L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

ALLA SCOPERTA DELL’UMBRIA DEL VINO

Scritto da Franca Dell’Arciprete Scotti on . Postato in Food&Drink, Itinerari, On the road

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

Milano, Italia.
Non tutti sanno che l’Umbria ha un  ricco patrimonio enogastronomico. 
Da scoprire in un territorio splendido, punteggiato da piccoli borghi, torri merlate, chiese romaniche, colline ondulate e ricche campagne, dove spiccano vigneti e oliveti.
E  l’autunno sarà  il periodo ideale per gli enoturisti, tra cantine aperte e accoglienti,  foglie  rosse  e gialle, profumi intriganti.

Ad  oggi  61 cantine appartengono  al  Movimento Turismo del Vino dell’Umbria, l’associazione no profit, derivazione regionale del Movimento Turismo del Vino,  che rappresenta una formula unica al mondo capace di racchiudere in sé oltre mille tra le migliori aziende vitivinicole e distillerie italiane in tutte le 20 regioni. Tutte condividono il Decalogo dell’Accoglienza, che costituisce un vero e proprio sigillo di garanzia, sinonimo di professionalità per una vera “Accoglienza coi Fiocchi”.
Info:
http://www.mtvumbria.it
http://www.stradevinoeolio.umbria.it/

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

Prima  tappa Torgiano, con la famose cantine Lungarotti, con tre secoli di storia familiare, e dagli anni ’60  simbolo dell’eccellenza umbra in Italia e nel mondo, con le sue produzioni di Torgiano e Montefalco.
Merito dell’azienda, attraverso la Fondazione Lungarotti Onlus,  la diffusione dei saperi, delle arti e della cultura della civiltà millenaria del vino e dell’olio. Il Museo del Vino (MUVIT) e il Museo dell’Olivo e dell’Olio (MOO) ne sono un’eccellente imperdibile testimonianza: 3500 reperti, diversi percorsi tematici che raccontano circa 5000 anni di storia, attraendo oltre 10mila visitatori all’anno.

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

Lungarotti è stata anche antesignana nell’Enoturismo,  questa nuova forma di turismo, sempre più diffusa.
Visite e degustazioni guidate, esperienze in vigna e nei musei, ospitalità nell’Agriturismo Poggio alle Vigne, tra i vigneti del Rubesco, proposte enogastronomiche targate Lungarotti all’‘Enoteca della Cantina’, e all’Osteria del Museo’, in cui sperimentare il connubio vino e cucina tipica.
Info:
www.lungarotti.it

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

Vicino a Perugia un’altra tappa sarà la cantina Goretti sulla Via del Cantico, eccellente non solo per i suoi vini, Arringatore, Sagrantino, Grechetto, ma soprattutto per la varietà e ricchezza di proposte di enoturismo: dai massaggi con i prodotti di winetherapy, alle passeggiate a cavallo per le vigne, ai giri in elicottero con partenza dalla tenuta, alle famose lezioni di cucina umbra con nonna Marcella.
La grande attenzione per le origini e per la propria storia, ha portato al restauro della trecentesca torre di proprietà, emblema delle etichette dei vini Goretti, baluardo della tenuta di Pila e oggi complesso multifunzionale con sale degustazione e camere, per accogliere tutti coloro che visitano questa parte dell’Italia del vino.
Info:
www.vinigoretti.it

E sempre a pochi chilometri da Perugia, ci attende a Umbertide la Cantina Blasi, che organizza visite e cene/degustazione a buffet anche per piccoli gruppi, solo su prenotazione.
Info:
http://www.cantineblasi.it/

Da Perugia, grande città d’arte, il nostro itinerario ci porta verso piccoli borghi, veri gioielli da godere con un turismo slow.
Montefalco, definito  la “Ringhiera dell’Umbria” per i suoi belvedere sui rilievi dell’Appennino, del Subasio e dei Monti Martani, invita a un tour delle sue splendide mura medievali, intramezzate dalle porte, tra cui quella di Federico II, e nella chiesa-museo di San Francesco che rappresenta una sintesi della storia, della cultura e della tradizione di Montefalco, famosa per gli affreschi di Benozzo Gozzoli denominati “Storie della vita di San Francesco”.

