DONNE PROTAGONISTE: EMMY STOEL VINCE IL PREMIO “EHMA SUSTAINABILITY AWARD BY DIVERSEY 2021”

DONNE PROTAGONISTE: EMMY STOEL VINCE IL PREMIO “EHMA SUSTAINABILITY AWARD BY DIVERSEY 2021”

Scritto da Redazione on . Postato in Alberghi e Spa, Appuntamenti

Emmy Stoel protagonista del progetto “The Grand’s Social Engagement during COVID-19”, sviluppato al The Sofitel Legend The Grand Amsterdam, è particolarmente degno di nota perché oltre a mettere in atto una serie straordinaria di iniziative in materia di sostenibilità, mira alla sicurezza, alla cura ed al benessere delle persone con l’intento di aiutare la comunità locale, il che rappresenta comunque un vantaggio finale a livello di sostenibilità. Inoltre, il progetto – un perfetto esempio di economia circolare – collabora a rendere più forte e competitivo il marchio della compagnia, contribuendo alla sua crescita.

Milano, Italia.

In primo piano la sostenibilità

Il premio è stato istituito dieci anni fa da EHMA – European Hotel Managers Association in collaborazione con Diversey, un’azienda che fornisce costantemente tecnologie rivoluzionarie per la pulizia e l’igiene, in quanto entrambe condividono la stessa preoccupazione e filosofia nei confronti della sostenibilità. Il vincitore è stato scelto da una giuria composta da Verena Radlgruber-Forstinger – 1° Vice Presidente EHMA; Daniel Daggett – Vicepresidente per la sostenibilità aziendale presso Diversey; Mr. Arjan van Rheede – Senior Research Fellow in Sustainability presso Hotelschool The Hague. Coordinatore del progetto: Antoine Rocourt– Direttore Esecutivo Sviluppo Sostenibile presso Diversey.

Ezio A. Indiani: I soci EHMA hanno integrato il principio di sostenibilità nella loro attività e cultura

Emmy Stoel ha una visione forte ed elabora continuamente progetti di sostenibilità e modi per supportare la comunità. Questo premio ha ormai raggiunto la decima edizione e il suo successo dimostra chiaramente che i soci EHMA hanno integrato il principio di sostenibilità nella loro attività e cultura e che essi sentono profondamente il valore della responsabilità sociale“. Afferma Ezio A. Indiani, Presidente di EHMA e GM Hotel Principe di Savoia Milano.

Emmy Stoel: Lotta allo spreco in generale ed alimentare in particolare, all’aiuto ai poveri, agli anziani soli ecc.

Il nostro settore è stato duramente colpito nel 2020. Impegnarsi finanziariamente per il sociale non era più possibile, quindi ci siamo orientati diversamente. Ci siamo posti l’obiettivo di collaborare con varie organizzazioni di beneficenza locali e nazionali che si occupano del benessere delle persone. Durante l’anno ci siamo concentrati a dare sostegno a progetti già esistenti principalmente ad Amsterdam e dintorni finalizzati all’istruzione, alla lotta allo spreco in generale ed alimentare in particolare, all’aiuto ai poveri, agli anziani soli ecc. Continueremo sicuramente a supportare la comunità con le nostre azioni improntate all’impegno sociale che fanno parte del nostro progetto “The Grand’s Social Engagement during COVID-19”. Non mancheremo di cercare ulteriori collaborazioni con enti di beneficenza locali e nazionali”. Commenta Emmy Stoel.

L’hotel è fortemente impegnato nella lotta allo spreco alimentare

Negli ultimi dieci anni, il Sofitel Legend The Grand Amsterdam ha integrato nelle sue operazioni numerose pratiche sostenibili con l’obiettivo di creare un futuro migliore. Un investimento importante che ha ridotto significativamente per esempio il consumo di energia. Inoltre The Grand è orgoglioso di aver ottenuto la certificazione Gold della Green Key, che rappresenta il maggiore standard di eccellenza nel campo della responsabilità ambientale e della sostenibilità nel settore del turismo.

Per citare alcuni esempi delle numerose iniziative sostenibili intraprese dal Sofitel Legend The Grand Amsterdam, l’intero giardino è irrigato con l’acqua piovana raccolta, è stato installato un orto urbano sul tetto i cui prodotti vengono utilizzati dalla cucina ed alcuni dei tetti dell’albergo sono ricoperti di erba. L’hotel è fortemente impegnato nella lotta allo spreco alimentare. Ogni giorno, The Grand offre diversi “Magic Box” a un prezzo ridotto tramite la app “Too Good To Go”, contenenti una prima colazione completa. Gli scarti del caffè vengono usati per la coltivazione di funghi che vengono utilizzati per snack salati e le bucce d’arancia vanno ad un’azienda che ne ricava un liquore.

