Arriva il Gran Tour delle Marche: oltre 25 tappe alla scoperta delle “tipicità” marchigiane

Arriva il Gran Tour delle Marche: oltre 25 tappe alla scoperta delle “tipicità” marchigiane

Scritto da Sara Scattolini on . Postato in Appuntamenti, Turismo

Dal 14 maggio torna il Gran Tour delle Marche 2022, quest’anno totalmente in presenza. Un “endless experience” alla scoperta della vera anima delle Marche: un viaggio tra luoghi autentici, percorsi tematici della tradizione marchigiana assaporando le eccellenze enogastronomiche del territorio.

Marche, Italia.
Le parole del Presidente Francesco Acquaroli alla presentazione del Gran Tour delle Marche 2022

Martedì 3 maggio, alla presenza del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, sono state svelate le tappe del circuito del Gran Tour delle Marche che diviene “bussola esperienziale”: una piattaforma che funge da riferimento permanente per gli amanti delle esperienze immersive, autentiche e genuine (www.tipicitaexperience.it).

“La Regione è vicina a Tipicità, perché Tipicità non rappresenta solo la storia, ma anche il futuro del nostro territorio!” ha affermato il presidente Francesco Acquaroli, che ha aggiunto: “Tornare in presenza è importante e nel Grand Tour vedo capacità di stare insieme, grande attenzione alla destagionalizzazione, esaltazione delle unicità marchigiane”. Acquaroli ha anche detto che: “Tipicità rappresenta un esempio importante di come si può fare sinergia mantenendo le identità. Questo è fondamentale in una regione, come la nostra, dove prevalgono le piccole dimensioni, che non sono sinonimo di poca qualità, ma di eccellenza e peculiarità. Solo facendo sinergia possiamo vincere la sfida dei mercati internazionali e dell’affettività nei confronti dei nostri territori!”.

Il Gran Tour come un contenitore di diversità che diventano attrazioni turistiche

“Nato nove anni fa per supportare EXPO 2015 con proposte di accoglienza locali – ricorda Angelo Serri, direttore di Tipicità – nel tempo il Grand Tour delle Marche ha creato una “comunità” regionale più capace di accogliere, che si è messa in gioco, ha sperimentato, è cresciuta, è migliorata nelle proposte. Da suggerimento per il fine settimana a proposta “endless” valida tutto l’anno. Le tappe del Grand Tour sono il momento clou di una proposta di accoglienza permanente”.

Paolo Calcinaro, sindaco di Fermo e vicepresidente di ANCI Marche, ha ribadito che il Grand Tour è il contenitore che consente ai Comuni delle Marche di lavorare insieme valorizzando, comunque, le rispettive diversità, che divengono attrazioni turistiche.

Un impronta ambientale fondamentale nel programma del Gran Tour delle Marche

Gianluca Gregori, Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, ha sottolineato: “Siamo piccoli e da soli non possiamo vincere. Il Grand Tour delle Marche ha avuto la capacità di integrare l’eterogeneità e questo è ciò che chiede il turismo internazionale. Gli eventi sono fondamentali e dobbiamo essere in grado di misurarne i risultati per migliorare sempre più”. “È importante che la rete di Tipicità e del Grand Tour delle Marche comprenda anche gli Atenei. L’Università di Camerino è sempre presente con il suo sostegno culturale e scientifico alle iniziative importanti per il territorio!”, ha affermato Graziano Leoni, prorettore vicario dell’Università di Camerino.

Massimo Cupillari, Wealth advisor del partner progettuale Banca Mediolanum, ha puntualizzato: “L’impronta ambientale è fondamentale perché il territorio sia percepito come un sistema di qualità complessivo ed Il Grand Tour delle Marche sviluppa delle “sfide” al cambiamento climatico con la app selezionata dalle Nazioni Unite contro il climate changing. Stimolare comportanti individuali che divengono abitudini virtuose di tutta una comunità è l’obiettivo di questa operazione”.

Il Grand Tour delle Marche è proposto dall’organizzazione di Tipicità ed ANCI Marche, in collaborazione con Regione Marche, Comuni ed Unioni Montane aderenti al circuito, gli Atenei di Ancona, Camerino e Macerata, ed un cospicuo gruppo di imprenditori partner.

Info e tappe del programma

www.tipicitaexperience.it

Sara Scattolini

Marchigiana doc, nata e cresciuta in una piccola cittadina che affaccia sul mare, elemento indispensabile per la sua crescita, il porto sicuro dove rifugiarsi per ritrovare attimi di serenità. Curiosa per natura e appassionata di fotografia, le piace pensare che c’è sempre del bello da scoprire dietro l’angolo e magari immortalare quel ricordo per catturare l’emozione vissuta. L’amore per i viaggi resta la sua più grande passione, nata fin da piccola quando con la famiglia trascorreva le vacanze estive in campeggio in mezzo alla natura e si è consolidata negli anni delle superiori quando nel percorso formativo turistico progettava itinerari in giro per il mondo per clienti virtuali. Ispirandosi al Dalai Lama, uno dei suoi principi chiave è “una volta l’anno, vai in un posto dove non sei mai stato prima”, che non significa necessariamente prendere un aereo e attraversare l’oceano: ammirare un tramonto da mille sfumature seduti su una spiaggia di ciottoli bianchi vicino casa sa emozionare quanto un safari in Kenya o una notte nel deserto di Dubai, basta solamente riscoprire la vera essenza del viaggiatore.