UNDICESIMO GIORNO: QUEENSTOWN

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in On the road, viaggi senza barriere

Arrivare a Queenstown è stato come respirare una boccata d’aria fresca!
Offre attrazioni per tutti i gusti e, dagli anni ottanta, è riconosciuta come la città degli sport estremi. I più avventurieri si possono sbizzarrire col bunjee jumping, il rafting, la canoa sulle rapide dei fiumi o col climbing. Inoltre hanno la possibilità di effettuare giri panoramici in elicottero.

Molti giovani la popolano e la vivono proprio per questo. È situata sulle rive del lago Wakatipu che è anche navigato dalla squadra nazionale neozelandese di barca a vela. Il lungolago offre dei giardinetti per chi preferisce il relax o desidera solamente ammirare il panorama. La catena montuosa Remarkables fa da contorno allo scenario.

queenstown-nuova-zelanda1

A pochi minuti a piedi dal centro si trova la Skyline Gondola, tipo di teleferica che raggiunge la cima di un monte dal quale si ha la veduta completa della baia sottostante.

Domani sarò ancora qui per visitare i giardini botanici e il Kiwi Park.

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”