A BALI, NELL’ISOLA DEGLI DEI

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

Isola di Bali, Indonesia.
Appartenente alle isole della Sonda, Bali è la destinazione indonesiana più amata dai turisti. È l’unica isola indù del paese e proprio una leggenda indù narra che gli dei, fuggendo da Giava invasa dai musulmani, decisero di stabilirsi a Bali per il clima, e l’atmosfera favorevoli. Il turista più attento o il viaggiatore più esigente non può rimanere deluso da questa magnifica isola residenza degli dei!

terrazze-di-riso-a-bali-700

la meta ideale per chi è alla ricerca di emozioni forti, a contatto con la spiritualità di antichi templi e tradizioni. Bali è una continua scoperta: panorami naturalistici che si susseguono a  spiagge uniche, vulcani, risaie, piantagioni di caffè e splendidi templi. Dopo anni di turismo sfrenato Bali ha saputo mantenere la sua autenticità e il suo fascino.
Il periodo ideale per visitarla ? Tutto l’anno si trova una media di 30 gradi, ma da aprile a ottobre si evitano le piogge.

donna-che-prepara-le-offerte-in-una-tipica-casa-balinese-700

Lungo l’isola si attraversano paesaggi dalla vegetazione sempre nuova, paesi rurali con piccoli templi nelle case e lungo le strade tanti mercati che esaltano i colori più belli del raccolto.
In tutta Bali ci sono più templi che case. La tipica dimora dell’isola è costruita con pietra e tetti di paglia. Non ha un corpo unico ma è divisa in diverse stanze tutte separate tra loro. Ci sono l’ingresso, la cucina, la camera dei genitori, quelle dei figli, il pozzo, il piccolo tempio e il giardino. Le donne dedicano molto tempo a preparare offerte con fiori da portare agli dei dei templi induisti.
Un’usanza che mi ha colpito è quella di sotterrare la placenta dei figli fuori dalla camera, probabilmente è di buon auspicio.

Tempio-Tanah-Lot-a-bali-700

11 COSE DA VEDERE A BALI
Le scalinate degli dei: il riso viene coltivato in terrazze su tutta l’isola. Il Tempio di Tanah Lot, costruito su una roccia nel mezzo delle acque dell’Oceano Indiano, incantevole al tramonto.
Il Tempio Reale di Mengwi si trova in un villaggio circondato da un fossato e un lago con i fiori di loto. La foresta delle scimmie di Alas Kedaton abitata da piccoli e dispettosi macachi. Il vulcano Batur, 1717 metri di altezza, l’ultima eruzione risale solo al 2000. Purta Tirta Empul, il tempio della purificazione è il luogo per ritrovare se stessi. La spiaggia di Kuta, i surfisti di tutto il mondo fanno tappa qui. Seminyak, il lato moderno e lussuoso di Bali offre i tramonti più belli dell’isola.  Il mercato del pesce a Jimbaran, antico villaggio di pescatori. Qui la gente locale pesca e cucina pesce fresco per tutti i gusti. Il kecak, spettacolo di danza balinese nel tempio Uluwatu.
La città di Ubud, il centro culturale di Bali. La pittura, l’arte tessile, le sculture tradizionali in pietra e in legno e l’artigianato d’argento sono le arti per cui è famosa la città. È stata la location dove hanno girato una parte del film “Mangia, prega, ama” con Julia Roberts.

tempio-della-purificazione-a-bali-700

CURIOSITÀ
Durante il corteo di una cerimonia funebre ho visto bloccare le strade per assistere alla solennità religiosa. La bara di legno era fasciata di bianco e posta sopra un carretto che apriva il corteo diretto al luogo della cremazione. A ogni rotonda la bara veniva fatta girare su stessa per fa perdere all’anima del defunto la via di casa. In questo modo l’anima entra nella nuova vita senza ricordare nulla di quella precedente. Gli uomini suonano i tamburi e le donne cantano accompagnate da musica. La celebrazione è stata molto emozionante, non ricordava certamente una festa di addio.

spiaggia-di-Kuta-a-bali-700

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Accessibilità in sedia a rotelle
L’Isola di Bali ha diverse barriere architettoniche. Ma i disabili non si devono scoraggiare. Io l’ho girata tutta con la mia sedia a rotelle. Gli indonesiani sono molto gentili e sempre disponibili ad aiutare nelle situazioni di difficoltà.

Dove mangiare
Ristorante Nook Umalas, con vista sulle risaie. Ottimo per mangiare i Bakmi Goreng, spaghettini fritti con verdure. Molto curato con piatti ben serviti.
Bianco par Mandif, tipico local indonesiano. Il piatto che suggerisco è il Nasi Goreng, riso fritto con pezzettini di carne fritta, gamberi e uova.

Dove dormire
Sanur Beach Resort, 4 stelle. Direttamente sulla spiaggia di Sanur, due piscine, diversi ristoranti a tema ed un centro diving. Posizione perfetta per gli amanti dei localini e dei negozietti che si trovano appena fuori dal resort. Fantastica la Spa con oli profumati e fiori.

foresta-delle-scimmie-a-bali-700

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”