La nuova edizione della Festa del Torrone invaderà la città per nove giorni, di cui due fine settimana, da sabato 16 a domenica 24 novembre.

Cremona: La Festa del Torrone, omaggio ai piaceri della tradizione

Scritto da Giovanni Scotti on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

La nuova edizione della Festa del Torrone invaderà la città per nove giorni, di cui due fine settimana, da sabato 16 a domenica 24 novembre.

Cremona, Italia.
Nella Sala Consulta del Comune di Cremona, è stata presentata la nuova edizione della Festa del Torrone, che è stata presentata dal sindaco Gianluca Galimberti, dell’assessore Barbara Manfredini, dell’organizzatore Stefano Pelicciardi (Sgp Events), da Ilaria Casadei, in rappresentanza della Camera di Commercio, da Enrico Manfredini (Sperlari), da Massimo Rivoltini (Rivoltini) e a Marina Gritta (Vergani).

In occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla sua morte. il filo conduttore di questa edizione della Festa del Torrone sono il Genio e la Creatività di Leonardo Da Vinci.

Il programma prevede, oltre alle performance più tradizionali, come, ad esempio, le costruzioni giganti di torrone, la rievocazione del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti e il Premio Torrone d’oro, anche delle novità.

Proprio in omaggio a Leonardo da Vinci, la Sperlari realizzerà una maxi scultura di torrone, che riprodurrà l’Uomo Vitruviano, realizzata dal maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia. Ci sarà anche un’infiorata che vedrà protagonista ‘La Gioconda con il torroncino’, un enorme disegno di circa 100 mq realizzato da artisti aiutati dal pubblico per una rivisitazione del celebre quadro della Gioconda, che, questa volta, sarà pronta ad assaggiare un torroncino.

Il programma prevede anche degustazioni, visite guidate ed eventi adatti a tutte le età.

Un omaggio particolare, poi, sarà dedicato all’assegnazione delle Olimpiadi del 2026 a Milano e Cortina: sabato 16 novembre i ragazzi dell’associazione Thisability, infatti, parteciperanno ad una fiaccolata da Piazza Duomo a Milano fino a Piazza del Comune a Cremona, portando una fiaccola del modello olimpico realizzata tutta in torrone, che darà l’avvio ufficiale alla Festa del Torrone. L’associazione, grazie al suo impegno, riceverà il Premio Torrone d’oro, che, quest’anno, sarà assegnato anche alla scrittrice Rosa Ventrella, giovane promessa della letteratura italiana, autrice del romanzo ‘La malalegna’ edito da Mondadori.

Domenica 17 novembre, Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano, darà vita al ‘Dolce della Festa’, creato proprio per la Festa del Torrone: Successivamente Sonia Peronaci sarà premiata sul palco allestito in Piazza del Comune.

La Festa del Torrone è il lavoro di aziende del territorio che puntano sulla qualità, fatta di rispetto per le tradizioni e di ricerca tecnologica all’avanguardia, incontrano migliaia di persone che ogni anno affollano Cremona per assistere alle rievocazioni storiche e agli eventi dedicati al dolce cremonese per eccellenza. – ha detto Barbara ManfrediniAccanto agli eventi ci sono ristoratori, strutture ricettive e negozi; ci sono guide turistiche e progetti di promozione turistica e culturale che esaltano i nostri prodotti tipici, e i nostri imprenditori della produzione e della ristorazione.

Come ogni anno anche le tre principali aziende dolciarie del territorio parteciperanno con diverse iniziative.

Rivoltini, ad esempio, non solo preparerà un’immensa lastra di torrone lunga 10 metri, ma ha anche istituito il ‘Premio Bontà’ che sarà assegnato al dottor Marco Stabile, chirurgo e socio fondatore di Aicpe onlus. Nel corso dei 9 giorni della Festa, Rivoltini organizzerà un evento, insieme con la Confartigianato, “Le mani in pasta”: tutti potranno realizzare marmellate artigianali.

Sperlari, invece, provvederà alla maxi costruzione, realizzata in torrone, rappresentante l’Uomo Vitruviano di Leonardo, delle dimensioni di 2.5 per 2.5 metri circa, che prenderà forma domenica 24 novembre, a partire dalle 14.45.  , Sperlari si occuperà anche della maxi infiorata, un disegno enorme, di circa 100 mq, che rivisiterà il celebre quadro della Gioconda, che, in questa occasione, avrà in mano un torroncino.

Da lunedì 18 a venerdì 22 novembre la sede di Sperlari ospiterà i Laboratori del Gusto: come nelle precedenti edizioni, Sperlari propone ai più curiosi di visitare il reparto produttivo del torrone in piena attività e partecipare alla degustazione di due ricette gourmet (una dolce e l’altra salata) nelle quali il torrone sarà il protagonista. I piatti saranno realizzati dai ragazzi dell’Istituto Einaudi di Cremona per essere poi serviti ai visitatori. La prenotazione è obbligatoria.

Durante i due weekend di festa, il 16 e 17 e, di nuovo, il 23 e 24 novembre, la Loggia dei Militi sarà il palcoscenico per “Torrone Live”, uno spazio speciale dove i visitatori potranno assistere alle principali fasi della produzione artigianale del torrone. Due visori oculus permetteranno, in particolare, ai visitatori di effettuare una visita virtuale della linea di produzione del torrone Sperlari grazie alla realtà aumentata. Lo spazio di degustazione sarà aperto dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Info, programma completo della manifestazione, location ed orario delle animazioni, degli intrattenimenti, dei grandi eventi e delle iniziative di taglio gastronomico: www.festadeltorrone.com.

Giovanni Scotti

Giovanni Scotti

Come giornalista sono nato nel settore giuridico, che era il mio settore professionale. Poi ho ampliato i miei interessi alle novità tecnologiche, alla salute ed al turismo. Ora, sempre alla scoperta di novità in un mondo in evoluzione, dopo aver lavorato per diversi anni per riviste del settore cartaceo, continuo a collaborare come giornalista freelance con varie testate on line, in alcune delle quali sono anche responsabile di rubriche. Dirigo il periodico on line www.focus-online.it