PASQUA: ANCORA NEVE E SCI IN VAL DI SOLE

Scritto da Elena Bianco on . Postato in Pasqua 2018, Sport & Viaggi, Weekend

Alba sul ghiacciaio Presena. (ph Icaro-Pigolotti)

Val di Sole, Trentino.
Sta per esplodere la primavera e con essa il verde, i fiori, la natura di una valle alpina in Trentino percorsa da uno spumeggiante torrente, il Noce. Però si parla ancora di neve e sci, in  Val di Sole, la ski area più agevole da raggiungere dalla Lombardia, che deve il suo nome “radioso” non al nostro astro, né a culti solari, bensì alla divinità delle acque Sulis, la Minerva dei romani, per via della presenta di fonti termali a Pejo e Rabbi. 

Le Dolomiti di Brenta dalla stazione a monte di Daolasa. (ph Elena Bianco)

Se già si “sente” la bella stagione, l’ultima neve di primavera è ancora godibilissima, tanto più che quest’anno la Pasqua “alta” (1 aprile) consente ancora una vacanza bianca.
Tre sono i comprensori a disposizione e ciascuno con sue proprie peculiarità. A partire dal carosello sciistico che collega Marilleva, a Folgarida e a Madonna di Campiglio, con 150 chilometri di piste da sci a disposizione e un’anima molto “green”, grazie al Dolomiti Express. La stazione ferroviaria di Daolasa-Marilleva, infatti, è un esempio unico di treno che porta gli sciatori fino alla partenza della telecabina. Quindi nessun problema di traffico, di parcheggio, di neve sulla strada, e in più, per chi ha necessità di cambiarsi una volta arrivato, in stazione esistono comodi e sicuri depositi. Da Trento in un’ora circa si raggiunge la Val di Sole e dalla fermata Daolasa in una decina di minuti si arriva a quota 2000. Alla stazione a monte della cabinovia, la bellezza delle Dolomiti di Brenta toglie il fiato e introduce ad un comprensorio ricco di alternative per ogni capacità. I più esperti non si devono perdere il brivido di autentici cimenti: la pista Little Grizzly, che dalla cima di Monte Vigo si lancia in un canalone che rasenta pendenze del 70%, la Pancugolo e il mitico canalone Miramonti (la 3Tre), teatro della Coppia del Mondo di sci alpino.

La vista da Pejo 3000. (ph Elena Bianco)

E’ per veri intenditori di montagna il fascino appartato di Pejo, nel cuore del gruppo Ortles Cevedale, che fa parte del Parco Nazionale dello Stelvio. Si rimane infatti stregati dai silenzi della montagna incontaminata, dalla cima del Vioz che incombe sulla  pista Val della Mite, raggiungibile da Pejo Fonti grazie a una modernissima funivia, la PEJO 3000 . Da questa quota si parte per una volata di ben otto chilometri, durante i quali sfilano davanti agli occhi i più bei panorami del Parco Nazionale dello Stelvio.

Il gruppo dell’Adamello visto da Pejo 3000. (ph Elena Bianco)

Perfetta in Primavera, la propaggine estrema della Val di Sole si trova al Passo del Tonale, al confine con la Lombardia. Da qui, l’impianto conduce ai 3000 mt del ghiacciaio Presena e all’ambiente severo dell’alta montagna. Qui lo sky-bar Panorama 3000 Glacier, uno scrigno di vetro scintillante da cui si gode una vista straordinaria sulle nevi immacolate del gruppo dell’Adamello, è un ottimo viatico prima della discesa adrenalinica sulla pista “Paradiso” una mitica nera, fra le più belle e note di tutte le alpi.
Chi invece volesse provare qualcosa di diverso e divertente, la fat bike (con pedalata assistita o meno) è il nuovo modo per fare dell’off road sulla neve. Lungo sentierini che tagliano i pendii immacolati o su piste dedicate a questi sport alternativi, o ancora nei boschi facendo salti (per esperti), scendendo fino a Ponte di Legno per poi rientrare comodamente in cabinovia al passo, il divertimento e l’impegno fisico sono assicurati. Si affittano da Ponte di Legno Tonale Bike, solo le bici o facendosi accompagnare dal simpatico proprietario, espertissimo biker.

