BUONE VACANZE ALL’EUROPA PARK

Scritto da Ivan Burroni on . Postato in archivio1, Famiglia, KidsTrips

Rust, Germania.
Riapre sabato 26 novembre il parco divertimenti più grande di Germania, forse l’unica vera alternativa europea allo strapotere di Eurodisney.

parco-divertimenti-germania-europa-park-1

L’apertura invernale, che si protrarrà per tutte le vacanze di Natale (tranne 24 e 25 dicembre) fino all’8 gennaio, per poi aprire nuovamente nel weekend successivo, dal 13 al 15 gennaio, avrà il sapore dell’Avvento: migliaia di alberi innevati, sfere e luci natalizie, il profumo speziato del Glühwein e le note dei canti di Natale faranno da cornice alla grande rappresentazione del parco, tra spettacoli, decine di proposte gastronomiche e oltre cento incredibili attrazioni, distribuite nelle 15 aree tematiche ispirate alle nazioni europee.

Tra queste troviamo quelle più adrenaliniche, tra cui Woodan, un chilometro di montagne russe in legno, oppure Silver Star, 134 km/h di velocità massina e 73 metri d’altezza, il secondo Hyper Coaster più alto d’Europa dopo Shambhala del parco spagnolo di PortAventura; oppure quelle adatte a tutta la famiglia, come Arthur e il regno dei Minimei, una serie di vagoni sospesi che ruotano e volano fuori e dentro il mondo sotterraneo dei Minimei, oppure ancora Ghost Castle, un viaggio attraverso stanze piene di terrificanti fantasmi.

Il parco si trova a Rust, nel Baden Württemberg, a pochi chilometri dal confine con la Svizzera. Raggiungibile facilmente in aereo volando su Stoccarda, oppure in automobile (solo 400 km abbondanti da Milano).

Info sul nuovo sito in italiano di Europa Park

foto by www.europapark.de

Ivan Burroni
ivan@agendaviaggi.com

Ivan Burroni

Ivan Burroni

Personaggio dai mille interessi, la maggior parte dei quali ha una vita breve quanto quella di una farfalla Effimera. In mezzo al marasma di entusiasmo per le cose della vita tuttavia esistono delle costanti, tra le quali il viaggio e la scrittura. Sogna di unire alle sue due passioni anche l’altro grande amore: quello per la sociologia e lo studio dell’uomo. Cosa ama fare in vacanza? Affittare una vespa e girare senza meta, perdersi nella giungla cittadina o nella natura inesplorata di un luogo esotico e registrare impressioni su carta, magari su un tavolino che dà direttamente sull’oceano, con un bicchiere di vino in mano e la luce del tramonto che lentamente affievolisce per lasciare il posto all’ebbrezza della notte.