Inglese: lingua necessaria per il comparto turistico

Scritto da Redazione on . Postato in Turismo

Il comparto turistico riparte ed è subito botto. Sono milioni le richieste per l’incoming italiano e l’outcoming torna ad essere importante. Le agenzie viaggi riprendono a respirare dopo due anni veramente particolari. E’ in un quadro simile che finalmente si torna ad avere necessità di personale e trovarlo è diventato davvero complicato. Una delle competenze base per lavorare in agenzia, qualsiasi sia il ruolo richiesto, sono le competenze linguistiche per questo motivo è consigliabile tenere in allenamento le conoscenze attraverso un insegnante d’inglese online, una soluzione personalizzabile di altissimo livello proposta da EF English Live in particolare per professionisti e lavoratori.

Come lavorare in agenzia viaggi
Le opportunità sono tantissime ed è bene iniziare subito: già dopo il diploma è possibile intraprendere i percorsi giusti. Con una maturità linguistica o un diploma tecnico commerciale ad indirizzo aziendale o turistico si aprono strade interessanti per stage e tirocini. Il rapporto con i tour operators o con i gestori di hotel e quanto altro è quasi tutto in lingua inglese così come i sistemi operativi per questo motivo tenere in esercizio le conversazioni in lingua inglese diventa necessario. Avere i titoli giusti come una laura in economia del turismo o una delle tante specialità messe in campo dalle università italiane sicuramente agevola l’ingaggio in una agenzia: ora come ora può persino essere il giusto investimento. Superata la crisi sanitaria si riprende a viaggiare ed i dati sono già molto positivi.

Lavorare nel turismo: competenze linguistiche un must have
Per poter lavorare nel comparto turistico, tutto, ciò che servono sono le competenze linguistiche: poter scrivere o dialogare nella lingua del commercio diventa fondamentale quando si intraprende una carriera dedicata al mondo del turismo. Dal cameriere allo chef passando alla governante per arrivare all’agente di viaggio la lingua inglese è una priorità. Sappiamo bene che il settore turistico offre tantissime possibilità d’impiego, molto diverse fra loro, ognuno presuppone skill differenti, ma tutte, proprio tutte, hanno in comune: la conoscenza delle lingue straniere e tra di esse il livello alto se non altissimo della lingua inglese sia scritta che parlata. Persino le guide o chi lavora in un info point deve essere in grado di dialogare, scrivere, comunicare in lingua inglese.
Conoscere le lingue è necessario se non obbligatorio per i lavoratori del settore turistico ma è cosa certa, le lingue hanno un valore culturale oltre che un valore economico, chi conosce almeno una lingua straniera ha una apertura mentale differente. In Italia, purtroppo, sebbene tutti sappiano quanto sia importante conoscere la lingua inglese, ancora oggi non tutti si interessano a migliorare le competenze, nonostante sia possibile studiare persino con la nuova ed innovativa formula a distanza proposta da EF English Live. Ad oggi una delle maggiori difficoltà per le società che cercano dipendenti continua ad essere quella di personale in grado di avere un livello linguistico alto ed avere competenze sulla lingua inglese pari o simili a quelle di un madrelingua.