RISTORANTI CONTRO LA FAME 2019: UN MOTIVO IN PIU’ PER MANGIARE FUORI

Scritto da Elena Bianco on . Postato in Food&Drink

Tutti i ristoratori che partecipano all’iniziativa

Milano. Dal 2016 la violenza è stata identificata come prima causa delle crisi alimentari: 113 milioni di persone lo scorso anno versavano in situazione alimentare di crisi (a livello 3, 4, 5 della classificazione internazionale), e di queste 74 milioni  vivono in 21 paesi in conflitto.
A questa situazione si è aggiunto il cambiamento climatico, nuova grande causa di carestie e squilibri del comparto agroalimentare.
Con queste premesse, dunque, negli ultimi anni è registrato un incremento della malnutrizione e la lotta di Azione contro la Fame, ONG internazionale dedicata esclusivamente a combattere la fame, si è fatta ancora più intensa e necessaria.

Ecco perché da domani 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione, fino a fine dicembre 2019 si svolgerà la campagna di Ristoranti Contro la Fame, iniziativa che in 5 anni ha coinvolto oltre 600 ristoranti e 500.000 clienti, raccogliendo 350.000 € e aiutando 12.000 bambini con il cibo terapeutico.

Alcuni ristoratori partecipanti presentano i loro “piatti solidali”

Come ricordato da Simone Garroni, direttore generale di Azione Contro la Fame, la ONG nata a Parigi nel 1979 da un gruppo di intellettuali per combattere l’emergenza in Afganistan, oggi compie 40 anni. Durante tutti questi anni Azione Contro la Fame è sempre stata in prima linea, innovando e migliorando via via le conoscenze con studi medici specifici e il modo di trattare la piaga della malnutrizione.

Oggi, oltre all’uso di cibo terapeutico, si parla dunque di acqua, igiene, supporto psicologico: tutti interventi che nel 2018 sono venuti in soccorso di 37 emergenze in 26 Paesi.

Francesco Mascheroni, Armani Hotel. Gambero Rosso di Mazara.

Il meccanismo della campagna Ristoranti contro la Fame resta il medesimo: la donazione di 2 € del ristorante per ogni piatto o un menù “solidale” venduti. Donazione di 2 € del cliente (su invito), anche attraverso il “cioccolatino della felicità” della cioccolateria La Perla di Torino.
Per il 2019 si potrà scegliere fra 165 ristoranti e pizzerie in tutta Italia.

Shivanjali Shankar, Cittamani. Risotto Bisi Sele con Thokku, salsa di pomodoro tipica del sud dell’India e frittelle di melenzane.

Forse non basterà per il target internazionale di Azione Contro la Fame 2016-2020: abbassare il tasso di mortalità sotto i 5 anni del 20% nei 10 paesi dove la malnutrizione miete più vittime. Ma è un buon inizio.

Elena Bianco
elena@agendaviaggi.com

Elena Bianco

Elena Bianco

Piemontese, cresciuta a Milano e vissuta a Venezia per un tot di anni, è laureata in Filosofia e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Giornalista dal 1991 e membro del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), scrive sulle sue vere passioni: cibo, vino, viaggi su DOVE, Style del Corriere della Sera, Food & Beverage, Confidenze ed altre ancora. Per sette anni si è dedicata alla pubblicità, come Amministratore Delegato di un’agenzia di advertising e ha lavorato come consulente per il turismo della Provincia di Venezia. Quando non scrive per i vari magazine e non naviga in rete con il suo blog (www.enogastronomiablog.it) coltiva altre passioni: il giardino della casa in campagna, le arrampicate sulle Dolomiti, la cucina per gli amici, la fotografia.