PARIGI ISPIRA IL MAKE-UP PIU’ CHIC DELL’ INVERNO

Scritto da Anna Alemanno on . Postato in Beauty Travel

Continua il nostro “gioco delle coppie”: una città europea abbinata a un make-up di tendenza a cui ispirarsi. Dopo Dublino è la volta di Parigi e delle sue atmosfere super chic. La nuances per il make -up (ma non solo) che più si adatta alla Ville Lumière? Proprio quella che Pantone quest’anno ha decretato come il colore moda per eccellenza: il warm taupe.

ombretto-seta-300Il warm taupe è una nuance “nude” delicatissima, sofisticata e e sobria. In versione make-up è la tinta perfetta per un nude look impeccabile, soft e minimal. Da “indossare” all day.

Ormai le linee make-up comprendono tutte, oltre le tendenze di stagione, dei prodotti dall’effetto nude look, che regalano un senso di perfezione in tutte le occasioni, dalle più casual a quelle più eleganti.

Ma quali sono i gesti beauty  per un beauty nude look impeccabile e soft? Il trucco labbra ed occhi deve essere appena accennato (basta una matita per il contorno occhi marrone o grigia) per valorizzare una pelle perfettamente levigata. E poi via, con blush rosati, l’imprescindibile mascara e un po’ di gloss o rossetto nude sulle labbra.

smalto-collistar-oli-nudo-puro-300La linea firmata Collistar ha tutti i beauty step per un maquillage sofisticato e senza imperfezioni.  Dal Fondotinta Siero Nudo Perfetto Seconda Pelle, agli speciali Ombretti Effetto Seta che grazie alla presenza di Acido Ialuronico, e di Vitamina E, proteggono e idratano i delicati tessuti palpebrali. In più, uno specifico filtro UVA e UVB difende le palpebre dalle radiazioni luminose.
Le nuances tra cui spaziare? Marrone dorato, ghiaccio, rosa Silver, oro crema, avorio satin, tortora satin, caramello, cameo e cacao. Il tocco glam finale sarà lo smalto, da scegliere in una naunces crema rosata, delicatissima.

Parigi, la capitale europea very chic è la città che ha ispirato il nostro maquillage nude look. Ecco di seguito alcuni indirizzi (quasi) segreti.

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Cosa vedere
Rue de la Montagne Sainte Geneviève, dietro al Pantheon. Ricordate il quando il protagonista di Midnight in Paris di Woody Allen inizia il suo viaggio nel tempo? Ecco, questo è il punto esatto dove è stata girata quella scena. E’ uno degli angoli più suggestivi di Parigi. Da vedere anche la vicina Place Larue, piena di locali che una volta venivano effettivamente frequentati dagli squattrinati artisti e scrittori dell’epoca a cui il film si riferisce.

make-up-nude-glow-2017-tendenza-autunno-inverno

Rue Denoyez: una strada del quartiere Belleville interamente dipinta dagli street artist. E’ infatti uno dei pochi posti a Parigi in cui i graffiti sono legalizzati. Un susseguirsi di palazzi coloratissimi che vi stupirà.

Le vigne di Montmarte: anticamente questa zona era interamente dedita alla coltivazione della vite, e anche ora  basta ridiscendere dalla collina del Sacre Coeur  per vedere l’unica ancora rimasta. Da vedere il moulin de la Galette, il mulino a vento ritratto da tantissimi artisti.

Dove dormire
Hotel Montpensier nel 1° Arrondissement, siamo quindi nel cuore di Parigi. I musei del Louvre, Orangerie e D’Orsay, l’elegante rue Saint’Honoré, il Palais Royal e i bistrot della rue de Sainte Anne e Japantown. Camere doppie da 95 euro a notte. Metro: Pyramides, Palais Royal-Musée du Louvre.

Dove mangiare
 Qualcosa di particolare e molto amato dai parigini ( la mia prima volta a Parigi ho mangiato proprio qui) Rue de Rosier, in pieno quartiere ebraico nel Marais, da As du Fallafel e ordinate la Pitas Fallafel e la Pitas Schawarma accompagnata rigorosamente dalla limonata della casa.

Bon voyage!

Anna C. Alemanno
anna@agendaviaggi.com
www.alamerciduvoyageblog.com

Anna Alemanno

Reggina di nascita, palermitana d'adozione e milanese per scelta, ho studiato Lettere Moderne a Firenze.Giornalista professionista, sono appassionata d'arte, fotografia, cinema e viaggi. Quando posso prendo il  mio zaino e vado in giro per l'Europa. La mia città dell'anima è Parigi, dove ho vissuto per un anno. Mi piace pensare che esista un posto nel mondo che racchiuda tutte le mille sfaccettature di me. Ma lo sto ancora cercando. Autrice del blog alamerciduvoyageblog.com anna@agendaviaggi.com