Rabbocco teatrale di febbraio

Rabbocco teatrale di febbraio

Scritto da Alfredo Rossi on . Postato in Appuntamenti, cinema

Febbraio sta finendo, ma oltre agli spettacoli di cui vi abbiamo già parlato ce ne sono altri che vanno in scena e che offrono la possibilità di passare una sera o un pomeriggio fuori casa.

Milano, Italia.
Al voce “rabbocco”, la Treccani dice: “riempimento fino all’orlo, in particolare di bottiglie o fiaschi, soprattutto quando vengano riempiti di nuovo dopo essere stati in parte vuotati”. Oggi si può dire: riempimento di bottiglie, fiaschi o spazi internet in parte vuotati. Andiamo allora a riempirli

TE LA DO IO LA CINA!

Sergio Basso

Sergio Basso, scrittore, sceneggiatore, regista (sua la regia di un delizioso film sui sentimenti come “Amori elementari”, interpretato da Cristiana Capotondi), studioso e amante dei viaggi, soprattutto esotici, è autore e interprete di questo spettacolo che ha per protagonista la Cina e che lui porta in giro per l’Italia da qualche anno. E a proposito di Cina, Sergio Basso dice: «Le prove di questo spettacolo sono partite in tempi non sospetti, nel 2012, per diffondere aspetti meno noti della cultura cinese, che tanti anni fa mi ha folgorato. Per una casualità, il risultato andrà in scena proprio mentre imperversa un clima alla “dagli all’untore” nei confronti del popolo cinese che – al contrario – è vittima e sta facendo del suo meglio per arginare l’epidemia di coronavirus. E allora, ben venga il Teatro, ancora una volta, per sconfiggere un virus ancora più pericoloso: il pregiudizio. Da regista e sinologo posso lottare per questo, con tutte le mie forze. E le mie storie. Questo spettacolo, di storie per portarvi con la mente ed il cuore in Cina, è pieno».
Teatro Filodrammatici di Milano, 24 e 25 febbraio 2020
Orari
Ore 21
Prezzi
Posto unico 15 euro
Info: www.teatrofilodrammatici.eu


BLIND DATE – CONCERTO AL BUIO

Promosso da CBM International, arriva a Monza “Concerto al buio”. CBM International è nata nel 1908 in Germania, dove il dottor Christoffel iniziò a lavorare con per le persone ipovedenti e cieche nel mondo. Dalla prima casa per non vedenti a Malatia (Turchia) fino alla milionesima operazione di cataratta a Moshi (Tanzania) sono trascorsi oltre 100 anni e l’impegno di CBM si è rafforzato per aiutare le persone a rischio di disabilità visiva, uditiva, fisica e intellettiva. il Concerto al buio, ideato nel 2009 dal pianista e compositore Cesare Picco è davvero unico nel suo genere, un’esperienza sensoriale di grande impatto emotivo, che scavalca i confini della musica per immergere il pubblico in una realtà sconosciuta ai più: il buio che non lascia spazi, spaventa e angoscia, impedendo di vivere in maniera libera e spensierata, come accade a tutti coloro che hanno il dono della vista. Il concerto inizia infatti in penombra: poco alla volta ogni fonte di luce si spegne, in sala si raggiunge l’oscurità più assoluta per circa mezz’ora, infine la luce riappare come segno di ritorno alla vita. Nell’alternanza luce-buio-luce, il Concerto ben interpreta il ritorno alla speranza che vivono le persone cieche aiutate ogni anno da CBM nei Paesi del Sud del mondo.
Teatro Manzoni di Monza, mercoledì 26 febbraio
Orario
Ore 21
Prezzi
L’ingresso è gratuito ma va prenotato sul sito: http://cbmitalia.org/blind-date


V CENTENARIO DEL PRIMO GIRO DEL MONDO”, LETTURA DRAMMATICA

Ferdinando Magellano

Se amate viaggiare, questo “spettacolo” vi attirerà senz’altro. Il 10 agosto del 1519 duecentocinquanta uomini partirono dal porto di Siviglia a bordo di cinque navi, Santiago, San Antonio, Trinidad, Concepción e Victoria. La spedizione era capitanata da Ferdinando Magellano con l’obiettivo di incontrare lo sconosciuto passaggio tra l’Atlantico e il Pacifico e raggiungere le isole delle spezie navigando verso Ovest. La spedizione percorse la costa atlantica sudamericana fino all’estremo sud inesplorato, scoprì il mitico passaggio tra i due oceani, attraversò per la prima volta nella storia l’Oceano Pacifico e raggiunse le isole Molucche, il suo obiettivo. Nel frattempo era morto il suo capitano, si erano persi più di due terzi degli uomini e sparirono tre delle cinque navi. Solo una, la Victoria, intraprese il ritorno attraverso l’Oceano Indiano. L’altra, la Trinidad, provò a ritornare tramite il percorso del Pacifico senza successo. La Victoria navigò ancora per alcuni mesi, fino al porto che la vide partire: Siviglia. Portava a bordo solo 18 uomini. La Victoria aveva completato il Primo Giro del Mondo della storia. Per celebrare l’evento, l’Instituto Cervantes di Milano organizza una lettura drammatizzata dei testi di Antonio Pigafetta su questo viaggio.
Instituto Cervantes di MIano, via Dante 12, giovedì 27 febbraio
Orario
Ore 18
Prezzi
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Prenotazione obbligatoria su Eventbrite:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-antonio-pigafetta-500-anos-de-estupor-92931971027

0Shares
0
Alfredo Rossi

Alfredo Rossi

Milanese di nascita, monzese di residenza, sono sposato e ho quattro figli e cinque nipoti: Sebastiano, Irene Lola, Isabella, Sergio e, arrivata da pochissimo, Corallo. Giornalista professionista, ho lavorato a Il corriere dei ragazzi, Max, Sale & Pepe, Chi (quando si chiamava ancora Noi), Donna Moderna, Sorrisi & Canzoni, Io Donna, Novella 2000, Sette. Ho scritto centinaia di sceneggiature per fumetti e fotoromanzi. Appassionato di teatro, lo frequento molto, sia sulle poltroncine rosse da spettatore sia sulle tavole del palcoscenico come... attore. Mille interessi, nessuno mai approfondito in modo sistematico, forse perché non amo la routine. Il mio motto? "La vita è bella, ma può sempre diventare ancora più bella”