Asiago: la Distilleria Rossi d’Asiago e l’artista Panozzo insieme per il film “Destini”

Asiago diventa set per l’anteprima di “Destini”. Protagonisti, distilleria Rossi d’Asiago e l’artista Moreno Panozzo

Scritto da Giovanni Scotti on . Postato in Appuntamenti, Coppia, Food&Drink

Asiago: la Distilleria Rossi d’Asiago e l’artista Panozzo insieme per il film “Destini”

Appuntamento ad Asiago, dove la Distilleria Rossi è stata protagonista di un evento che si è svolto nell’esclusiva location dell’Atelier Artistico di Moreno Panozzo, set d’eccezione per l’anteprima della pellicola.

Asiago (VI), Italia.
La Distilleria Rossi d’Asiago e l’artista Panozzo insieme per il film “Destini” Venerdì 8 novembre, ad Asiago, nell’esclusiva location dell’Atelier Artistico di Moreno Panozzo, è stato proiettato, in anteprima (la proiezione pubblica si è svolta sabato 9 novembre al Cinema Lux di Asiago), il film Destini, di cui la Distilleria Rossi d’Asiago è stata uno dei principali sponsor. Set d’eccezione è stato l’Atelier dell’artista asiaghese, dove oggi è stata proiettata in anteprima la pellicola. All’evento sono intervenuti gli imprenditori Patrizia e Nicola Dal Toso della Distilleria Rossi d’Asiago, l’artista Moreno Panozzo, il regista del film Luciano Luminelli, gli attori Nando Irene e Chiara Tascione e il musicista Tiziano Novelli. Il film Destini è ambientato quasi esclusivamente in Veneto.

La storia si snoda tra le città di Asiago, Treviso, Padova e Cittadella. Cornice della proiezione è stata Suburban Doors la scultura più significativa e dirompente di Moreno Panozzo: un’opera monumentale che ha già fatto il giro del mondo, toccando tutti i Continenti. E’ il portale di un vecchio container, modificato con l’inserimento di incavi, tagli, increspature e lievi dorsali. Gli ospiti, inoltre, sono stati guidati in un percorso sensoriale alla scoperta del Kranebet, il distillato più conosciuto della distilleria Rossi d’Asiago, costruita oltre 150 anni fa dalla famiglia Dal Toso di Ponte di Barbarano, in provincia di Vicenza, e che oggi esposrta in oltre 150 Paesi nel mondo. Il distillato è stato abbinato al menu territoriale dello chef Elvis Pilati.

Giovanni Scotti

Giovanni Scotti

Come giornalista sono nato nel settore giuridico, che era il mio settore professionale. Poi ho ampliato i miei interessi alle novità tecnologiche, alla salute ed al turismo. Ora, sempre alla scoperta di novità in un mondo in evoluzione, dopo aver lavorato per diversi anni per riviste del settore cartaceo, continuo a collaborare come giornalista freelance con varie testate on line, in alcune delle quali sono anche responsabile di rubriche. Dirigo il periodico on line www.focus-online.it