Grazie, Salone del Mobile di Milano

Grazie, Salone del Mobile di Milano

Scritto da Margherita Manara on . Postato in Appuntamenti, Spazi & Natura

Milano dal 6 al 12 giugno ha ospitato il Salone del Mobile.

Milano, Italia.
Una parentesi felice dopo anni di restrizioni. Da troppo tempo Milano non appariva così bella, sorprendentemente vivace e tanto affollata. Il Salone del Mobile ha portato turismo e business restituendo alla città operosa il suo posto. Le strade, piene e rivitalizzate sono apparse splendide di luci e di eventi del Fuorisalone sovraffollati. La città si è rivelata un vero centro cosmopolita Il bello del design ma anche sorrisi eleganza, moda, spettacolo hanno finalmente alla ribalta in un modo e con un’intensità che pareva dimenticata.  Occorre forse riportare la memoria agli anni ruggenti della Milano da Bere per vedere tanta energia. Milano si è presentata al meglio, utilizzando tutto il suo orgoglio di capitale economica d’Italia nonché di riferimento culturale e propositivo. L’Italian style ha dato alte prove qualitative.

Un apostrofo rosa tra le parole business

Ordine, signorilità, efficienza accoglienza sapiente sono elementi fondamentali del DNA italiano in generale e milanese in particolare. Il serioso carattere meneghino, chino sul lavoro, è stato pronto ad aprirsi al sorriso più comunicativo ed estroverso, capace di stupire con stile, di raccontare il connubio tra arte e lavoro.

Negozi, angoli di strada, quartieri nuovi e di tradizione, parchi cittadini si sono aperti al design e alle sue esibizioni in una settimana memorabile, allestendo spazi improvvisati nel tempo ma sapientemente studiati nel modo.

Una settimana di entusiasmo che ha ispirato tanta speranza, si spera ben riposta.

Margherita Manara

Giornalista per passione, curiosa per natura, free lance per vocazione, ha collaborato con le principali testate nazionali di quotidiani e riviste specializzate. I suoi interessi spaziano dal turismo all’economia, dalla moda al tempo libero. Non teme la noia, costantemente alla continua ricerca di nuovi stimoli e del bello, che si può nascondere ovunque. Ama il mare d’inverno e la montagna d’estate, scoprire località nascoste e angoli d’arte, conoscere persone. La cose più belle sono condividere la tavola ma anche gioia e avversità con gli amici e l’affetto con i propri famigliari.