Vengono raccolti tappi per il KNGF

I miglioramenti ambientali all’interno dell’hotel durante il COVID-19 comprendono l’eliminazione dell’uso della plastica, la lotta agli sprechi di tutti i tipi e il sostegno alle organizzazioni che riciclano i prodotti e aiutano i meno fortunati. Grazie alle azioni intraprese i rifiuti sono diminuiti in modo significativo. Per un progetto di impegno sociale attualmente in corso, vengono raccolti tappi per il KNGF (organizzazione per l’addestramento di cani guida per non vedenti). Tutto il personale dell’albergo, chiamato “Heartists”, usa mascherine riutilizzabili e salviettine lavabili. 

Il team di The Grand si è impegnato nella distribuzione di tulipani freschi ai dipendenti del comune e agli addetti alle pulizie di Amsterdam per ringraziarli del loro grande lavoro ed impegno durante la pandemia, nonché a diverse case di riposo per sostenere gli anziani soli. Gli chef nelle cucine hanno sfornato torte che sono state distribuite a tutte le stazioni di polizia e dei vigili del fuoco di Amsterdam.

Questo coinvolgimento ha creato un legame speciale tra gli “Heartists”

Mentre negli anni precedenti la sostenibilità era al centro dell’attenzione solo per un gruppo ristretto di dipendenti, oggi un numero sempre maggiore è stato gradualmente coinvolto nei progetti sostenibili nel corso del 2020. Questo coinvolgimento ha creato un legame speciale tra gli “Heartists”. Molti di loro hanno detto di essersi sentiti bene lavorando per la comunità e di conseguenza la loro soddisfazione è decisamente aumentata.
Gli ospiti vengono tenuti al corrente di tutte le attività a favore della comunità tramite i canali social ed il sito web dell’hotel. 

Emmy Stoel è un direttore generale di grande esperienza…

Ha una storia una importante nel settore dell’ospitalità di lusso Emmy Stoel, esperta in gastronomia e nella gestione. Si è laureata alla Hotel Management School di Maastricht ed ha conseguito un GMP presso la Cornell University, iniziando la sua carriera nel 1989 all’Hotel de Arendshoeve. Negli anni successivi ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali presso gli hotel Hilton e l’Hotel Okura Amsterdam, dove ha lavorato per 6 anni come Direttore Generale. Il Gruppo Accor ha nominato Emmy Stoel alla carica di Direttore Generale del Sofitel Legend The Grand Amsterdam nel 2019, rafforzando così l’impegno dell’azienda verso l’uguaglianza di genere. 

Gli altri progetti in concorso sono stati presentati da:

Giuseppe Falconieri – Laguna Palace Hotel Grado. I progetti realizzati mirano al risparmio idrico, all’utilizzo di sistemi solari termici e di elettricità verde, alla lotta agli sprechi, all’incremento degli acquisti sostenibili.

Johannes Lehberger – Hotel Schloss Lebenberg Kitzbühel, Austria. L’hotel ha aderito all’Ecolabel austriaco, che propone un approccio olistico con linee guida finalizzate alla riduzione degli sprechi, dell’energia e dell’uso di acqua, prodotti chimici e plastica monouso e all’acquisto di prodotti regionali e stagionali.

Vito Spalluto – L’Andana Resort, Grosseto. L’hotel si è concentrato su 3 progetti durante la pandemia: “Be Green Be Happy” per insegnare ai bambini come riparare i giocattoli rotti; “MaggiorDame” per fornire un servizio personalizzato agli ospiti; “La vacanza che verrà” per offrire alloggio gratuito ad infermieri e medici impegnati in prima linea nella lotta contro il Covid-19.

Per saperne di più dell’Ehma

EHMA – European Hotel Managers Association è stata fondata a Roma nel 1974 da alcuni “executives” dell’industria alberghiera di indiscussa etica professionale con il desiderio di mantenere ed incrementare l’immagine del patrimonio alberghiero. È composta da dirigenti di alberghi di alto livello che tendono costantemente al miglioramento della loro professionalità e di quella del loro personale, al fine di mantenere, perfezionare ed innovare i servizi da offrire alla loro clientela. Attualmente l’Associazione conta circa 400 soci rappresentanti 29 paesi europei di cui circa 300 sono Direttori Generali di alberghi di lusso. In cifre, questo rappresenta ca. 300 alberghi, 85.000 camere e 65.000 dipendenti.