Vista sulle guglie del Duomo di Milano

Camera con vista, sulle guglie del Duomo di Milano

Scritto da Redazione on . Postato in Alberghi e Spa

Un nuovo progetto di Andrea Auletta l’Interior Designer milanese, firma I Duomo Luxury Apartments by Rosa Grand Milano.

Milano, Italia.

Vivere Milano in un nuovo progetto


Appartamenti esclusivi e Penthouse spettacolari con vista sulle guglie del Duomo di Milano sono pronti per accogliere una clientela internazionale che vuole vivere Milano nella rilassante privacy di un appartamento di lusso, senza rinunciare ai servizi e al comfort di un grande albergo.

I Duomo Luxury Apartments by Rosa Grand Milano sono stati inaugurati all’inizio di settembre 2021 in occasione dell’edizione speciale del Salone del Mobile, che ha animato la città di operatori e professionisti del design.

Il progetto di questi ‘serviced apartments’ è firmato Andrea Auletta, l’Interior Designer milanese che ha al suo attivo un lungo e proficuo percorso professionale di collaborazione con Starhotels, primo gruppo alberghiero italiano presieduto da Elisabetta Fabri di cui il Rosa Grand Milano fa parte.

La location si trova nel cuore della città, fra il Duomo e San Babila, a pochi passi dal percorso pedonale dello shopping, con gli showroom, i ristoranti e i caffè e affaccia su una delle più nobili piazze di Milano, carica di storia e di simbologie, con il Palazzo dell’Arcivescovado e le due belle chiese di Santo Stefano e di San Bernardino, angoli e momenti segreti di Milano che è bello riscoprire dentro il flusso dinamico che attraversa la città.

Altri servizi sono personalizzabili su richiesta come la possibilità di avere uno chef per cene ed eventi privati

Le 40 camere di dimensioni generose dotate di cucina e living e le 4 Penthouse – di cui 3 al quinto piano e una al sesto piano, la Penthouse Duplex Duomo View al sesto piano di 150 metri quadri – sono vere e proprie ‘ dreamhouse’, intime ed eleganti, sono collegate al Rosa Grand Hotel con le sue 330 camere e offrono agli ospiti una esperienza unica e un modo nuovo di vivere il soggiorno a Milano, scegliendo quella la formula di ‘residenza servita’ che sta prendendo sempre più importanza nel mercato dell’hospitality e che consente di modulare liberamente la durata del soggiorno e la tipologia degli appartamenti scelti, potendo usufruire dei servizi dell’hotel, tra cui ristoranti, bar, zona wellness, servizio in camera, housekeeping, lavanderia e meeting rooms. Altri servizi sono personalizzabili su richiesta come la possibilità di avere uno chef per cene ed eventi privati.

Gli appartamenti hanno una elegante Golden Lounge dedicata che garantisce un accesso diretto ed esclusivo per i propri ospiti e offre servizi personalizzati, tra cui la possibilità di effettuare il check-in e il check-out in tutta tranquillità e riservatezza e di accedere direttamente all’ascensore.

Accurata e attenta la scelta dei materiali da parte di Andrea Auletta che vede pavimenti in parquet di rovere e arredi in laminato

L’elemento caratterizzante delle residenze – come sottolinea Andrea Auletta – sono le superfici ampie e spaziose di varie tipologie e il senso di luminosità che gli ambienti trasmettono, anche grazie alla presenza di terrazze panoramiche con vista sulle guglie del Duomo. Organizzate per schema-colore, le camere del primo e del secondo piano hanno una dominante di toni che va dall’avorio all’aragosta e al ruggine mentre per le camere che vanno dal terzo al sesto piano si è optato per i toni caldi del grigio.

Accurata e attenta la scelta dei materiali da parte di Andrea Auletta che vede pavimenti in parquet di rovere e arredi in laminato (Cleaf) di grande qualità e di lunga durata.

Per il tessile, la scelta prevalente è stata quella del velluto, con tende e rivestimenti di sedie e divani che vestono gli ambienti con morbide sfumature cromatiche e tattili, e l’utilizzo della pelle per alcune sedute.

Tutti i mobili sono stati disegnati ad hoc e realizzati da Divania Horo, con l’eccezione di alcuni imbottiti e sedute, come le poltrone di Meridiani e le sedie intorno al tavolo pranzo di Montbel. Le lampade sono di Penta, di Marioni e di MLE.

Andrea Auletta: c’è una precisa volontà di “creare unicità”

Tra gli elementi decorativi che danno agli ambienti un tocco di originale eleganza, particolarmente d’effetto sono le fotografie di Maurizio Galimberti e i sassi dorati, originali sculture in ceramica di Francesco Faravelli.

I bagni sono in gres travertino con vasche Kaldewei, i sanitari e i lavabi sono di Ceramica Cielo, la rubinetteria è di Hansgrohe. In alcuni appartamenti il gres travertino è stato usato anche per i top delle cucine.
Gli specchi tondi e con forme sinuose a illuminazione diretta sono un elemento caratterizzante di produzione MLE. Gli arredi outdoor delle terrazze sono di Ethimo.

Parlando della filosofia progettuale che ha ispirato la realizzazione degli spazi dei Duomo Luxury Apartments, Andrea Auletta tiene a sottolineare che accanto all’elemento ‘spazio’ dilatato e confortevole che connota primariamente questo progetto, c’è una precisa volontà di “creare unicità”, che può tradursi nella presenza della vasca da bagno in camera e in una suddivisione inedita dei bagni, nella presenza di un bancone bar, nelle grandi terrazze piuttosto che nel back-splash in cucina realizzato con uno specchio ambrato di grande effetto.

Il concept alla base di questa formula che offre il comfort di una casa e i servizi di un grande albergo, si amplia e si arricchisce con il valore aggiunto creato da un ambiente accogliente e caldo ma dall’impronta decisamente contemporanea, dove alla morbidezza del velluto si affianca il calore dell’oro e l’insieme regala un effetto di grande eleganza.

PER SAPERNE DI PIU’ SU ANDREA AULETTA INTERIORS

Il percorso progettuale del designer Andrea Auletta unisce idealmente Firenze e Milano; infatti partendo dalla progettazione e dal revamping degli alberghi del gruppo fiorentino Starhotels si arricchisce di molteplici esperienze nelle principali città del mondo (Parigi, Londra, New York, Roma, Montecarlo, Miami), dall’ospitalità al residenziale fino all’interior design dei prestigiosi uffici della Silva International a Londra. Con una profonda passione per il restyling, il designer utilizza materiali molto diversificati, senza tralasciare un impegno costante per la sostenibilità che culmina nel progetto dell’Hotel E.C.HO. del gruppo Starshotels, vincitore del Londra l’European Hotel Design Awards come miglior albergo sostenibile in Europa.