MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

CREMONA CI PRENDE PER LA GOLA!

Scritto da Franca Dell’Arciprete Scotti on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink, Weekend

MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

Milano, Italia

Si chiama “Degustando in Bottega” la bella iniziativa che si svolgerà a Cremona nei  weekend dal 30 novembre 2019 fino al 5 gennaio 2020.

Protagoniste le botteghe, regni del  “saper fare”,  scrigni che contengono i segreti di un mestiere antico, insieme con  i prodotti gastronomici locali, che porteranno visitatori curiosi e golosi a scoprire tante storie di artigiani e produttori, con una esperienza diretta e carica di tante emozioni.

“Degustando in Bottega” invita a vivere quei luoghi dove quotidianamente si rinnova la tradizione che rende Cremona famosa e unica nel mondo, e  assistere a parte del processo di lavorazione di uno strumento ad arco, accompagnato dalle parole sapienti del maestro liutaio.

A conclusione della visita una degustazione di prodotti tipici, come torrone, mostarde, formaggi e altre ghiottonerie, per gustare col palato oltre che con gli occhi altre eccellenze del territorio cremonese.

La Welcome Card Special Edition, curata in occasione di Degustando in Bottega, la tessera che si può acquistare presso l’infopoint del Comune di Cremona al costo di 10 euro, oltre alla visita guidata alla città, a una serie di sconti per l’ingresso ai musei, a teatro, nei ristoranti e hotel, si arricchisce di alcune esperienze uniche che si possono vivere solo a Cremona: la visita di una bottega di liuteria, l’audizione di un violino Stradivari presso l’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino, la visita al Teatro A. Ponchielli e il tour presso la produzione di formaggi Fattorie Cremona.

“Continuiamo a promuovere Cremona puntando sulla nostra identità e sulle nostre eccellenze – commenta l’assessore al Turismo Barbara Manfredini” – in un intreccio di segmenti, turismo, artigianato, gastronomia e commercio – che presentano la città non come un insieme di peculiarità lontane le une dalle altre, ma come una realtà ricca di eccellenze, che meritano di essere considerate e vissute insieme.”

E le goloserie di Cremona sono protagoniste  anche di feste e manifestazioni dedicate.

Dal  16 al  24 novembre torneranno ad accendersi i riflettori della Festa del Torrone 2019, manifestazione divenuta ormai un punto di rifermento per appassionati, golosi e addetti ai lavori che si preparano durante tutto l’anno all’attesissimo evento. La Creatività è il comune denominatore degli eventi, che spazieranno dall’omaggio a Leonardo Da Vinci alle Olimpiadi Milano Cortina 2026  con l’Associazione ThisAbility, dal Premio Torrone D’Oro allo show cooking di Sonia Peronaci.

La SGP Events, che ormai da 12 anni organizza la manifestazione,  punta sulla   rievocazione del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, sculture giganti o costruzioni particolari come una fiaccola olimpica di torrone in onore dell’assegnazione delle olimpiadi invernali Milano Cortina 2026, un’immensa lastra di torrone lunga 10 metri e tra le novità il “Premio Bontà”, istituito dall’azienda Rivoltini.

MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

La Loggia dei Militi sarà il palcoscenico per “Torrone Live”, uno spazio speciale dove i visitatori potranno assistere alle principali fasi della produzione artigianale del torrone ed assaggiarlo. Un gruppo di artisti realizzerà, con la collaborazione del pubblico, un’immensa infiorata dal titolo “La Gioconda con il torroncino”: un disegno enorme, di circa 100 metri che raffigura Monna Lisa in versione pop art, con un torroncino in mano.

Da lunedì 18 a venerdì 22 novembre la sede della Sperlari, leader nel mercato dolciario, e simbolo del made in Italy in tutto il mondo, da sempre  partner principale della Festa del Torrone, ospiterà i Laboratori del Gusto.

E’ questo il consueto appuntamento  proposto  ai più curiosi per visitare il reparto produttivo del torrone in piena attività e partecipare alla degustazione di due ricette gourmet (una dolce e l’altra salata) nelle quali il torrone sarà il protagonista.

Infine nel pomeriggio di domenica 24 novembre, ultimo giorno di festa, Sperlari  svelerà la sua scultura gigante in torrone: quest’anno sarà dedicata a Leonardo Da Vinci con una maxi scultura di torrone che riproduce l’Uomo Vitruviano, realizzata dal maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia.

MOSTARDA, TORRONE, FORMAGGI E ALTRE GHIOTTONERIE NELLE BOTTEGHE E NELLE PIAZZE DI CREMONA: IN COMPAGNIA DELL’ARTE DEI MAESTRI LIUTAI.

Dal 9 al 12 novembre torna a CremonaFiere Il BonTà 2019, Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori,  dei sapori autentici e del cibo di alta qualità, con la  presenza di 2.000 prodotti artigianali.

Il Salone è un evento unico in cui l’eccellenza enogastronomica dei prodotti tipici dei territori, unita all’educazione alimentare e alle nuove esigenze del mercato, incontra l’interesse dei consumatori e degli operatori del settore. Un filone della manifestazione è quello dedicato alla birra, con Special Beer Expo: qui le specialità birraie dei territori incontrano professionisti e appassionati del mondo della birra, creando il contesto ideale per scoprire abbinamenti originali, tendenze innovative e per confrontarsi sulle ultime novità in tema di somministrazione e consumazione delle birre speciali.

Il BonTà renderà anche omaggio a uno dei piatti più caratteristici della cucina tricolore con un appuntamento dedicato a tutti i sapori della Pizza.

E la manifestazione sarà  l’occasione per scoprire alimenti insoliti e particolari, come il Mais corvino, dal chicco nero e allungato, che veniva coltivato dai Maya già nel 3.500 avanti Cristo, ma che in Italia non si coltivava più dal 1700.

Un altro dei temi centrali dell’edizione di quest’anno sarà la valorizzazione della tradizione culinaria italiana in Europa, per arrivare a incoronare l’Ambasciatore della Cucina Italiana di Territorio.

Info:
www.festadeltorrone.com
www.ilbonta.it

Franca Dell’Arciprete Scotti

Franca Dell’Arciprete Scotti

Mille interessi potrebbero portare alla dispersione. Per fortuna non è così. Milanese di adozione, adora questa città che dà tutto, compresa la possibilità di sperimentare il giornalismo in vari settori, dalla moda, al beauty, al design. Ma la passione rimane quella dei viaggi a breve e lungo raggio, per cui scrive su varie testate, anche con proprie rubriche di benessere, gastronomia, cultura. La laurea in Lettere Classiche le ha regalato il piacere della precisione e del metodo, accompagnati dalla scoperta del bello e della leggerezza.