DICEMBRE A PARIGI

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Cinque giorni a Parigi per il Ponte dell’Immacolata!

parigi-viaggi-senza-barriere-pamela4Parigi, capitale francese situata sulle rive della Senna, è la città dell’amore per eccellenza ed è nota in tutto il mondo come la ville lumière. Secondo un sondaggio, risulta essere la città più visitata al mondo. Da ragazzina sognavo di andarci per due motivi ben precisi: primo, per salire sulla famosissima Tour Eiffel, e secondo per andare in visita alla tomba di Jim Morrison, uno dei miei miti dell’epoca! A distanza di parecchi anni sono riuscita ad esaudire entrambi questi miei desideri adolescenziali.

Essendo in sedia a rotelle ho avuto la priorità per salire sulla Tour Eiffel, evitando così la lunga coda che si era formata all’ingresso. Con gli ascensori raggiunsi il secondo piano dove, da una terrazza all’aperto, si ammira il fantastico panorama della città. Era sera inoltrata e la visuale era contornata da un insieme di luci che rendevano il tutto, se possibile, ancora più bello. Fui però impossibilitata ad accedere alla cima della torre in quanto, da quel piano, vi è una rampa di scale da percorrere per prendere gli ascensori successivi. Ma il mio obbiettivo era stato raggiunto dato che, lo scenario visibile dal secondo piano è lo stesso di quello della cima.

Ho fatto invece più fatica a spingermi fino alla tomba di Jim Morrison custodita nel cimitero di Père-Lachaise. Prima di tutto è enorme, talmente grande da usare una mappa per cercare le tombe alle quali si desidera far visita. Questo cimitero è di fama mondiale per i personaggi famosi che vi sono sepolti tra cui Oscar Wilde, Modigliani, Chopin, Callas, Balzac e molti altri. La pavimentazione secolare è composta da grossi ciottoli irregolari che mi fecero fare una fatica enorme percorrendola in sedia a rotelle. Ma non avevo altra scelta perché era troppo il desiderio di arrivare fino alla tomba del mio mito giovanile del rock… Chi la dura la vince!

Proprio a Parigi hanno mosso i primi passi le più grandi firme della moda internazionale. La città è assai influente in questo settore tanto da venire soprannominata la capitale della moda. I negozi di lusso e le boutique più esclusive si snodano lungo gli Champs-Elysées, viale rinomato per fascino ed eleganza che costituisce una delle passeggiate più celebri al mondo. In questo periodo dell’anno, all’inizio del viale, ci sono diversi mercatini natalizi che, tra le altre cose, servono il vin brulé per aiutare le persone a riscaldarsi per affrontare meglio la lunga strada che termina con l’Arch de Triomph, uno dei simboli parigini nonché importante monumento della città.

parigi-viaggi-senza-barriere-pamela6

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Cosa vedere
Il Museo d’Orsey, celebre per i capolavori dell’impressionismo. Cattedrale di Notre-Dame, principale luogo di culto cattolico e sede vescovile dell’arcidiocesi di Parigi. Basilica del Sacro Cuore, altra chiesa cattolica che troneggia sulla città. La basilica si trova all’interno del quartiere di Montmartre, ubicato su una collina e punto più alto della città. Place de la Concorde, la più grande piazza francese dopo la Place des Quinconces di Bordeaux. Quartiere Latino, che prende il nome dal latino che si insegnava nelle scuole e nelle università medievali che vi hanno sede.

Imperdibile
Museo del Louvre, che ha preso il nome dal palazzo che lo ospita. Tra le tele di maggior rilevanza vi sono la Gioconda di Leonardo da Vinci e la Venere di Milo di Alessandro di Antiochia. Teatro Moulin Rouge, famoso cabaret tempio del Cancan. I soldi del biglietto sono pienamente ripagati dalle esilaranti esibizioni. Sante Chapelle, uno dei monumenti più belli ed importanti dell’architettura gotica.

parigi-viaggi-senza-barriere-pamela3

Dove dormire
Hotel Campanile Bastille, situato in una zona centrale a circa 500 metri dalla famosa Piazza della Bastiglia e 150 metri dalla stazione metropolitana di Che in Vert. Una breve passeggiata porta alla vivace zona di Marais, ricca di ristoranti, caffè e negozi.

Dove mangiare
Ristorante Seb’on, tipica cucina francese, servizio curato ed ambiente intimo e rilassante. Consiglio di prenotarlo dall’Italia. Le Bistrot Lorette, per assaggiare gustosi piatti con straordinari accostamenti di sapori ed ingredienti.

Accessibilità in sedia a rotelle
Parigi non è semplicissima da girare per un disabile. Essendo una città molto antica le metropolitane ed i mezzi pubblici non risultano molto accessibili. Ma è una meta che si può fare tranquillamente, basta avere qualche accorgimento ed organizzarsi al meglio prima di partire.

Concludo invitandovi a continuare ad andare a Parigi. Non facciamoci spaventare dai brutti avvenimenti che hanno colpito recentemente la capitale della Francia. Le sue bellezze sono tante e sarebbe un peccato non dedicargli, almeno una volta nella vita, una visita. I francesi hanno bisogno di noi… In più, nel periodo natalizio, gli addobbi e le luci la fanno apparire ancora più straordinaria! Au Revoir Paris!

parigi-viaggi-senza-barriere-pamela

Per un viaggio a Parigi tutte le info su RendezVousenFrance.com.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”