MILANO MARITTIMA: COSÌ LIBERTY ED ECOTRASGRESSIVA

Scritto da Ermanno Lucchini on . Postato in Appuntamenti, Destinazioni, Spazi & Natura, Weekend

Il paradiso dei fenicotteri. Le notti jazz. Nordic walking in pineta. Cocktail di emozioni sulla Riviera adriatica.

Milano Marittima, Italia.
Primo indizio: quest’estate qui si scatenerà la movida più trendy della Riviera Adriatica. Secondo indizio: è una delle più note località balneari italiane e, in assoluto, è la più ossigenata, perché è totalmente immersa in una meravigliosa pineta. Terzo indizio: circondata da un ambiente naturale straordinario, offre una miriade di attrattive a ogni tipo di visitatore, dai teenager che sbucano in spiaggia per l’happy hour e vivono allegramente le loro “vacanze alla rovescia”, dal tramonto all’alba, ai turisti dal palato più raffinato e luxury-oriented. Avete indovinato? Milano Marittima. Sì, era facile: perché è la città delle vacanze più completa che si possa immaginare visto che riesce a soddisfare tanto chi sogna di rilassarsi in una selvaggia Camargue italiana vicino a casa quanto chi si sente felicemente approdato in una piccola Miami sul mar Adriatico.

Cervia-Citta-giardino-estate-a-milano-marittima-700

LA CITTÀ GIARDINO
Nata come costola della vicina Cervia, questa città giardino è sorta all’inizio del Novecento, in piena epoca Liberty, per offrire un buen retiro all’alta borghesia della Milano dei commerci e delle fabbriche, quella senza pini e senza mare. A un secolo dalla fondazione, ha voluto ribadire la sua matrice floreale e in omaggio ai suoi nuovi ospiti s’è abbellita trasformando terre-plein e boulevard in piccoli giardini lussureggianti e coloratissime aiuole: un profumato benvenuto – si ripete ogni anno con la manifestazione Cervia Città Giardino, nel solco della tradizionale ospitalità romagnola – che lascia incantati e mette subito di buonumore. Lungo questa sterminata mostra floreale a cielo aperto, sostando davanti ai vari punti selfie collocati strategicamente nei giardini più spettacolari è impossibile resistere alla tentazione di celebrare su Facebook le tante emozioni e diversi colori di una vacanza unica, degna di essere incorniciata da fiori meravigliosi e da piante incredibili: se non fossero proprio lì a portata di clik, a due passi dal mare, potreste dire di averle postate dal cuore della foresta tropicale, oppure da un boschetto sulle Alpi! Distante mille miglia dalla formula monotematica del divertimentificio, la proposta di vacanze estive 2016 a Cervia e Milano Marittima sorprende per la qualità dell’offerta turistica, la ricchezza e unicità dell’ambiente naturale che si incontra e l’intensità delle esperienze che si possono vivere. Qui. E solo qui, in questa città giardino nata per divertire e rigenerare lo spirito.
Fenicotteri-estate-a-milano-marittima-700
NATURA SORPRENDENTE
Osservare nuvole di coloratissime farfalle e lasciare che si avvicinino e arrivino a sfiorarvi o, addirittura, a posarsi sulla vostra mano: non è un’esperienza da tutti i giorni quella che potete vivere alla Casa delle Farfalle di Cervia. Ma ancor più suggestivo è avvicinarsi in religioso silenzio a stormi di fenicotteri rosa – la colonia stanziale conta ormai 2.700 stupendi esemplari – tornati a popolare la riserva naturale della Salina di Cervia, da dove partono visite guidate in barca elettrica (ai partecipanti vengono forniti adeguati binocoli) alla scoperta di un ecosistema unico. Non che percorrere in bicicletta i sentieri ciclabili della foltissima pineta per decine di chilometri sia meno emozionante: nel Parco Naturale, dove vivono bufali, daini e baby pigs e lungo il canale emissario delle saline (percorribile in canoa kayak) l’immersione nella biodiversità è totale. Nordic walking con istruttore tra mare e pineta (partenza da Corallo Beach), trekking culturale nei luoghi della marineria cervese, passeggiate alla scoperta del liberty e bagni termali notturni sono altre interessanti esperienze che possono arricchire una vacanza balneare ma “non solo mare”.
Papeete-estate-a-Milano-Marittima-700
I LUOGHI DELLA MOVIDA
Se vi rimane energia da spendere, magari dopo aver fatto un po’ di shopping e una capatina da sessantallora per rinnovare la mise da ciclista urbano/a e fare il check-up biodinamico in sella alla dueruote, oppure se è proprio verso sera che  suona la vostra sveglia del divertimento, potete optare tra la spiaggia, per un aperitivo al Mosquito Beach 236 e un happy hour al Papeete, o il centro di Milano Marittima, dove la movida si scatena ai tavoli (e anche sopra i tavoli) del Vanquish e del Zouk Santana, street bar-discoteca che attirano da mezz’Italia ragazzi in vena di trasgressioni e non. Per incorniciare la serata con una cena formale in un ambiente molto chic, niente di meglio che prenotare un tavolo Al Caminetto, che anche quest’anno alla clientela più sofisticata riserva la sopresa delle cene-cabaret.
Van-Quish-estate-a-milano-marittima-700
PER CAMBIAR MUSICA
Chi alla musica house, latina o fusion preferisce un sound più… maturo, apprezzerà la scelta del mitico Blue Note di Milano di ripetere anche quest’anno a Milano Marittima l’esperienza delle Jazz Nights al resort MarePineta: tre serate di raffinate sonorità con cena di gala a bordo piscina (menu firmato dallo chef Andrea Ribaldone), in un’incantevole location all’aperto. Nick the Nightfly Orchestra (30 giugno), Take 6 (2 luglio) e Terence Blanchard (4 luglio) gli show in calendario.
Palace-Hotel-estate-a-milano-marittima-700
TACCUINO DI AGENDAVIAGGI
Dove mangiare
Al Caminetto
, (tel. 0544 994479) ottimo pesce & ottimo champagne. Sala riservata per i fumatori.
Dove dormire
Nel paradiso a cinque stelle del Palace Hotel (tel. 0544 993618), la vacanza da sogno diventa realtà.
Informazioni e prenotazioni alberghiere
Cervia Turismo (tel. 0544 974400)
Ermanno Lucchini
Ermanno Lucchini

Ermanno Lucchini

Elettrizzato da Londra a 14 anni, da allora Ermanno Lucchini non ha più smesso di viaggiare: da Lodi a Milano, tutti i giorni, casa-redazione redazione-casa (prima ad Altroconsumo, poi negli ultimi vent’anni a Io donna, il femminile del Corriere della Sera). Qualche parentesi: Madagascar, Polinesia, Ngorongoro, Cina, India, Messico, Cuba, Stati Uniti, Germania (in bici: lungo il Reno, sul lago di Costanza, a Monaco, a Berlino, a Kassel per Documenta). A 59 anni si ostina a pedalare e a prendere treni affollati e quasi sempre in ritardo: dice che è la miglior terapia per rimanere vivo. E vegeto.