IN SLOVENIA I PIACERI DELLA “DOLCE VITA”

Scritto da Redazione on . Postato in Destinazioni, Itinerari

 

IMG_4826
Paesaggi pittoreschi,  clima gradevolissimo,  vigneti, un lago romantico e un’eccellente gastronomia.

Slovenia.
La Slovenia, la piccola nazione al nostro  confine orientale, condivide con l’Italia anche qualche  aspetto di Dolce Vita.
Un clima gradevolissimo, sole per tanti mesi dell’anno, vigneti, un lago romantico e un’eccellente gastronomia.
Un breve tour permette di toccare e apprezzare tutti questi aspetti con facilità.
Cominciamo da Bled, una delle attrattive più famose della Slovenia, con il suo romanticissimo lago, circondato da una collana di cime alpine innevate, l’isola al centro, che si raggiunge con le storiche barche “pletna”, una cappella del 15° secolo dove rintocca la “campana dei desideri”, e in alto  un possente castello medievale.
Chi ama la vita attiva troverà mille passatempi, dal  golf, al rafting, dal ciclismo al trekking, nel Parco nazionale del Triglav.

IMG_0145
Una deliziosa torta alla crema che vanta 60 anni di tradizione, una succulenta cena nel ristorante del Castello di Bled  con vista eccezionale sul lago e sulle Alpi,  e una sosta rilassante nelle strutture dei Sava Hotels & Resorts  dal lussuoso  Grand Hotel Toplice al glamour camping,  completeranno la visita.
Partiamo quindi per Radovljica, meno conosciuta di Bled, ma altrettanto affascinante.
In città e nella regione circostante, castelli, manieri, chiese, palazzi sontuosi e arte popolare rurale. Il patrimonio architettonico è conservato benissimo  e testimonia grande creatività nell’uso di materiali locali.
Qui sarà davvero  piacevole  sperimentare le dolcezze della cioccolateria Molinet, fondata  da Uroš Pogačnik, e soprattutto l’apicoltura locale, che da anni fornisce ottimo miele.
Il Museo dell’Apicoltura, posto nella parte vecchia della città,  mostra questo aspetto essenziale della storia e della cultura slovena.
In estate il comportamento delle api può essere visto anche in diretta. A Radovljica la famiglia Lectar  gestisce da 500 anni un ristorante, dove vengono serviti i piatti tradizionali fatti in casa con ingredienti prodotti biologicamente.

IMG_4831
Eccoci arrivati in pochi chilometri sulla costa della Slovenia, breve, ma decisamente accogliente. Qui ci attendono gli hotel del gruppo Bernardin la società che gestisce ben 1.184 camere d’albergo,  6 hotel, 3 set di appartamenti e un campeggio che offrono una vasta gamma di servizi per ogni esigenza, dal business al turismo leisure.
Il 10 ° piano del Grand Hotel Bernardin ospita l’esclusivo  ristorante Pecina, famoso per la sua ottima cucina mediterranea con un tocco francese e una vasta selezione di vini pregiati.

Dopo la pausa sul mare, andiamo  alla scoperta nell’interno del Castello di Predjama,  arroccato su una roccia scoscesa, sopra la grotta e le sue gallerie sotterranee.
In passato erano utilizzate per offrire un rifugio a numerosi abitanti, tra cui il famoso cavaliere Erasmo di Predjama.
Vicino si aprono le famose  Grotte di Postumia che si visitano con un trenino che segue il corso del fiume Pivka, in un meraviglioso mondo sotterraneo di passaggi, corridoi e gallerie ricche di formazioni minerali.
La Slovenia vanta più di 11.000 grotte, e le Grotte di Postumia sono considerate le regine delle grotte slovene, con i 24 chilometri di lunghezza esplorati, già candidate al Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

IMG_4828
Nella stessa zona si apre la Valle Vipava, a meno di un’ora di distanza dalla capitale della Slovenia, aeroporti internazionali, Mare Adriatico, e alte montagne,  per millenni ponte di passaggio tra l’Italia e la regione del Danubio.
I Romani vi introdussero la vite, che oggi è la sua ricchezza, oltre a castelli, manieri, numerose chiese, villaggi,  strade strette e  tipiche case in pietra.
Il Lanthieri Manor, situato nel centro della città di Vipava è una perla dell’architettura barocca costruita nel 17 ° secolo da Anton V. Lanthieri,  un tipico esempio di architettura veneziana.
In questa valle, il mite clima submediterraneo con tanto sole e  sufficienti precipitazioni sfida con successo i venti di bora, e favorisce la coltivazione di splendidi vigneti e alberi da  frutta, pesche, ciliegie, fichi, cachi e albicocche.
Percorrendo la Strada del vino della Vipava, si può trovare ottima  ospitalità in numerose aziende agricole e nelle loro cantine. I vini qui sono eleganti, freschi, bevibili, e con un ricco bouquet.
Infatti questa regione è ideale per la crescita di vitigni quali Ribolla, Chardonnay, Sauvignon, Pinot Bianco, Pinot Grigio e anche Riesling e Malvasia,  da cui i vini bianchi e rossi  conosciuti con il nome di Vipavec.

La zona di Brda / Collio infine è probabilmente una delle più interessanti regioni culinarie europee. Qui sottili influenze mediterranee  incontrano forti sapori continentali, unendo  la tradizione austro-slovena e la creatività italiana.
Proprio questa ricchezza e il desiderio di utilizzare i migliori ingredienti freschi  fanno la caratteristica principale del ristorante Gredic, uno dei migliori del Collio sloveno.

Info: https://www.slovenia.info/it

Franca D. Scotti

IMG_4839