Il “Mangiastorie” approda nel Fermano: Buon Viaggio, Buon Appetito, Buone Marche!

Il “Mangiastorie” approda nel Fermano: Buon Viaggio, Buon Appetito, Buone Marche!

Scritto da Sara Scattolini on . Postato in Food&Drink

L’ultima tappa del tour marchigiano “Il Mangiastorie” ci porta nel Fermano, una terra attraente, un concentrato di tesori da scoprire e da assaporare.

Porto San Giorgio (FM), Italia

La bellezza della cucina territoriale

È il momento di assaporare altri due piccoli gioielli del Fermano: Torre di Palme e Porto San Giorgio. Questa volta scopriamo il ristorante L’Arcade, stella Michelin 2022 dello Chef Nikita Sergeev che ci confida uno dei suoi segreti:  “Ogni città ha il suo profumo che nel piatto diventa un vero e proprio ingrediente. Questa è la bellezza della cucina, deve essere territoriale.”

Nelle mazzancolle assaggiamo il vento che soffia dall’Adriatico, nei limoni ritroviamo Torre di Palme e i suoi profumi agrumati. Ogni ricetta diventa quindi crocevia di culture ed emozioni.

Sapori che coccolano il palato e si trasformano in esperienze evocative grazie alla creatività e alla maestria di chi con equilibrio e passione li trasforma in eccellenze.

Siamo in un territorio dove le colline, cosparse di borghi medievali, digradano dolcemente verso la costa; il Fermano è come uno scrigno d’arte, ricco di storia e di natura, un territorio sorprendentemente affascinante.

Ristorante L’Arcade

Arcade, come il portico su cui spalanca i battenti. Sono appena sette i tavoli apparecchiati dentro il ristorante, in stile classico ed elegante. Al termine di 4 mesi di lavori, che hanno totalmente rinnovato i locali, Ekaterina ne ha curato l’allestimento, scegliendo tonalità crema e tovaglie bianche che raccolgono la luce diffusa; sul pavimento lo specchio del parquet, alle pareti un’elegante spatolatura.

Per Informazioni

www.ristorantelarcade.it

www.ilmangiastorie.it

Sara Scattolini

Marchigiana doc, nata e cresciuta in una piccola cittadina che affaccia sul mare, elemento indispensabile per la sua crescita, il porto sicuro dove rifugiarsi per ritrovare attimi di serenità. Curiosa per natura e appassionata di fotografia, le piace pensare che c’è sempre del bello da scoprire dietro l’angolo e magari immortalare quel ricordo per catturare l’emozione vissuta. L’amore per i viaggi resta la sua più grande passione, nata fin da piccola quando con la famiglia trascorreva le vacanze estive in campeggio in mezzo alla natura e si è consolidata negli anni delle superiori quando nel percorso formativo turistico progettava itinerari in giro per il mondo per clienti virtuali. Ispirandosi al Dalai Lama, uno dei suoi principi chiave è “una volta l’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima”, che non significa necessariamente prendere un aereo e attraversare l’oceano: ammirare un tramonto da mille sfumature seduti su una spiaggia di ciottoli bianchi vicino casa sa emozionare quanto un safari in Kenya o una notte nel deserto di Dubai, basta solamente riscoprire la vera essenza del viaggiatore.