Il Gavi docg, il grande bianco piemontese

Il Gavi e le sue diverse anime

Scritto da Redazione on . Postato in Food&Drink

il Gavi docg, il grande bianco   piemontese

A Milano in scena il Gavi docg, il grande bianco piemontese. Ottimo equilibrio fra struttura e freschezza.

Milano, Italia.
A Palazzo dei Giureconsulti si è tenuto per il terzo anno “Tutto il Gavi a Milano”, l’appuntamento milanese con il Gavi docg, il grande bianco
piemontese. In questa occasione i produttori hanno presentato in anteprima i vini delle vendemmia 2018 e il Consorzio tutela del Gavi ha illustrato le principali novità relative alla denominazione e al suo territorio. L’andamento climatico ha favorito nel calice del Gavi Docg un buon equilibrio fra struttura e freschezza, valorizzando le note organolettiche che derivano dal suo speciale terroir: le estati calde e ventilate, le brezze del mare che si incontrano con quelle dell’Appennino.

La principale novità del 2019 è una nuova manifestazione creata per rappresentare le diverse anime del Gavi docg e del suo territorio: si tratta Di Gavi in Gavi Festival alla sua prima edizione, in programma dal 7 al 9 giugno 2019, che unisce le principali iniziative consortili. Saranno tre giorni di incontri, degustazioni, abbinamenti “Vino & Cibo”, “Arti e Cultura”, convivialità, esplorazione del territorio.

Venerdì, 7 giugno: è previsto il workshop con l’autorevole Premio Gavi La Buona Italia, alla sua V edizione, dedicato allo “Smart Wine”, ossia alle tecnologie digitali portatrici di innovazione nella filiera integrata del vino: vigna, cantina. Distribuzione, comunicazione, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione del territorio.

Sabato, 8 giugno: 3 Gavi Masterclass consentiranno di conoscere il Gavi docg in diversi contesti: il Gavi incontra lo Chablis, grande bianco di Borgogna; Il Gavi dialoga con gli altri bianchi piemontesi: Arneis, Erbaluce, Timorasso, Favorita, Cortese Alto Monferrato, Nascetta; il Gavi si degusta abbinato a ricette create ad hoc dalla Scuola della Cucina italiana.

Domenica, 9 giugno: in “Destinazione Gavi ” il pubblico dei Wine Lover e dei “Viaggiatori di gusto” è invitato alle diverse esperienze che il territorio propone, dallo shopping all’enoturismo in bicicletta, dal trekking nei boschi alle degustazioni serali nelle cantine del Gavi. Il festival è stato illustrato da Lisa Casali, conduttrice e blogger, Roberto Ghio, Presidente del Consorzio Tutela del Gavi, Francesco Moneta, responsabile del laboratorio Gavi La Buona Italia, dallo Chef Andrea Ribaldone regista della cena speciale dell’ 8 giugno. Particolarmente euforico il pubblico che ammirava dalla terrazza la suggestiva Piazza del Duomo, sorseggiando i vini, dal sapore fresco come la brezza serale che aleggiava.

Giuseppina Serafino