Tecnicamente viene definito “teatro di figura” e comprende quegli spettacoli che oltre agli attori in carne e ossa ha come protagonisti burattini ma solo: pupazzi, ombre, silhouette, oggetti, proponendo uno spettacolo fortemente visivo e fiabesco, adatto ad adulti e ragazzi, che ricorda la visionarietà di Federico Fellini e anche di Tim Burton. Questa è la prima scoperta, se non l’avete mai provata prima. La seconda è l’autore del libro da cui è tratto lo spettacolo “La meccanica del cuore”, il rocker, scrittore, regista francese Mathias Malzieu (se già non lo conoscete).

Due scoperte con un biglietto

Scritto da Redazione on . Postato in Appuntamenti, cinema

@Degli’Incerti Tocci

Tecnicamente viene definito “teatro di figura” e comprende quegli spettacoli che oltre agli attori in carne e ossa hanno come protagonisti burattini ma non solo: pupazzi, ombre, silhouette, oggetti, proponendo uno spettacolo fortemente visivo e fiabesco, adatto ad adulti e ragazzi, che ricorda la visionarietà di Federico Fellini e anche di Tim Burton. Questa è la prima scoperta, se non l’avete mai provata prima. La seconda è l’autore del libro da cui è tratto lo spettacolo “La meccanica del cuore”, il rocker, scrittore e regista francese Mathias Malzieu (se già non lo conoscete).

Milano, Italia.
Sabato prossimo, a Milano, in un’unica data “La meccanica del cuore”, al Teatro Pime. La storia tratta dal libro omonimo è presto raccontata. È il 1874, a Edimburgo. Nella notte più fredda dell’anno viene alla luce il piccolo Jack. A causa della temperatura rigida il bambino nasce con il cuore gelato. Ma una levatrice, grazie a una magia, affianca al suo cuore un orologio che lo fa funzionare. Jack crescerà, ma dovrà stare molto attento alle emozioni forti, la rabbia ma soprattutto l’amore, che potrebbero compromettere il meccanismo del suo cuore “a cucù”. Ma l’amore è irresistibile e… Uno spettacolo godibile, ma profondamente poetico. Una produzione del Centro Teatrale MaMiMò (polo culturale nato nel 2004, che gestisce il Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia e al cui interno sono attive una Compagnia, che produce spettacoli di prosa, teatro ragazzi ed eventi culturali, e una Scuola di teatro) e Teatro Gioco Vita (nato nel 1971 tra gli artefici del movimento dell’animazione teatrale e da subito si caratterizza per il modo peculiare di fare e vivere il teatro, con il quale dà un contributo originale alla nascita del teatro ragazzi in Italia. Incontra il teatro d’ombre alla fine degli anni Settanta).

Mathias Malzieu, nato nel 1974, è un cantante, musicista e scrittore francese, leader dei Dionysos, uno dei migliori gruppi rock di Oltralpe, vive a Parigi. Poliedrico e fantasioso, il suo primo libro di grande successo è appunto “La meccanica del cuore”, che è diventato anche un film in animazione diretto da lui stesso. Altri suoi romanzi “L’uomo delle nuvole”, “Il bacio più breve della storia” e soprattutto “Vampiro in pigiama”. In quest’ultimo racconta se stesso, perché è lui il vampiro del titolo, dato che una malattia l’ha costretto per un anno in ospedale dove doveva fare una trasfusione di sangue completa alla settimana. Nonostante la materia “dura” Malzieu la tratta in maniera poetica, con uno stile di scrittura davvero ottimo.

Teatro Pime, Milano, via Mosè Bianchi
Orari
Replica unica, sabato 1 febbraio, ore 21
Prezzi
16 €, convenzioni: 12 € (Acli, Arci, Coop, Feltrinelli, Scuole di teatro), ridotto under30 e over65: 10 €
www.mamimo.it
www.teatrogiocovita.it