I DUE CYRANO NEL RUOLO PIU’ IMPORTANTE DELLA LORO VITA

Scritto da AGENDAVIAGGI on . Postato in Appuntamenti

In scena gli attori Alessandro Betti e Alfredo Colina che si affrontano in un gioco spietato che conduce ad una più ampia ponderazione sull’odierna condizione dell’attore.

Milano, Italia
In prima nazionale sul palco del Teatro Libero debutta I due Cyrano, nuova produzione de La Danza Immobile/Teatro Binario 7.
In scena gli attori Alessandro Betti e Alfredo Colina che si affrontano in un gioco spietato che conduce ad una più ampia ponderazione sull’odierna condizione dell’attore. Lo spettacolo, coinvolgente e appassionante, è focalizzato sull’attesa snervante che i due protagonisti affrontano prima del provino per la selezione del casting. Uno arriva prima dell’altro e aspetta con trepidazione nell’anticamera per essere chiamato.

I-Due-Cyrano-teatro-milano-700

E’ agitato e nervoso e pensa di non superare il provino. Arriva l’altro candidato, il primo vuole eliminarlo, fingendosi lui stesso il direttore del casting. Da qui inizia il gioco crudele: entrambi vogliono quella parte, pur sapendo di essere inadatti, e entrambi sono disposti a tutto pur di interpretare il ruolo più importante della loro vita.
Il tempo passa inesorabile ma nessuno li chiama. L’attesa stressante diventa la metafora della condizione dell’attore: devo arrivare prima per essere scelto, ma tutto è inutile perché non sono all’altezza, non sono preparato. La situazione prende una sfumatura macabra: uno dei due attori, dopo aver fatto il provino, torna con il volto e la camicia macchiati di sangue. Non si sa cosa sia successo nella stanza con il regista, ma sicuramente è qualcosa di ineluttabile. La situazione è alquanto bizzarra e il cadavere, o il presunto tale, pone i due attori, complici accidentali di una black comedy, davanti a delle scelte difficili, senza via d’uscita.

Lo spettacolo, sostenuto nell’ambito del progetto Next 2015, è scritto e diretto da Corrado Accordino.

Dove: Teatro Libero, Via Savona, 10
Quando: dal 30 marzo al 10 aprile 2016
Info: tel 028323126

Lucia Siliprandi