Fisher-Price continua le celebrazioni per i suoi 90 anni, questa volta affianca Vogue Italia e l’artista Eva Cremers

Fisher-Price continua le celebrazioni per i suoi 90 anni, questa volta affianca Vogue Italia e l’artista Eva Cremers

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Appuntamenti, Famiglia

Fisher-Price si affianca a Vogue Italia per una collaborazione che porta un tocco d’artista nel cuore del brand: Eva Cremers, illustratrice e artista digitale olandese, è stata selezionata per realizzare nel numero di novembre di Vogue Italia, una rielaborazione in chiave visiva di alcuni dei prodotti Fisher-Price più iconici.

Milano, Italia.

Il ricordo di un’infazia per intere generazioni

Il 2020 è stato un anno molto importante e significativo per Fisher-Price: il brand più amato e conosciuto al mondo nella categoria infanzia e prescolare ha compiuto i suoi primi 90 anni di vita. Fu nel 1930 infatti che Herman G. Fisher, Irving L. Price and Helen M. Schelle fondarono l’azienda ad East Aurora: da allora i giocattoli Fisher-Price sono entrati nei ricordi d’infanzia di intere generazioni nel mondo.

Fisher-Price si affianca a Vogue Italia

Fisher-Price, da 90 anni, si affianca alle famiglie per invitarle a scoprire la meraviglia dell’essere bambini e a guardare il mondo con i loro occhi, così come quando giocano con un prodotto Fisher-Price. Per chiudere l’anno in bellezza e per mostrare a tutti gli effetti che cosa significhi vedere il mondo con gli occhi dei più piccoli, Fisher-Price si affianca a Vogue Italia per una collaborazione che porta un tocco d’artista nel cuore del brand: Eva Cremers, illustratrice e artista digitale olandese, è stata selezionata per realizzare, per il numero di novembre di Vogue Italia, una rielaborazione in chiave visiva di alcuni dei prodotti Fisher-Price più iconici.

L’illustratrice e artista digitale Eva Cremers rivisita 3 prodotti iconici del brand trasformandoli in giocose opere d’arte

Eva Cremers è un’illustratrice e artista digitale emergente olandese che ha fatto della fantasia e dell’umorismo i punti di forza delle sue opere. L’artista per Fisher-Price ha unito la contemporaneità delle forme ai tratti caratteristici e inimitabili del brand, dando vita ad una rivisitazione unica di 3 prodotti “storici” Fisher-Price, che mostra a 360° il potenziale giocoso e immaginario che scaturisce dai giocattoli Fisher-Price, così che anche i più grandi possano apprezzarlo.  Giocosità e sogno sono quindi le due parole chiave che hanno guidato l’illustratrice e artista digitale olandese nel suo lavoro di reinterpretazione degli iconici Telefono Chiacchierone, Cagnolino Ridi&Impara e della Piramide 5 anelli.

Fisher-Price e il mondo dell’arte

Non è la prima volta che Fisher-Price, nell’anno delle celebrazioni per i suoi 90 anni, si affianca al mondo dell’arte: per celebrare l’eredità del brand, il 16 ottobre è stata inaugurata, sull’omonimo account Instagram, la digital experience “Fisher-Price Toy Museum” una vera e propria mostra con più di 90 differenti immagini di altrettanti reperti organizzati per decenni, affinché i visitatori possano ritrovare e riscoprire i giocattoli vintage della loro infanzia. La mostra digitale Fisher-Price Toy Museum è stata ideata dalla designer americana Leila Fakouri, che in passato ha realizzato set per brand quali Nike, Chanel e Gap.

Carlo Ingegno

Il primo grande viaggio? Quasi 15 ore di aereo per attraversare il mondo, ed arrivare in fondo al Sud America, tappa la bella Buenos Aires, dove ci rimane per ben dodici anni. Qui la prima esperienza lavorativa, nell'editoriale Rizzoli, che aveva acquistato nella città tanto amata da Jorge Luis Borges una nota casa editrice. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs, dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive a Monza ma spesso si sposta a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l'eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata da Dumbo, Brooklyn, dell'artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.