Finalmente un manuale in italiano di scrittura enogastronomica, uno strumento utile per alimentare una passione/professione

“Professione food writer” per conoscere e approfondire l’arte della scrittura enogastronomica

Scritto da Redazione on . Postato in Cultura, Food&Drink

Finalmente un manuale in italiano di scrittura enogastronomica, uno strumento utile per alimentare una passione/professione

Con “Professione food writer” finalmente un manuale in italiano di scrittura enogastronomica, uno strumento utile per saper raccontare in maniera accurata, creativa, coinvolgente, con competenza e sempre più consapevolezza, senza dimenticare l’etica.

Milano, Italia.
E’ proprio il testo che mancava ed era atteso da molti: un manuale in italiano di scrittura enogastronomica. “Professione food writer” di Mariagrazia Villa, giornalista ed esperta in comunicazione, Dario Flaccovio Editore. E’ quindi il primo manuale pubblicato in Italia di scrittura enogastronomica, presentato in occasione della Milano Food City
nel complesso rurale milanese di Cascina Cuccagna.

Negli ultimi tempi l’interesse e l’attenzione per il cibo hanno dato il via a innumerevoli pubblicazioni, blog, programmi televisivi e reality sul mondo del food. Ma per essere un buon food writer non basta scrivere, bisogna saper raccontare in modo accurato, pertinente, creativo, coinvolgente, evocativo e anche etico” sottolinea l’autore.
E’ uno strumento completo, utile per imparare a scrivere del settore agroalimentare e vitivinicolo e a gestire i testi nel web (dai siti aziendali ai blog personali, dai social media alle pubbliche relazioni). Per essere un buon food writer e critico enogastronomico non basta saper scrivere, bisogna saper raccontare in maniera accurata, creativa, coinvolgente, con competenza e sempre più consapevolezza, senza dimenticare l’etica.

Attraverso le conoscenze e gli strumenti imparati negli anni “sul campo” Villa fornisce spunti ed esercizi utili per trovare il proprio stile, in grado di colpire l’attenzione e di lasciare il segno.
E’ davvero utile per chiunque operi nell’ambito food & beverage e desideri conoscere o approfondire l’arte della scrittura enogastronomica: web content editor, social media manager, blogger, storyteller, copywriter, videomaker, fotografi, pubblicitari, grafici e comunicatori crossmediali, ma anche cuochi e food lovers, imprenditori, docenti, studenti e appassionati di scrittura. Uno strumento utile per alimentare una passione/professione e per progettare una buona food story “ conclude Villa.
Info: www.darioflaccovio.it

Luciano Riella