UN "VIAGGIO" NELL'ECCELLENZA DELL'ENOGASTRONOMIA PUGLIESE IDEATO DA “COMUNICA – CREATIVE COMPANY” DI MANFREDONIA (FG) IN COLLABORAZIONE CON REGIONE PUGLIA E PUGLIAPROMOZIONE.

A MILANO “BUONA LA PUGLIA”: UN NUOVO APPUNTAMENTO IN COBRANDING DI PUGLIAPROMOZIONE

Scritto da Franca Dell’Arciprete Scotti on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink

UN "VIAGGIO" NELL'ECCELLENZA DELL'ENOGASTRONOMIA PUGLIESE IDEATO DA “COMUNICA – CREATIVE COMPANY” DI MANFREDONIA (FG)  IN COLLABORAZIONE CON  REGIONE PUGLIA E PUGLIAPROMOZIONE.

UN “VIAGGIO” NELL’ECCELLENZA DELL’ENOGASTRONOMIA PUGLIESE IDEATO DA “COMUNICA – CREATIVE COMPANY” DI MANFREDONIA (FG)  IN COLLABORAZIONE CON  REGIONE PUGLIA E PUGLIAPROMOZIONE.

Milano, Italia.
Due sedi di “Pescaria” – brand in forte ascesa a livello internazionale e divenuto simbolo stesso della Puglia – di via Bonnet e via Solari a Milano, sono state scelte per ospitare “Buona la Puglia”,  con corner informativi, proiezione di immagini turistiche, cooking show dello Chef Lucio Mele, workshop sull’enogastronomia pugliese.

 “Buona la Puglia” a Milano è un viaggio gourmet unico nei cinque sensi realizzato attraverso un  progetto di valorizzazione e promozione territoriale ideato da “Comunica – Creative Company” di Manfredonia (Fg)  in collaborazione con  Regione Puglia e Pugliapromozione nell’ambito dell’Avviso Pubblico ” Attività di comunicazione in co-branding 2018/2019″.

Partners dell’iniziativa, oltre a Pugliapromozione, due avamposti dell’identità regionale che hanno contribuito al “contagio virale” della pugliesità: l’Associazione “Pugliesi a Milano” e “Inchiostro di Puglia”.

Un viaggio gourmet, dunque, che ha fatto “sposare” i sapori ed i saperi di tutte e sei le province, da Poggio Imperiale a Santa Maria di Leuca (Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari, Brindisi, Lecce e Taranto): a “celebrarlo” un creativo  ed accattivante showcooking che ha mixato prodotti e ricette tra tradizione ed innovazione, gusto ed estetica, che aveva  come fil rouge la frisella, uno dei simboli più noti della tavola pugliese:

 – Frisella Gambero (Foggia) con gambero, mozzarella, melanzane, pancetta, ketchup e maionese (di produzione artigianale con ingredienti naturali locali);

Frisella Tonno all’olio (Barletta – Andria – Trani) con fiordilatte, insalata di pomodorini, tonno all’olio, basilico e capperi, cipolla in agrodolce;

– Frisella Polpo (Bari) con ricotta, cime di rapa, polpo, pomodoro confit;

– Frisella Tonno (Brindisi) con pesto di rucola, pomodoro, stracciatella, tonno, germogli aromatici;

– Frisella Cozza (Taranto) con stracciatella, cozze fritte, scorza di limone;

– Panino Buona la Puglia (Lecce) con polpo in umido, fave, cicorie e chips di cipolla di Acquaviva.

In Puglia è sempre festa a tavola. Un vero trionfo di sapori del Mediterraneo. Dal Gargano al Salento, il palato è deliziato  con il gusto autentico dell’enogastronomia pugliese,  caratterizzata soprattutto dal rilievo dato alla materia prima, sia di terra che di mare.

Paesino che vai, ricetta tipica che trovi: per un menu che profuma di orecchiette fatte in casa, carne alla brace o specialità a base di pesce. Ma anche verdure di stagione, latticini, formaggi e tanti prodotti da forno: focacce, “pettole” fritte e dolci “pasticciotti”.

La Puglia è sicuramente una delle regioni italiane più ricche dal punto di vista dell’offerta enogastronomica, con oltre 350 prodotti tipici (fra cibi e vini a indicazione geografica, presidi Slow Food e Prodotti Agroalimentari Tradizionali), 12 Strade del Vino e dei Sapori, 188 masserie didattiche, senza considerare gli oltre 12.000 ristoranti, i quasi 1.800 agriturismi, i Musei a tema, i frantoi e le cantine, le Città del Vino e dell’Olio e i micro-birrifici.

Tanto che anche il prestigioso “New York Times”, lo scorso agosto, ha definito la Puglia meta meravigliosa con luoghi da favola e da “food coma”. Infatti qui il cibo non è semplicemente alimentazione, ma vero e proprio rito ancestrale esaltato dalle ricette della tradizione e dalla genuinità dei prodotti.

Dunque lo scorso agosto, attraverso le parole di Sebastian Modak, il New York Times ha raccontato la Puglia, già scelta a gennaio fra le 52 mete da visitare nel 2019. Gli ingredienti principali, secondo il giornalista, sono l’insieme di paesaggi e borghi autentici e poi la cucina che, con orecchiette con le rape, fave cicorie o capocollo, provoca quello strano “food coma”, una piacevole sonnolenza post pranzo che ben si concilia con una vacanza rilassante e benefica per la salute.

Info: www.viaggiareinpuglia.it

Franca Dell’Arciprete Scotti

Franca Dell’Arciprete Scotti

Mille interessi potrebbero portare alla dispersione. Per fortuna non è così. Milanese di adozione, adora questa città che dà tutto, compresa la possibilità di sperimentare il giornalismo in vari settori, dalla moda, al beauty, al design. Ma la passione rimane quella dei viaggi a breve e lungo raggio, per cui scrive su varie testate, anche con proprie rubriche di benessere, gastronomia, cultura. La laurea in Lettere Classiche le ha regalato il piacere della precisione e del metodo, accompagnati dalla scoperta del bello e della leggerezza.