COPENAGHEN E DINTORNI

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Copenaghen è la capitale nonché la città più popolosa della Danimarca. Essendo situata sulle isole Sjaelland e Amager è solitamente ventosa e la bassa pressione proveniente dall’Oceano Atlantico influenza il clima che è spesso instabile. Ciò nonostante vale assolutamente la pena di essere visitata!

La considero la città delle biciclette per eccellenza in quanto la bici è il mezzo più usato sia dagli abitanti del posto che dai turisti che la scelgono per girare la città e per sentirsi dei veri danesi. Consiglio di fare molta attenzione camminando a piedi perché le biciclette sfrecciano da ogni lato e si rischia di essere travolti. Inoltre bisogna dar loro la precedenza, stando anche attenti a non occupare le numerose piste ciclabili che costeggiano le strade.

49

La parte più conosciuta, visitata e riprodotta in foto della città è quella appartenente al canale di Nyhavn. Un tempo fu il porto vecchio della città ed è sempre stato rifugio di marinai e scrittori. E proprio qui vi abitò anche il famosissimo Andersen. Tutto il flusso turistico giunge a Nyhavn per ammirare le coloratissime case in stile danese che si affacciano sulle rive del canale e gli edifici settecenteschi che ospitano taverne e ristoranti. Suggerisco di effettuare il giro sul battello che naviga il canale. Un disabile in sedia a rotelle come me si deve far aiutare in quanto la barca non è molto accessibile e per accedervi si incontrano degli scalini. La navigazione del canale è molto bella ed interessante anche per vedere meglio il Teatro dell’Opera, il sottomarino nero, alcune navi mercantili e per scorgere dettagli impossibili da captare per terra.

100

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Gli imperdibile
La sirenetta, nonostante sia piccola di dimensioni rimane il simbolo di Copenaghen – il cambio della guardia all’esterno dei Palazzi Reali. Tutti i giorni a mezzogiorno!
I giardini di Tivoli, famoso parco dei divertimenti. Ogni anno chiude dopo l’estate per restauro e riapre in Ottobre.
Il quartiere di Christiansborg col palazzo sede del parlamento danese, gli uffici del primo ministro e della corte suprema di Danimarca.
Ultimo, ma non per importanza, il Museo della Birra Carlsberg che permette di scoprire le tecniche di produzione antiche e moderne di questa bevanda amata da molte persone.

214

Accessibilità in sedia a rotelle
Sono rimasta piacevolmente stupita di constatare che tutti i mezzi pubblici sono accessibili a disabili. I treni sono comodi, puntuali e non vi sono barriere per accedervi. Anche i pullman che girano in città sono muniti di pedana rialzate. Contrariamente a questo sono rimasta delusa riguardo i marciapiedi, tutti o quasi senza rampa. I locali come bar e ristoranti sono piuttosto caratteristici e datati, difficile quindi trovare rampe d’accesso o bagni per disabili.

196

Nei dintorni
Dalla stazione centrale di Copenaghen, in treno, si possono raggiungere due cittadine spettacolari. La prima è Elsinore, distante solo quattro km di mare dalla Svezia. L’attrazione principale è il Castello di Kronborg, reso famoso in tutto il mondo da Shakespeare che vi ambientò l’Amleto nel 1600. La seconda è quella di Roskilde, antica città medievale di impronta vichinga. Qui spicca la sua bellissima Cattedrale, che è ritenuta una della migliori della Danimarca e il Museo delle Navi Vichinghe.

141

Dove mangiare
Ristorante Mormors, in cento città con vista sulla strada.
Ristorante Hercegovina, nei pressi dei Giardini di Tivoli.
Brasserie Krobe B a Elsinore, all’interno del Castello di Kronborg. Una delle proprietarie di quest’ultimo, Kimmie, mi ha gentilmente rilasciato un’intervista nella quale spiega che, a suo parere, i mesi migliori per visitare la Danimarca sono quelli primaverili ed estivi quando si può mangiare all’aria aperta e le persone hanno la possibilità di fare più cose rispetto ai mesi invernali. Ci indica anche quali sono i cibi tipici danesi che vanno per la maggiore: Smorrebrod, ovvero sandwich aperti farciti con pesce, carne, uova o formaggi, Fritadder med Kartoffelsalat, polpette di carne con insalata di patate, Fried pork with potato and persille sauce, maiale fritto sempre accompagnato da salsine e patate.

33

Dove dormire
Tivoli Hotel, nel cuore della città e a soli dieci minuti a piedi dalla Stazione Centrale. L’Hotel propone una piscina, una palestra, una sauna e lo Sky Bar, posto al 12 esimo piano e dotato di una vista panoramica. Disponibili spazi per conferenze e per riunioni all’avanguardia.

Copenaghen risulta una città pulita, ordinata e facile da visitare!

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”