Scritto da Filippo Tomassoli, il libro è un dialogo tra generazioni, diretto e coinvolgente, ricco di importanti riflessioni.

“NATURA ALCHEMICA”: CON UN LIBRO, CELESTINO GASPARI  CELEBRA I VENT’ANNI DEL SUO VINO ICONICO, “HARLEQUIN”

Scritto da Redazione on . Postato in Cultura, Food&Drink

Scritto da Filippo Tomassoli, il libro è un dialogo tra generazioni, diretto e coinvolgente, ricco di importanti riflessioni.

Milano, Italia.
È con la pubblicazione di un libro, dal titolo al tempo stesso esplicito ed enigmatico – “Natura Alchemica” (Tomassoli Editore, Verona) – che Celestino Gaspari, patron della Cantina Zýmē di San Pietro in Cariano, in provincia di Verona, ha scelto di celebrare i venti anni del suo vino iconico: “Harlequin”.
Straordinario assemblaggio di quindici vitigni, undici rossi (Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Corvina, Corvinone, Croatina, Marzemino, Merlot, Oseleta, Rondinella, Sangiovese, Syraz, Teroldego) e quattro bianchi (Chardonnay, Garganega, Sauvignon Blanc, Trebbiano Toscano), “Harlequin” è infatti il vino che ha reso Celestino Gaspari, allievo prediletto del grande Bepi Quintavalle, famoso nel mondo.
 
Scritto da Filippo Tommasoli, con prefazione di Angelo Peretti, “Natura Alchemica”, con una narrazione del tutto particolare (è in forma di dialogo tra il giovane autore e il grande enologo), racconta la vita di Celestino Gaspari e parla dei suoi vini fuori dal comune e dei suoi valori forti e antichi ma allo stesso tempo immersi nel contemporaneo. Ma soprattutto fa capire al lettore come una forte personalità come quella di Celestino si esprima appieno attraverso i vini che ha creato negli anni.
 
“Natura Alchemica” non è un libro autocelebrativo. Semplicemente descrive, attraverso una storia di vita, i valori che hanno portato Gaspari a raggiungere i suoi importanti risultati. Un libro, diretto e coinvolgente, ricco di importanti riflessioni.