La cucina sorprendente del ristorante Tancredi

La cucina sorprendente del ristorante Tancredi

Scritto da Isabella Radaelli on . Postato in Food&Drink

Lo chef executive Roberto Stefani conduce l’ospite in un indimenticabile viaggio gourmet.

Sirmione (BS), Italia.
La location è super affascinante, un giardino sul lago di Garda con vista da togliere il fiato. E’ qui che si trova il ristorante Tancredi, aperto da cinque soci provenienti da differenti parti di Italia (Valtellina, Friuli Venezia Giulia, Bergamo e Puglia) Arnaldo Damiani, Amedeo Baroni, Antonio Minervini, Alberto Scheli e Leonardo Cirillo.

Roberto Stefani


Grandi vetrate, arredamento moderno, tavoli raffinati nella loro semplicità e una cucina elegante e sorprendente affidata allo chef executive Roberto Stefani, classe ‘82, con un curriculum vitae di tutto rispetto: dal 2003 al 2007 con Antonio Guida al Pellicano di Porto Ercole, dal 2008 al 2011 con Gualtiero Marchesi all’Albereta di Erbusco e, dopo varie esperienze tra Londra e Ginevra, ritorna in Italia dove ricopre il ruolo di chef a Palazzo Arzaga Golf&Spa e poi alla Lepre di Desenzano.
Nel 2019 infine approda qui al Tancredi dove propone una cucina che valorizza la materia prima senza snaturarla, ma esaltandone le caratteristiche.
I suoi piatti si contraddistinguono per i sapori ben distinti e riconoscibili, che uniti all’estro nella presentazione e ai prodotti di alta gamma li rendono indimenticabili.

Si parte con un amuse bouche che già prelude il menu che seguirà: tartare di branzino, kiwi e aria d’ostrica.

Due antipasti: King crab al vapore, patate viola, champagne e caviale di aringa affumicata; e capasanta, sedano rapa, asparago, fico e salsa cardinale.

Come primo un piatto che sembra quasi dipinto: fusilloni di grano duro, piccione, datteri e crema di radici.

Il San Pietro al Vadouvan (miscela di spezie orientali con scalogno e aglio), carota, limone, mandorla e salsa diavola è invece il secondo proposto.

Il dolce è una vera sorpresa: Ori del Garda: cedro, olive e capperi dove il cedro sotto forma di gel e bavarese, mentre l’oliva e i capperi li troviamo nelle goccie di zabaione.

Tancredi Ristorante
Via XXV Aprile 75

25019 Sirmione (Bs)
Tel. 030 9904391
www.tancredi-sirmione.com

Isabella Radaelli

Isabella Radaelli

Giornalista gourmet e viaggiatrice, ha trasformato le passioni per il cibo, il vino e i viaggi in un lavoro. Collabora per diverse riviste e giornali nel settore dell’enogastronomia, del turismo, del benessere e dell'hôtellerie. Quando è all’aeroporto si sente già in vacanza e quando intraprende un nuovo viaggio si entusiasma come fosse il primo. Il viaggio per lei è a 360° e attraversa non solo i Paesi, ma tocca la cucina, le persone, le albe e i tramonti. Adora uscire a cena e andare alla scoperta di nuovi locali. Quando si deve sedere in un ristorante o in qualunque altro luogo, non sceglierà mai un posto a caso, perché segue le regole del Feng Shui. Ha pubblicato due libri: “Emozioni” una raccolta di poesie e “Tutti i segreti del Tortello Cremasco – Non c’è la zucca!”.