QUINDICESIMO GIORNO: ROTORUA

Scritto da Pamela Cazzaniga on . Postato in On the road, viaggi senza barriere

Da Auckland sono scesa verso sud di circa 200 km per raggiungere Rotorua.

Sulla strada ho fatto visita ad una fattoria dove un agricoltore ha tosato una pecora mostrandoci l’attrezzatura e la tecnica necessaria. Poi, su un carretto trainato da un trattore, ci ha portati a dar da mangiare ai vari animali. È stato molto divertente.

Ma la parte clou della giornata è stata quella trascorsa al villaggio maori di Te Puia dove ho assistito ad un loro concerto. Rotorua è infatti principalmente conosciuta per ospitare il maggior numero di comunità maori rimaste.

maori-nuova-zelanda-700

Accanto al loro villaggio c’è la riserva termale di Whakarewarewa dove ho respirato zolfo e ho visto alcuni dei numerosi geyser.
geyser-nuova-zelanda-pamela-700

Questa appena trascorsa è stata probabilmente la giornata più intensa e stancante, ma vedere i maori cosi’ da vicino mi ha dato forti emozioni.

geyser-nuova-zelanda-pamela-701

Pamela Cazzaniga

Pamela Cazzaniga

Solare, vivace ed esuberante ama da sempre le lingue e i viaggi. Vive in provincia di Lecco, vicina alla soglia dei 40 anni è da 18 su una sedia a rotelle a causa di un brutto incidente stradale. Dopo aver superato il trauma ha ripreso a girare il mondo e, sull’onda di questa grande passione, nel 2014, ha aperto un blog “ilmondodipamela.it” per stimolare i disabili a viaggiare. Felice di collaborare con Agendaviaggi che le permette di realizzarsi come donna, viaggiatrice ma soprattutto come disabile. Il suo motto è “crederci sempre arrendersi mai!”