Nel convento di Santa Chiara, dove vivono le suore di clausura, c’è la vite di Sagrantino più vecchia di Montefalco e dell’Umbria, che ha 150 anni.
Un vitigno diventato celebre,  da anni un vero fenomeno di moda.
La Strada del Sagrantino conduce appunto attraverso le colline coltivate con questo vitigno dalle cantine più celebri.

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

La Cantina Scacciadiavoli, costruita nel 1884 dal Principe Ugo Boncompagni Ludovisi, oggi di proprietà della famiglia Pambuffetti, è una delle più antiche del territorio: interessantissima  la visita proprio alla cantina storica, dove  l’azienda propone  degustazioni. Una curiosità: il nome Scacciadiavoli deriva dal soprannome dato ad un esorcista che viveva in un borgo al confine con la proprietà.
Info:
https://www.cantinascacciadiavoli.it/

Un altro splendido borgo è Todi, anche questo tipicamente medievale, che dall’alto di una collina  domina l’incantevole valle del Tevere.
Le sue tre cerchia di mura, etrusche, romane e medievali, racchiudono innumerevoli tesori: la centralissima Piazza del Popolo, il Palazzo Comunale, il duecentesco Palazzo del Capitano e il Palazzo dei Priori, la Chiesa di san Fortunato,  che conserva nella cripta la tomba del grande Jacopone da Todi.

Di fronte a Todi, in posizione panoramica, la chicchissima Residenza Roccafiore, immersa tra vigne e oliveti, offre agli enoturisti più sofisticati un Centro Benessere, il Ristorante Fiorfiore dove degustare i vini in abbinamento al menù degustazione della cucina umbra,  visite guidate alla cantina di produzione e d’invecchiamento.
Info:
www.roccafiore.it

L’AUTUNNO È LA STAGIONE IDEALE PER SCOPRIRE IN UMBRIA VIGNE E CANTINE, ANTICHI BORGHI, MAGNIFICI RESORT  E ALLETTANTI PROPOSTE GASTRONOMICHE.

INFINE ORVIETO.
Dopo il tramonto davanti al famoso Duomo,  sarà perfetta la cena presso la tenuta Il  Palazzone.
Già inserito nel 1591 nel “Catasto dei beni della Fabbrica” tra i possedimenti dell’Opera del Duomo di Orvieto, l’edificio detto da secoli il Palazzone sembra coincidere con quello fatto costruire come hospitalis dal Cardinale Teodorico, ovvero un ostello per viandanti e pellegrini diretti a Roma, durante il primo Giubileo del 1300 voluto dal Papa Bonifacio VIII.

Una nobile storia, dunque,  che continua oggi con l’opera di ristrutturazione delle case coloniche, e valorizzazione dei terreni collinari con una vista emozionante sulla rupe di Orvieto, da parte della famiglia Dubini.
Venticinque ettari di vigneto producono oggi vini di grande complessità e carattere: Orvieto, leggiadro ma incisivo, mediterraneo e al tempo stesso dotato di una fibra serrata e  un rosso “importante”, l’Armaleo.
Info:
www.palazzone.com
www.locandapalazzone.com

Tags: , , , , , ,

Franca Dell’Arciprete Scotti

Franca Dell’Arciprete Scotti

Mille interessi potrebbero portare alla dispersione. Per fortuna non è così. Milanese di adozione, adora questa città che dà tutto, compresa la possibilità di sperimentare il giornalismo in vari settori, dalla moda, al beauty, al design. Ma la passione rimane quella dei viaggi a breve e lungo raggio, per cui scrive su varie testate, anche con proprie rubriche di benessere, gastronomia, cultura. La laurea in Lettere Classiche le ha regalato il piacere della precisione e del metodo, accompagnati dalla scoperta del bello e della leggerezza.