Milano Wine Week 2021, in nome della digitalizzazione

Milano Wine Week 2021, in nome della digitalizzazione

Scritto da Giovanni Scotti on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

Inedita la quarta edizione della Milano Wine Week 2021, in scena dal 2 al 10 ottobre, novità di quest’anno sarà l’utilizzo della tecnologia, con un’app che permetterà ampliare decisamente il suo raggio di azione e portare la Milano Wine Week agli operatori di tutto il mondo, rivoluzionando la comunicazione e la promozione del vino italiano.

Milano, Italia.
Lo scorso 14 settembre a Milano, Palazzo Castiglioni, si è svolta la conferenza stampa che ha presentato l’edizione 2021 della Milano Wine Week 2021, l’evento vinicolo più atteso dell’anno, che dal 2 al 10 ottobre invaderà la città.

Federico Gordini, ideatore e presidente della Milano Wine Week, ha dichiarato: La IV edizione segna un momento fondamentale di ripartenza per l’intero comparto dopo un periodo difficile e proprio per questo sarà davvero un evento unico, senza precedenti.

La Milano Wine Week sarà inaugurata con un brindisi  a Palazzo Bovara, coinvolgendo, in contemporanea, rooftop milanesi. L’inaugurazione sarà trasmessa anche in diretta streaming sui canali social della manifestazione e live a livello nazionale sulle principali frequenze radio, così non solo da raggiungere il maggior numero di persone ma amplificare anche la collaborazione con Fondazione Humanitas che ha organizzato il fundraising a sostegno del progetto HiPPO, dedicato ai ricercatori post–dottorato, per favorire l’internazionalizzazione del contesto scientifico della ricerca, attraendo in Italia giovani ricercatori scientifici di talento, italiani e stranieri.

La parola chiave dell’edizione 2021 della Milano Wine Week è innovazione. L’edizione 2021, infatti, utilizza moltissimo la tecnologia.

Federico Gordini ha spiegato: Questa è l’edizione della digitalizzazione.

Ci saranno, ad esempio, più di 100 appuntamenti di masterclass online: saranno collegati 11 Paesi chiave per l’export vinicolo (USA, Canada, Russia, Cina, Giappone, Hong Kong …).

Ci sarà anche la innovativa la APP W (W come Vine e World) che permetterà di creare un itinerario in base ai propri interessi, pianificato grazie alla digitalizzazione di tutte le carte vino.

Milano sarà così, la prima città al mondo nella quale si potrà scegliere dove andare a cena in funzione dell’etichetta vinicola che si desidera consumare. Non solo … L’utente che accumula, tramite l’app, almeno tre esperienze durante la manifestazione Milano Wine Week potrà  partecipare pure ad un gaming, essere invitato ad un party esclusivo o ad una degustazione.

Protagonisti dei nove giorni della Milano Wine Week saranno operatori del settore vinicolo, wine lovers, turisti, ristoranti, locali ed i molti esercizi di somministrazione  in cui si svolgeranno degustazioni, calici abbinati all’aperitivo e cene studiate intorno alle Doc regionali.

Nel corso della presentazione della MWW Federico Gordini ha precisato che ci saranno 10 Wine District: il Franciacorta in zona Brera/Garibaldi/Solferino; il Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti DOCG in Sempione/Arco della Pace; il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG a Porta Nuova/Gae Aulenti; il Consorzio Tutela Lugana DOC a Porta Romana; il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese in zona Eustachi/Plinio; il Brunello di Montalcino in Galleria Vittorio Emanuele; il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella a Marghera/Sanzio; il Consorzio Vino Chianti ai Navigli; il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo a Porta Venezia e InLiguria in zona Isola. In ciascuno dei 10 District sarà disponibile un Infopoint della Milano Wine Week: sarà, così, più facile comprendere tutte le attività presenti nel quartiere.

Gli operatori potranno partecipare allo specifico evento di business di due giorni, la Wine Business City, in programma il 3 e 4 ottobre al MEGAWATT COURT. All’evento potranno partecipare 250 aziende che potranno incontrare operatori qualificati del settore. Nel corso di questi due giorni si terrà la prima edizione del premio Carte Vini Italia e del premio Wine Retail Award.

Questi i principali appuntamenti formativi e di confronto della manifestazione: Wine Business Forum, Wine Geek, Wine Science, Wine Generation Forum, che si svolgeranno Palazzo Castiglioni, e il Shaping Wine, che si terrà presso l’Università Bocconi, organizzato insieme a SDA Bocconi.

Mercoledì 6 ottobre 2021, invece, è in programma il Convegno sulla sostenibilità, organizzato da Equalitas e Federdoc che vuole di stimolare un dibattito sulla visione globale della sostenibilità ed incoraggiare, attivamente, l’adozione di una cultura aziendale moderna e sostenibile.

In luoghi strategici di Milano, poi, ci saranno installazioni relative all’evento Milan Glass Week, mentre alla Fondazione Catella si svolgeranno incontri pensati per le aziende e gli operatori del settore.

Venerdì 8 ottobre sarà presentata la guida di Slow Wine 2022. Sabato 9 e domenica 10 ottobre, al MEGAWATT COURT, il pubblico potrà degustare oltre 1400 vini diversi.

Sabato 9 ottobre, a Palazzo Bovara, Greg Lambrecht, fondatore ed ideatore di Coravin, presenterà il rivoluzionario sistema di mescita.

Nel corso della conferenza è stato altresì ribadito che la Milano Wine Week 2021 si svolgerà, naturalmente, in totale sicurezza: l’accesso agli eventi, gestiti tutti secondo le normative predisposte per l’emergenza sanitaria in corso. sarà consentito solo ed esclusivamente con l’esibizione del Green Pass.

Info, programma completo della manifestazione, modalità di partecipazione agli eventi: www.milanowineweek.com.

Giovanni Scotti

Come giornalista sono nato nel settore giuridico, che era il mio settore professionale. Poi ho ampliato i miei interessi alle novità tecnologiche, alla salute ed al turismo. Ora, sempre alla scoperta di novità in un mondo in evoluzione, dopo aver lavorato per diversi anni per riviste del settore cartaceo, continuo a collaborare come giornalista freelance con varie testate on line, in alcune delle quali sono anche responsabile di rubriche. Dirigo il periodico on line www.focus-online.it