Fat bike al Tonale

E proprio al Tonale il sabato di Pasqua si terrà l’ultimo atto di una bellissima iniziativa invernale, il Trentino Ski Sunrise.

Il Presena a 3000 metri (ph Italo Menapace)

L’appuntamento è per sabato 31 marzo, alle 5,15 di mattina alla partenza della cabinovia Paradiso. Nell’oscurità si sale  ai 3000 metri del Panorama 3000 Glacier, dove si aspetta la magìa quotidiana del sole che sorge sulle montagne, colorando il cielo di giallo, di rosa, di arancio e svelando ai primi chiarori le grandi cime:  Adamello, Pian di Neve, Lobbie, Mandrone, Presanella. Uno spettacolo che fa dimenticare il freddo o il sonno, e accende l’emozione. Il programma prevede poi una ricca colazione trentina, per corroborarsi prima della discesa alla luce nascente del giorno, la più divertente e adrenalinica, con la pista deserta e rigata dal lavoro notturno dei gatti. Un finale degno della stagione che sta per chiudersi.

Per chi non voglia affrontare la levataccia: venerdì 30 marzo alle ore 16 si può salire in cabinovia alla Capanna Presena, ammirare il tramonto nel centro wellness, cenare, pernottare . Per poi riunirsi al gruppo che attende l’alba.

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Dormire:
Maso Fior di Bosco – primo Esercizio Rurale del Trentino, camere e appartamenti con nomi di fiori alpini e un piccolo wellness in un maso dell’ottocento. Fraz. Pralongo 211/D -Rabbi (TN)tel:  +39 0463 985543. www.masofiordibosco.it . €
Tevini Dolomites Charming Hotel – per un soggiorno di grande relax, a partire dallo yoga di prima mattina  e con un grande centro wellnes. Via della Fantoma, 8 Daolasa  (Tn) – Tel: +39 0463 974985 – www.hoteltevini.com. €€

Mangiare:
Corte dei Toldi – i sapori della valle con un tocco di creatività in una raffinata cantina medioevale. via dei Falidoni 32 – 38027 Terzolas (Tn) – Tel. +39.0463.901038 – www.cortedeitoldi.it. €€
Maso Celesta Bio Agritur – la antica cucina di casa, una finestra sulla stalla e vendita dei prodotti dal maso, per un km 0 ai piedi della Presanella.  Loc. Velon, 10, Vermiglio (Tn) – Tel. +39 0463 758065 – www.bioagriturcelesta.it. €

Info:
Adamello Ski, Tel. (+39) 0364  92066 – info@adamelloski.com
Ufficio Informazioni Passo Tonale, Tel. (+39) 0364 903838 – tonale@valdisole.net
www.valdisole.net è il sito ufficiale della valle
www.visittrentino.info è il sito ufficiale di Trentino Marketing

 

Elena Bianco
elena@agendaviaggi.com

Tags: , , , ,

Elena Bianco

Elena Bianco

Piemontese, cresciuta a Milano e vissuta a Venezia per un tot di anni, è laureata in Filosofia e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Giornalista dal 1991 e membro del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), scrive sulle sue vere passioni: cibo, vino, viaggi su DOVE, Style del Corriere della Sera, Food & Beverage, Confidenze ed altre ancora. Per sette anni si è dedicata alla pubblicità, come Amministratore Delegato di un’agenzia di advertising e ha lavorato come consulente per il turismo della Provincia di Venezia. Quando non scrive per i vari magazine e non naviga in rete con il suo blog (www.enogastronomiablog.it) coltiva altre passioni: il giardino della casa in campagna, le arrampicate sulle Dolomiti, la cucina per gli amici, la fotografia.