La decima edizione de “Il Miele del Sindaco” porta sul podio il miele di rododendro

La decima edizione de “Il Miele del Sindaco” porta sul podio il miele di rododendro

Scritto da Redazione on . Postato in Appuntamenti, Food&Drink, Weekend

La decima edizione de Il Miele del Sindaco porta sul podio il miele di rododendro. A candidarlo il Sindaco della Città del Miele di Limana (Belluno), a produrlo l’apicoltore Claudio Mioranza.

Limana (BL), Italia.
Sul gradino più alto sale uno dei mieli più pregiati, il miele di rododendro, il simbolo del patrimonio ambientale per antonomasia, legato alle fioriture alpine di alta quota: rappresenta anche l’impegno e la passione degli apicoltori che nel periodo estivo portano i loro alveari sui versanti alpini oltre i 1200 metri di altitudine, avendo cura di posizionarli sui pendii più esposti al sole, laddove le api raccolgono il nettare in un ambiente incontaminato. Il miele di rododendro in purezza si presenta, allo stato liquido, da incolore a giallo paglierino, mentre cristallizzato assume un colore dal bianco al beige. Il suo sapore, particolarmente gradevole, rivela un dolce molto delicato e leggermente fruttato.
Il Miele delle Dolomiti Bellunesi è una D.O.P. (denominazione di origine protetta), la seconda riconosciuta in Italia.

IDENTITA’ E VALORI DEL TERRITORIO
Il Premio Il Miele del Sindaco, voluto e promosso da Le Città del Miele, si propone di segnalare annualmente quel particolare miele d’annata che più di altri porta con sé l’identità e i valori del suo territorio d’origine. Una scelta che vuole anche confermare la leadership e la qualità dei nostri mieli, che vede l’Italia unico paese al mondo a vantare oltre 60 diverse tipologie di prodotto, molte delle quali esclusive proprio in virtù di particolari fioriture territoriali.
Da dieci anni a questa parte il Premio Il Miele del Sindaco ha percorso migliaia di chilometri dalla Valle d’Aosta alla Sardegna, Sicilia, Liguria, Campania e Puglia, prima di giungere in Veneto nel 2020, confermando la sua valenza esclusiva di riconoscimento italiano riservato all’identità d’origine territoriali dei mieli.

ATTRAVERSO L’ITINERARIO DI DINO BUZZATI


Quest’anno è toccato a un produttore di Limana, piccola città tipica della montagna bellunese, ricca di cultura e di storia, inserita in un territorio, quello della Valmorel, ideale per chi ama dedicarsi ad attività a contatto con la natura e con le tradizioni del luogo. Tra i personaggi eccellenti che hanno amato Limana e il suo territorio, Dino Buzzati, al quale è stato dedicato un itinerario attraverso i luoghi che il giornalista e scrittore amava percorrere, gli stessi che hanno ispirato l’opera I miracoli di Valmorel.
Limana ospita ogni anno la Festa dell’Apicoltura e dell’Agricoltura – quest’anno dal 16 al 18 ottobre – che, insieme ai festeggiamenti in onore del patrono, San Valentino, è uno degli appuntamenti da non perdere.

LE CITTA’ DEL MIELE

Le Città del Miele è la rete dei territori che danno origine e identità ai mieli italiani. Fin dalla sua nascita, nel 2001, collabora, a livello regionale e provinciale con il mondo dell’apicoltura sviluppando un’agenda nazionale di eventi promossi e sostenuti dalle Città associate. Un impegno che, nell’arco di vent’anni, è stato fondamentale per la conoscenza dei mieli e che ha consentito a più di 5 milioni e mezzo di consumatori di conoscere, degustare e scoprire la qualità e la diversità dei numerosi e diversi mieli italiani.

Per maggiori informazioni: Coordinamento operativo nazionale Le città del Miele M 348 2605517 www.cittadelmiele.it