APPARTAMENTI A 5 STELLE NEL CUORE DI ROMA

Scritto da Beatrice Caldovino on . Postato in Alberghi e Spa

1
Per una vacanza o un viaggio d’affari in completa libertà e privacy meglio appartamenti a “5 stelle” nel cuore di Roma: in ambienti ospitali ed eleganti, Palazzo Scanderbeg è la scelta giusta di “casa lontano da casa”.

Roma, Italia.
Palazzo Scanderbeg è la scelta ideale per famiglie, gruppi di amici o libero professionisti che preferiscono soggiornare in un comodo appartamento, senza rinunciare al lusso e al comfort a due passi da tutte le principali attrazioni della Capitale.

Situato nel vicolo omonimo all’ombra del Quirinale, Palazzo Scanderbeg è incastonato tra palazzi signorili e una silenziosa e pittoresca piazzetta, garantendo il massimo della tranquillità e della privacy. Ma non appena voltato l’angolo, come per magia ecco materializzarsi la chiassosa folla che si accalca davanti alla celeberrima Fontana di Trevi: chi intento a fotografare il capolavoro barocco, chi a immortalarsi con romantici selfie e chi invece, nella speranza di tornare, a lanciare nell’acqua la famosa monetina portafortuna.

Ma basta passeggiare un po’ più in là che ecco le vie tradizionali dello shopping, i teatri, le sedi delle istituzioni, i musei e i ristoranti più alla moda… insomma, il cuore pulsante della città eterna!

LA CASA LONTANO DA CASA
L’antica dimora del Principe Scanderbeg, dopo una completa opera di restauro conservativo, è stata trasformata nel 2016 in un’elegante struttura ricettiva composta da undici esclusivi appartamenti.

Appena entrati nella hall sembra di essere a casa: arredi sobri e moderni, opere d’arte contemporanea, contrastanti con l’armoniosa architettura medievale arricchita da terrazzi e corti interne, e una reception “informale” ben diversa da un comune hotel di lusso, accolgono l’ospite trasmettendo una piacevole sensazione di famigliarità, come a casa propria.

Tutti gli appartamenti, che vanno dai 30 ai 166 metri quadrati, sono provvisti di TV a schermo piatto di ultima generazione, mini-bar gratuito e macchina per il caffè espresso, wi-fi gratuito, possibilità di video conferenza, casse acustiche con bluetooth per ascoltare la musica in ogni ambiente e prodotti di bellezza e di cura per il corpo. Inoltre, gli ospiti possono tranquillamente usufruire della Morning Room per la prima colazione con vista sulla piazzetta o leggere comodamente il giornale nella Library Room.

3
Al quarto ed ultimo piano, salendo la scala a forma elicoidale, impreziosita da una suggestiva lampada a sospensione di Terzani che cade scenograficamente lungo i diversi piani come un grappolo, si trova il fiore all’occhiello: l’Ambassador Suite da 166 metri quadrati, distribuiti su tre livelli, ideale per famiglie o un piccolo gruppo di amici che, pur stando insieme, non vogliono rinunciare alla privacy. Connubio perfetto tra classicità e design: due camere da letto con rispettivi bagni (più uno per gli ospiti) arredate con mobili Cappellini e Frau, una spaziosa sala da pranzo dall’alto soffitto con travi a vista e dai pavimenti con un patchwork di antichi tappeti persiani creato da Sartori, una cucina fornita di accessori Alessi, dov’è un piacere assaporare piatti preparati dallo “chef a domicilio” e concedersi del tempo in completo relax nel terrazzo privato affacciato sui tetti di Roma. Senza dimenticare la piccola ma attrezzatissima palestra Technogym e la doccia con funzione hammam. Infine, la ciliegina sulla torta: oltre al concierge disponibile 24 ore su 24, si può addirittura richiedere un maggiordomo… Per sentirsi proprio come a casa, dove non può certo mancare Ambrogio!
Per informazioni e prenotazioni info@palazzoscanderbeg.com

Beatrice Caldovino
beatrice@agendaviaggi.com

Foto Courtesy by Palazzo Scanderbeg

Beatrice Caldovino

Beatrice Caldovino

Nata a Frascati, deliziosa cittadina dei Castelli Romani dove è inevitabile lasciarsi incantare dalla cultura, dall’arte e dalla buona cucina. Ama viaggiare alla scoperta di cose sempre nuove, da raccontare con le parole e con le immagini. E’ felicemente sposata e impegnata nel volontariato (ma le due cose non sono collegate). Adora andare per mercatini dell’antiquariato con la speranza, spesso vana, di scovare qualche tesoro nascosto. L’unica cosa di cui si sorprende è di potersi ancora sorprendere.