TORNA ENOZIONI, RASSEGNA ENOICA DEDICATA ALLE ECCELLENZE VINICOLE NAZIONALI E NON, ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER DELLA LOMBARDIA.

ATTESA A MILANO PER LA III EDIZIONE DI “ENOZIONI”

Scritto da Franca Dell’Arciprete Scotti on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

TORNA ENOZIONI, RASSEGNA ENOICA DEDICATA ALLE ECCELLENZE VINICOLE NAZIONALI E NON, ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER DELLA LOMBARDIA.

Milano, Italia
Punto di riferimento sia per le aziende che per i consumatori,  l’Associazione Italiana Sommelier della Lombardia  organizza per la terza volta al The Westin Palace Hotel, il 25 e 26 gennaio, Enozioni, rassegna enoica dedicata alle eccellenze vinicole nazionali e non solo.

Una rassegna cresciuta negli anni con oltre 1.000 presenze nel 2019  e ormai attesissima nel panorama degli appuntamenti legati al vino nel capoluogo lombardo, che da tempo è diventato una  piazza strategica in questo settore.

Momenti culturali e di tasting esclusivi,  numerosi seminari e banchi degustazione organizzati.

Il vino in tutte le sue sfumature, dunque,  sarà il protagonista della manifestazione, descritto dalle voci di degustatori ed esperti,  che guideranno i partecipanti alla scoperta di denominazioni note a livello nazionale e internazionale.

Una vera e propria esperienza che, come appare nella scelta del nome  “Enozioni”,  oltrepasserà i tecnicismi per lasciare spazio al racconto, alla storia che accomuna tutte le etichette degustate, puntando  sull’alto profilo emozionale che coinvolga i desideri di tutti gli appassionati.

Tutto inizia nella serata inaugurale, la Cena di Gala di venerdì 24 gennaio aperta dalla madrina storica di questa iniziativa, Tessa Gelisio, conduttrice della trasmissione “Cotto e Mangiato” e da sempre grande appassionata di vini: a conclusione l’assegnazione dello storico premio Enozioni a Milano per la comunicazione del vino a tre protagonisti, selezionati da AIS Lombardia.

Il vivo della kermesse arriva sabato 25 gennaio con la consueta degustazione a banco, Calice nel Paese delle meraviglie, ispirata alla favola di Lewis Carrol, che permetterà di stupire i presenti grazie alle innumerevoli sfaccettature della produzione nazionale. Ad affiancare il tasting aperto si alterneranno ben 6 approfondimenti che spazieranno dalle eccellenze internazionali sino a quelle italiane.

Nell’appuntamento serale, quattro voci di primo piano del mondo della critica e della sommellerie italiana, Nicola Bonera, Samuel Cogliati, Armando Castagno e Luisito Perazzo,  guideranno  i presenti in un viaggio ricco di storie, aneddoti e vini indimenticabili.

Domenica 26 gennaio a partire dalle 14.30 Enozioni apre le porte a Vi.Te. che riunisce tutti i produttori che hanno saputo valorizzare al massimo il rapporto con la terra, il rispetto dell’ambiente e la custodia del territorio, per realizzare   vini “artigianali”.

Il Presidente di AIS Lombardia, che ad oggi conta 6.500 associati, Hosam Eldin Abou Eleyoun, commenta così l’intervento dell’Associazione alla terza edizione della rassegna: “È una grande occasione per ritrovare amici produttori che, con la loro presenza, confermano la bontà di questo evento, dando la possibilità sia ai nostri associati sia agli appassionati di degustare vini naturali di altissima qualità. Un appuntamento importante nel panorama produttivo italiano e internazionale”.

Nel corso della seconda giornata si intrecceranno 5 momenti di approfondimento che avranno come protagoniste le zone della Borgogna con lo Chablis, la Champagne, il Jura, le Langhe e i diversi cru di Barolo, sino all’eleganza di Bordeaux.

Il programma completo di Enozioni 2020 è disponibile sul sito www.aislombardia.it

Franca Dell’Arciprete Scotti

Franca Dell’Arciprete Scotti

Mille interessi potrebbero portare alla dispersione. Per fortuna non è così. Milanese di adozione, adora questa città che dà tutto, compresa la possibilità di sperimentare il giornalismo in vari settori, dalla moda, al beauty, al design. Ma la passione rimane quella dei viaggi a breve e lungo raggio, per cui scrive su varie testate, anche con proprie rubriche di benessere, gastronomia, cultura. La laurea in Lettere Classiche le ha regalato il piacere della precisione e del metodo, accompagnati dalla scoperta del bello e della leggerezza.