Lo Psycho Killer di Corrado Accordino, sulla scena tra realtà e finzione

Lo Psycho Killer di Corrado Accordino, sulla scena tra realtà e finzione

Scritto da Diana Facile on . Postato in cinema

Un meccanismo narrativo attraverso cui il teatro indaga il mondo della fiction, sviluppando una coinvolgente narrazione. Protagonista Corrado Accordino che porta al Teatro Litta il suo nuovo spettacolo “Psycho Killer”, dal 17 al 19 febbraio.

Milano, Italia.
Cinema e serie tv rappresentate a teatro con un’opera che indaga il mondo della fiction e una narrazione che procede seguendone le logiche: 5 puntate, apparentemente slegate l’una dall’altra, che alla fine rivelano un fil rouge comune. Psycho Killer di Corrado Accordino, direttore artistico del Teatro Binario 7, è una scatola magica di racconto nel racconto dove il narratore, interprete dei suoi stessi personaggi, si espone in prima persona regalando la potenza creativa dell’immaginazione, l’anarchia delle idee e l’energia vitale di chi vuole emozionarsi, oltre che emozionare.

Il racconto nel racconto

I meccanismi utilizzati in Psycho Killer da Accordino (aiuto regia di Valentina Paiano) sono gli stessi di Italo Calvino in Se una notte di inverno un viaggiatore dove i racconti si interrompono, si intrecciano ed entrano uno nell’altro: uno spettacolo intrigante e avvincente che alla vicenda del protagonista mescola crime, gotico, thriller, love story e giallo, a seconda del personaggio che l’autore immagina.

La storia di un assassino senza redenzione, una bambina rimasta orfana rinchiusa in un convento, due ingenue spie al servizio di governi stranieri che si illudono di agire per il bene nell’umanità, un ghostwriter che confessa la sua esperienza nel mondo della serie tv e del cinema e infine il racconto di un uomo qualunque che uccide una donna e come un tassello mancante, farà combaciare tutti i pezzi del puzzle.

Il potere salvifico dell’arte

La pandemia e i lockdown hanno favorito il dilagare delle serie tv da consumare a casa, in solitudine, rendendo sempre più labile il confine tra realtà e finzione che l’Accordino porta sulla scena dando prova di autenticità e maestria.

Più che un atto di accusa, Psycho Killer offre un’analisi del tempo e della capacità delle serie che stanno invadendo le vite di tutti noi con un testo rivoluzionario e provocatorio in cui l’autore affronta alcuni dei temi peculiari del suo lavoro: il rapporto tra realtà e finzione, il potere salvifico dell’arte e i mondi paralleli, reali o virtuali, che possono convivere nel medesimo spazio.

INFO

Teatro Litta
venerdì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

intero € 25,00 – convenzioni € 20,00 – ridotto arcobaleno (per chi porta in cassa un oggetto arcobaleno) € 20,00 – under 30 e over 65 € 15,00 – ridotto bicicletta € 15,00 – scuole di teatro e università € 15,00 – ridotto DVA € 12,50 – scuole di teatro MTM, Paolo Grassi, Piccolo Teatro € 10,00 – tagliando Esselunga di colore ROSSO – diritti di prevendita € 1,80

info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545
scarica l’app di MTM Teatro e acquista con un clic

Diana Facile

Classe 1972, una Laurea in Lingue e Letterature Straniere e una passione quasi imbarazzante per i viaggi e la scrittura che mi accompagna dal lontano 1988. Dopo anni di peregrinare frenetico e convenzionale, ho capito che “vedere” non mi bastava più. Aveva bisogno di “sentire” i luoghi e di assaporarli a fondo, così ho smesso di correre e ho scoperto il piacere del viaggio lento fatto di esperienze, di storie e di persone. Collaboro in veste di esperta culturale dell’area latinoamericana con un Tour Operator che propone viaggi dal taglio etnografico e naturalistico. Scrivo per portali e riviste di settore e sono l’autrice del blog La Globetrotter, oltre che di due libri, editi entrambi da Alpine Studio.