LAGO D'ISEO: PERCORRERE IL PERIPLO DI MONTISOLA IN SEDIA A ROTELLE

LAGO D’ISEO: PERCORRERE L’AFFASCINANTE PERIPLO DI MONTISOLA IN SEDIA A ROTELLE

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in viaggi senza barriere

LAGO D'ISEO: PERCORRERE IL PERIPLO DI MONTISOLA IN SEDIA A ROTELLE

Lo si può percorrere in sedia a rotelle, a piedi oppure in bicicletta. Il periplo di Montisola, anello che circonda questa meravigliosa isola del Lago d’Iseo, è lungo 9 km. In questo articolo ve lo descrivo tappa per tappa, indicandovi dove sostare per riposare, dove prendere un aperitivo rigenerante e dove fermarsi a mangiare. E’ una meta imperdibile, specialmente per i numerosi turisti che si recano sulle sponde di questo bacino lacustre dell’Italia settentrionale situato in Lombardia.

LAGO D'ISEO: PERCORRERE IL PERIPLO DI MONTISOLA IN SEDIA A ROTELLE

Lago d’Iseo, Italia.
Siamo sul lago d’Iseo, più precisamente a Montisola (o Monte Isola), comune italiano abitato da 1740 anime in provincia di Brescia. Proprio quest’anno è stata eletta terza migliore località turistica europea! Con la sua area totale di quasi 13 km quadrati risulta essere l’isola lacustre più grande d’Italia nonché dell’Europa meridionale e centrale.

Questa zona è diventata famosa grazie alla passerella di Christo, conosciuta anche come “The Floating Piers“, installata sulle sponde del lago bresciano nell’estate del 2016. La passerella galleggiante di colore giallo-arancione è stata percorsa da migliaia di pedoni che, sotto il sole, hanno atteso il proprio turno per attraversarla.

Erano parecchi anni che non tornavo sul lago d’Iseo e credo di non aver più visitato Montisola da quando l’incidente mi ha costretta su una sedia a rotelle. Quale migliore occasione di tornare oggi per verificarne le accessibilità?

Con alcune amiche ho scelto di recarmi di lunedì, quando le orde di turisti sono praticamente inesistenti. E infatti è stata un’ottima scelta. Siamo arrivate in auto fino a Sulzano, dove abbiamo preso il battello. Appena prima di scendere all’attracco c’è un posteggio per disabili situato accanto ad un bar. Il biglietto dell’imbarcazione che da Sulzano porta alla fermata di Peschiera Maraglio a Montisola costa 6 euro a testa andata e ritorno ma è gratuito per il disabile. Per accedere all’attracco c’è una rampa posta sul lato sinistro mentre per salire sul battello vi è la pedana.

Dopo pochi minuti di navigazione si scende a Montisola. Le automobili non hanno il permesso di circolare ma bisogna comunque prestare attenzione alle moto e agli ape car che sfrecciano a tutta velocità lungo le strette vie. Una delle escursioni più gettonate è il “periplo dell’isola“, ovvero il giro completo dell’anello che contorna Montisola percorrendo i 9 km di strada litoranea tra uliveti, borghi e scorci pittoreschi. L’ho testato col mio ruotino elettrico Triride e devo ammettere che non ho incontrato nessun tipo di barriera. In alcuni punti si presentano dolci salite e discese ma nulla di difficilmente percorribile. La pavimentazione è composta da asfalto e in alcune parti da ciottoli regolari.

Una volta sbarcate a Peschiera Maraglio abbiamo appositamente scelto di procedere a destra, verso Carzano,in modo da avere il sole alle spalle approfittandone per percorrere i primi tre km passando davanti alla stazione di servizio, quella dei Vigili del Fuoco e al cantiere delle barche. In questa zona facciamo tappa al Blue-Lake, locale in riva al lago accessibile in carrozzina con bagno per disabili. All’esterno ci sono numerosi tavolini e un prato grande dove stendersi in riva al lago.

