Viaggi in Europa: una Praga tutta da scoprire

Scritto da AGENDAVIAGGI on . Postato in Redazionale

Praga, Repubblica Ceca.
Ci sono pochi posti nel mondo che possono equiparare l’atmosfera di Praga; da secoli crocevia di artisti e letterati, la capitale ceca è nata lungo le rive della Moldova. Una città ricca di testimonianze storiche e di opere realizzate negli stili architettonici più diversi, che attira circa 6 milioni di visitatori all’anno. La meta ideale per chi è alla ricerca di un weekend all’insegna del romanticismo, per chi vuole partecipare a uno dei numerosi eventi culturali che vi si svolgono ogni anno o semplicemente per chi vuole divertirsi e godersi la vita notturna di una città che non dorme mai. Oggi parleremo proprio delle bellezze di questa capitale europea e di alcuni luoghi imperdibili al di fuori dei classici itinerari turistici.

Impossibile non iniziare il nostro viaggio a Praga dalla piazza Staromestské. Stiamo parlando del vero e proprio cuore pulsante della città. Al suo interno si trovano il monumento a Jan Hus (realizzato nel 1915), la Chiesa gotica di Tyn (eretta tra il 1365 e il 1511) e il celebre Orologio Astronomico, uno dei luoghi simbolo del Paese. Formato da tre elementi, il quadrante astronomico, il “Corteo degli Apostoli” e il quadrante inferiore formato da dodici medaglioni che raffigurano i mesi dell’anno, venne realizzato tra il XIV e il XV secolo.

Proseguiamo il nostro itinerario “tradizionale” per trovare Piazza San Venceslao, luogo che contiene la statua del patrono della Repubblica Ceca. Per arrivarci percorreremo un lungo viale del quartiere Nove Mesto – che ricorda gli Champs-Élysées parigini – in cui troveremo negozi di alta moda, i locali notturni più frequentati e il Museo Nazionale.

In cima alla collina di Mala Strana troviamo il Castello, imponente serie di edifici dall’altissimo valore storico e architettonico. Al suo interno ci sono la Basilica di San Giorgio e alcuni luoghi magici come il Vicolo d’Oro, dove gli alchimisti cercavano la formula chimica per creare l’oro e dove visse lo scrittore Kafka. Al lato troviamo la Torre di Dalibor, uno dei castelli medievali più grandi del mondo dalla cui terrazza si può godere di una vista mozzafiato di tutta Praga.

E fin qui siamo ai tre luoghi di interesse più conosciuti. Ma per chi volesse conoscere la città al di fuori delle attrazioni classiche qual è l’itinerario giusto?

Se siete amanti del gioco e del mondo dei casinò e non vi spaventa camminare, a due chilometri esatti dal centro storico si trova il Casinò Atrium. Inserita nell’Hilton Palace, uno dei palazzi più lussuosi e prestigiosi di Praga, questa sala da gioco offre un ambiente raffinato ed elegante e negli ultimi anni è balzata agli onori delle cronache per essere stata scelta come location per ospitare l’EPT, il vero e proprio campionato europeo di poker sportivo.

Dopo lo sport è tempo di parlare di cultura. Il consiglio è quello di passare almeno una volta dal Palazzo Lucerna. Si tratta di un complesso in cui si trovano una galleria d’arte moderna, un cinema, uno fra i club più frequentati di Praga e la Sala Grande, in cui si tengono i principali concerti della città. Un luogo estremamente vivo e stimolante in cui è possibile ammirare una delle opere più note dell’artista David Černý: San Venceslato in groppa a un cavallo appeso.

Per gli appassionati di letteratura tappa obbligatoria è la casa in cui nel 1883 nacque Franz Kafka. Situata nel Vicolo d’Oro del Quartiere Ebraico, è una piccola abitazione circondata da alcune delle opere medievali che hanno ispirato l’opera del celebre scrittore.

Ancora letteratura per la Torre di Libri “Idiom”. Inserita all’interno della Municipal Library, e realizzata dall’artista slovacco Matej Krén, la torre è un’installazione artistica a lungo termine formata da centinaia di volumi e da due specchi posizionati all’estremità che danno l’illusione di uno spazio infinito.

A metà tra letteratura e architettura troviamo il Monastero di Strahov. Costruito nel 1140, ospita una meravigliosa biblioteca adornata da affreschi barocchi, oltre che una meravigliosa birreria. All’interno della biblioteca ci sono oltre 200.000 volumi, mappamondi seicenteschi e mappe antiche. Ma la zona più suggestiva è la wunderkammer, o Gabinetto delle Curiosità: una ricca collezione di cose insolite: tra questi diverse specie di insetti, un generatore di elettricità del 1800 e perfino un dodo, un volatile estinto da più di un secolo.

Credits (dall’alto):
Photo by Mihael Grmek / CC BY 3.0
Photo by Rodulforuiz / CC BY 4.0
Photo by Franck Spakowski / CC BY 2.5