BARCELLONA, È FESTA MAJOR DE GRÀCIA

Scritto da Francesca M. Ferrari on . Postato in Appuntamenti, Weekend

A Gràcia, il quartiere boho chic di barcellona, una settimana di festa per quello che è considerato il carnevale della città. Un festival di strada, tra concerti, mostre e tanta tradizione. Fino al 21 agosto. Aspettando la festa della città del 24 settembre.

Barcellona, Spagna
gracia-barcellona-350Galeotta Barcellona per Penelope Cruz e Javier Bardem. È sul set di Vicky Cristina Barcelona, diretti da Woody Allen, che rinasce la passione tra i due attori, dopo il loro primo amore ai tempi di Prosciutto, Prosciutto di Bigas Luna. Una Barcellona d’estate, quella del film, forse il più sensuale, del regista americano. Ma Barcellona non è una. Sono tante. È la città di Gaudí, quella di Picasso, di Miró, di Hemingway. Quella di Zafon, che ha affascinato i suoi lettori con le atmosfere cupe e misteriose de L‘ombra del vento.

Barcellona, si sa, è sempre effervescente. Calda e placida, dinamica e sempre nuova, stupisce e non si ferma mai. Tra arte, storia e cultura, un perfetto mix di movida spagnola e di tradizione catalana.

In agosto, come sempre e quest’anno dal 15 al 21, l’appuntamento da non perdere è quello con la Festa Major de Gràcia. Il quartiere bohémien di Barcellona. Trendy e tradizionale allo stesso tempo. Pieno di artisti, caffè e ristoranti. Come quelli di Plaça de la Vila de Gràcia, uno degli angoli più affascinanti insieme a Plaça del Sol. Ma anche il quartiere chic. A pochi passi dal Passeig de Gràcia, con l’ombra dei suoi alti alberi, le grandi griffe e le case museo di Gaudi.

Una grande festa del Barrio che è considerata il Carnevale di Barcellona. Suoni, luci, colori e profumi inondano le vie, i vicoli e le piazze di Gràcia. Sfilano carri, angeli e demoni, draghi che bruciano, fuochi di ogni tipo. Le strade si vestono a festa e competono tra loro per le migliori decorazioni. Il calendario è ricco di eventi e iniziative.

Da non perdere l’emozione di assistere ai Castells, tra le manifestazioni culturali più singolari e appassionanti. Tutta la piazza trattiene il respiro, solo rullo di tamburi, mentre vengono costruite vere torri umane, alte fino a nove o dieci piani. Nati in Catalogna più di duecento anni fa, i Castells sono stati trasmessi di generazione in generazione. Accompagnati dal motto identificativo forza, equilibrio, coraggio e buonsenso. E dalla Catalogna sono diventati universali. Dal 2010 l’UNESCO li ha inseriti nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. E poi le danze. Come la Sardana, il ballo circolare tradizionale della Catalogna e tipico di Barcellona, simbolo culturale di unità e orgoglio per i catalani.

gracias-barcellona-libri-700

Non mancano stand enogastronomici e di artigianato locale. Musica dal vivo ed esposizioni come il MozAart Mueum. Un museo a cielo aperto e un viaggio nell’arte contemporanea e non, con la riproposizione di opere di grandi artisti da Arcimboldo a Picasso, solo per citarne alcuni.

E la festa, parafrasando Hemingway, è mobile. Dopo la Festa Major de Gràcia, infatti, la festa si sposterà di quartiere in quartiere attraversando tutta Barcellona. In attesa del grande appuntamento del 24 settembre con la Festa della Città di Barcellona, La Mercè, dedicata alla patrona della città.

Dove: Barcellona. Quartiere di Gràcia. Fermata Fontana della linea verde L3.
Quando: dal 15 al 21 agosto 2015
Info: Festa Major de Gràcia

Francesca M. Ferrari
francesca@agendaviaggi.com

Francesca M. Ferrari

Francesca M. Ferrari

Profondamente milanese, di nascita e origine, divide il suo tempo libero tra il levante ligure e la costa azzurra. I luoghi del cuore, dove si trova a casa. Il primo viaggio importante, come il primo amore, non si scorda mai. New York per lei. L’America a vent’anni le ha dato la sensazione di entrare in un mondo nuovo. La Grande Mela le ha dato la sensazione di conoscerla da sempre, complici tutti i film di Woody Allen di cui è da sempre appassionata. Adora Parigi, Londra e Berlino. In Agenda Viaggi ha trovato il luogo dove coniugare le sue due grandi passioni: viaggiare e scrivere.