonte e Canton Ticino (Svizzera). Da programmare dal 17 ottobre al 15 novembre, meglio nei giorni feriali.

Ci sono percorsi ferroviari di particolare bellezza per il paesaggio che attraversano. Tra le ferrovie che l’autorevole Guida Lonely Planet nel 2018 ha selezionato tra le dieci più belle al mondo non poteva certamente mancare la Ferrovia Vigezzina-Centovalli.

Il percorso della Ferrovia Vigezzina – Centovalli, storica linea che congiunge Italia e Svizzera dal 1923, si sviluppa per 52 km, lungo i quali ci si apriranno innanzi in una policromia impressionante, vedute spettacolari e scorci panoramici. Che i colori autunnali accenderanno per la sorpresa dei nostri occhi. Ma anche questa stessa ferrovia, opera dell’ingegno umano, è di per sé sorprendente con i suoi 83 ponti e 31 gallerie.

I treni che collegano Domodossola a Locarno, sulla sponda svizzera del Lago Maggiore, in poco meno di due ore, vengono non a caso scelti ogni anno, tra ottobre e novembre, da migliaia di passeggeri per ammirare i paesaggi infiammati dell’autunno.

Le proposte di turismo ferroviario sono sempre più apprezzate dagli italiani, come dimostra anche il successo delle iniziative promosse dalla Fondazione Ferrovie dello Stato Italiane. Questo sicuramente anche a seguito della necessità imposte dal Covid-19, che hanno fatto riscoprire i luoghi di prossimità.
Per questa ragione i treni che viaggiano nei week-end sono presi d’assalto.
Per viaggiare in maggior sicurezza e con più confort meglio allora programmare il viaggio nei giorni feriali. In alternativa, è anche possibile partire da Locarno o nel pomeriggio da Domodossola, pernottare a Locarno e rientrare il giorno successivo. In effetti sono diverse le possibilità per costruirsi il proprio tour, per un indimenticabile viaggio nell’autunno.


DAL LAGO MAGGIORE AL LAGO DI THUN
Se poi al foliage autunnale si vuole aggiungere l’incanto del lago, si può approfittare ancora delle ultime corse della proposta “Dal Lago Maggiore al Lago di Thun”, fino al 18 ottobre (con un risparmio del 70%). Un’escursione che abbina il viaggio in treno al battello, tra Italia e Svizzera. In questo caso si parte da Locarno alla volta di Domodossola (partenza alle 7.49) per raggiungere Thun con il Trenino Verde delle Alpi BLS. Dopo aver attraversato i quasi 20 km della Galleria del Sempione (che dal 1906 collega i due Paesi), superata Briga, e dopo il transito nei pressi di Frutigen, sull’imponente viadotto di Kander, nel Lötschberg, si approda a Thun. Da qui il programma, dopo una visita alla cittadina, prevede la partenza in battello per approdare a Spiez. Ritemprati dalla navigazione sul lago, si rientra a Domodossola, dove ci si può concedere una pausa nella sempre accogliente cornice di piazza Mercato. Il tour si conclude con il rientro a Locarno.

INFO:
Treno del Foliage
I biglietti validi dal 17 ottobre al 15 novembre sono in vendita sul sito (prezzo già inclusivo di prenotazione posto e supplemento per carrozze panoramiche). Il biglietto è valido uno o due giorni e prevede un viaggio a/r sull’intera linea, con la possibilità di effettuare una sosta intermedia nel viaggio di andata o ritorno, per poter visitare una delle affascinanti località che costellano il percorso ferroviario. Tra queste ricordiamo Santa Maria Maggiore, Re, Intragna.

Una piccola sorpresa introdotta nel 2020: il biglietto include (per ogni passeggero adulto) un buono di 5 franchi svizzeri per ritirare un omaggio presso il piccolo mercatino di prodotti locali allestito nei pressi della stazione ferroviaria di Locarno che si svolge tutti i giorni (dalle 10 alle 17).

Naturalmente è obbligatoria la prenotazione dei posti a sedere e indossare la mascherina per tutto il tempo del viaggio.

Dal Lago Maggiore al Lago di Thun (fino al 18 ottobre 2020)

Licia Zuzzaro

Licia Zuzzaro

Viaggiare responsabilmente. Rispettando l’ambiente, le persone che si incontrano per la via, il vasto patrimonio culturale, materiale e immateriale. Scrivere di turismo è, soprattutto, specialmente oggi, una grande responsabilità. Ma anche gioia, passione, divertimento. Forse la laurea in Lingue e Letterature straniere e anni di collaborazione con diverse testate hanno contribuito ad affinare una predisposizione naturale alla sorpresa e all’emozione di fronte al nuovo e al diverso, prima che questi sentimenti diventino testo scritto. Amo in particolare raccontare esperienze di viaggio vissute in città e territori vicini e lontani, da raggiungere possibilmente in treno.