A Supersano il Carnevale è su misura

Scritto da Stefania Mezzetti on . Postato in Appuntamenti, Famiglia, Weekend

Il Salento si prepara ad essere inondato da maschere, dal 2 al 6 marzo 2019, carri allegorici, musica e tanto divertimento tra gente in festa. E sfide. Sfide fra costumi di pregio e straordinarie coreografie.

Supersano (LE), Italia.
A Supersano, si comincia a lavorare per il Carnevale già da prima di Natale. Deciso il tema conduttore, gli abitanti si dividono in gruppi e si impegnano con maestria a mettere in campo tutta la loro arte sartoriale: stoffe pregiate, tagli originali, costumi su misura e tanta fantasia.
I gruppi mascherati, infatti, devono convincere la giuria non solo con gli abiti, ma anche impegnandosi in uno spettacolo di danza arricchito con le scenografie.

Una lunga tradizione che si perpetua negli anni, rende famoso il piccolo centro salentino, per l’alta sartoria che vedeva quasi in ogni casa sarte e sarti nella produzione di abiti pregiati. Oggi questa tradizione si è rinnovata nella firma di Anna Cacciatore una maison, diventata rinomata per i suoi abiti da sposa.
Quest’anno, con l’ottica di regalare emozioni ed esperienze indimenticabili al viaggiatore, sarà data la possibilità di vestire alcuni abiti di pregio del Carnevale degli anni passati e sfilare assieme agli abitanti di Supersano.
Il Carnevale nella sua 38esima edizione, inizia sabato 2 marzo e finisce il 6. Nei pomeriggi di domenica 3 e martedì 5 ci saranno le sfilate.
Il piccolo centro salentino è famoso per il Bosco del Belvedere che, dall’alto di una serra, incornicia il suo grazioso centro storico e per la cripta della Madonna di Coeli Manna raffigurata in un affresco bizantino, con gli occhi a mandorla.

Un weekend per il Carnevale è anche occasione per visitare i due mari del Salento, lo Jonio e l’Adriatico. Con una breve escursione si può raggiungere Santa Maria al Bagno, uno dei borghi più romantici che alla sera si illumina dei colori ardenti di uno spettacolare tramonto sul mare. Qui, in particolare, si può visitare il Museo dell’Accoglienza e della Memoria, che ricorda l’arrivo degli ebrei liberati dagli Alleati dai campi di concentramento, dopo la Seconda Guerra Mondiale, e ospitati a Santa Maria al Bagno prima di raggiungere Israele. Si può fare ancora una passeggiata per il parco di Porto Selvaggio con vista mozzafiato dalla Torre della Dannata.
Adagiato sulle rive dell’Adriatico, la pittoresca Tricase Porto sfoggia il suo borgo dei pescatori. Da vedere la quercia dei 100 Cavalieri, sotto le cui fronde, secondo la leggenda trovarono rifugio Federico II e i suoi cavalieri, e la bottega artigiana del maestro Agostino Branca con le sue splendide ceramiche tipiche del Salento.
Info: http://www.comunedisupersano.gov.it/

Stefania Mezzetti

Stefania Mezzetti

Una vita in viaggio, un destino che mi vede sempre con le valige pronte. Ho vissuto parecchi anni della mia gioventù all’estero, grazie a mio padre che con il suo lavoro mi ha fatto girare il mondo. La mia esperienza di viaggiatrice si è consolidata negli anni con reportage e servizi da tutto il mondo, spesso a bordo di un treno che mi accompagnava alla scoperta di paesaggi e località incredibilmente affascinanti. La mia specializzazione nella stampa turistica è attestata dal GIST (gruppo italiano stampa turistica) e dai tanti articoli che scrivo in collaborazione con testate del settore.