Salendo da Carzano si raggiunge l’antico borgo medievale Monte Isola. Nascosto tra piante di ulivo, castagno e boschi cedui è costituito da case costruite con muri di conci squadrati di medolo, portali ad arco a pieno centro, piccole volte, balconi in legno e tetti spioventi. Nel 2018 ha partecipato al concorso “Il borgo dei borghi”, lanciato dalla trasmissione televisiva di Rai 3 “Alle Falde del Kilimangiaro”, aggiudicandosi il quinto posto. Qui il tempo sembra essersi fermato tanto da percepirne la pace e la tranquillità. Decidiamo di rimanere nel borgo per il pranzo, optando per il ristorante “Da Tina“. L’insalatona mista accompagnata da focaccia è quello che ci vuole in una giornata calda come questa. Vi è la rampa d’accesso ma il bagno è al piano di sopra raggiungibile solo tramite scala.

Scendendo per le viuzze del borgo proseguiamo verso il lungolago Sensole, nei pressi del Barracuda Caffè. E’ giunta l’ora del relax, così ci mettiamo comode sul prato per rigenerarci un pochino. Dopo un’oretta di meritata sosta terminiamo il periplo salendo al bellissimo Castello di Oldofredi. Le salite sono piuttosto ripide, tanto che ho bisogno di aiuto nonostante il mio propulsore elettrico. Ma una volta arrivate in cima la vista è impagabile! Questa residenza storica immersa tra ulivi secolari domina il borgo di pescatori Peschiera Maraglio, dove è iniziato il nostro itinerario. Il bar offre uno dei panorami più spettacolari dei dintorni dell’isola, così ci fermiamo qui per l’aperitivo. Il Castello Oldofredi è una vera location da sogno con piscina, ristorante e camere, adatto anche per banchetti e per matrimoni.

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Imperdibile
Tappa obbligata a Paratico, posta sull’estremità meridionale del Lago d’Iseo e considerato il paese delle sculture in pietra. Affascinante località della Franciacorta offre scenari paesaggistici, curiosità storiche ma anche attrazioni moderne… Questa incantevole cittadina si intaglia tra la collina ed il lago, dove è possibile praticare escursioni acquatiche e all’aria aperta. Conserva ancora dall’epoca medievale i resti dell’antico castello e della Torre Lantieri. Il lungolago, denominato “Parco delle Chiatte”, è contornato da fiori e piante, mentre nel mezzo spunta una fontana scenografica che si innalza fino a 40 metri d’altezza. Facendo parte della Franciacorta è anche punto di partenza dell’omonima “Strada del Vino”. Ed è proprio a Paratico che vi sono i vigneti i cui frutti formano il mosto di questo famoso prodotto conosciuto in tutto il mondo.

Dove mangiare
Hotel e Ristorante La Stazione a Paratico. Bellissima terrazza vista lago, pizza ottima e pesce freschissimo. Piatto consigliato: calamari alla griglia con rucola e kiwi. Trattoria La Spiaggetta a Montisola. Specialità di lago e aperitivi proposti in un locale affacciato sull’acqua con arredi sobri e travi in legno. L’Isola dei Sapori, ristorantino tipico affacciato sul lago nei pressi della fermata del battello di Peschiera Maraglio. Prodotti tipici, birra artigianale e shop interno dove acquistare marmellate, formaggi e molto altro…

Dove dormire
Catello Oldofredi a Montisola. Edificio rinnovato situato sulla collina offre una terrazza all’ultimo piano con vista lago e una piscina all’aperto. Tutti gli appartamenti e le camere sono personalizzati e vantano aria condizionata, tv a schermo piatto, zona soggiorno e area cottura. Il ristorante è specializzato in piatti della tradizione nostrana. Tra i servizi inclusi troviamo wi-fi, parcheggio e navetta aeroportuale. Propone diverse attività di intrattenimento come pesca, windsurf, escursioni in bicicletta, canoa, massaggi ed escursioni sul posto.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”