Villa Cipressi entra a far parte dei Grandi Giardini Italiani

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Alberghi e Spa, Coppia, Spazi & Natura, Weekend

E’ annesso all’hotel 4 stelle del Gruppo R Collection Hotels, il parco della Villa iscritto qualche settimana fa ai Grandi Giardini Italiani, il network Fondato da Judith Wade, che conta oltre 134 parchi botanici sparsi in tutta Italia, luoghi decisamente green da non perdere

 

 

Como, Italia.
Importante traguardo per Villa Cipressi (completamente rinnovata dalla primavera 2018), iscritta nel gotha dei migliori giardini Italiani.
Uno spazio verde unico e spettacolare, collocato a Varenna sul Lago di Como, all’interno dell’hotel 4 stelle del Gruppo R Collection Hotels. L’interessante giardino, regala al lago di Como una nuova meta da scoprire, soprattutto per gli appassionati di turismo slow.
Per i visitatori a disposizione un paesaggio verde e incontaminato con vista spettacolare sul lago, dove si potranno ammirare ad esempio i suoi antichi oleandri ad alberello, uniti ad enormi pittosfori, numerosissimi e profumati i glicini che rendono le pareti del parco a dir poco spettacolari, così come alcuni rari esemplari di Cupressus macrocarpa, noti come Cipresso di Monterey.
Altra notizia di nota? I Giardini di Villa Cipressi, rappresentano l’unico spazio verde sul lago di Como che, durante l’inverno, potrà accogliere turisti e appassionati.
Queste le caratteristiche che hanno aggiudicato ai Giardini di Villa Cipressi l’entrata nel prestigioso circolo dei “Grandi Giardini Italiani”.

Judith Wade? E’ il guru del network “Grandi Giardini Italiani”, con oltre 134 parchi botanici sparsi in tutta Italia, da conoscere assolutamente. La scelta di Judith è quella di valorizzare il grande patrimonio naturalistico italiano, botanico, paesaggistico e artistico dei parchi e dei numerosi giardini del nostro territorio. Ci sono alcune interessanti curiosità che vorremmo segnalarvi, presenti nei bellissimi Giardini di Villa Cipressi, un grande cipresso che appartiene all’elenco degli alberi monumentali della Provincia di Lecco, oltre alla magnolia grandiflora che domina la darsena. Tra le collezioni inusuali per dimensioni e latitudine, quella delle Agavacee con piante risalenti addirittura alla metà del XIX secolo. Va sottolineato il micro clima del lago, che favorirà durante tutto l’inverno la possibilità di ammirare le numerose specie naturali.
Ultima particolarità del giardino è la classificazione botanica di tutte le piante a cui si affiancano 120 taxa botanici presenti di cui 100 muniti di cartellino con QR code per una facile lettura con Smartphone.

 

Carlo Ingegno

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Carlo Ingegno

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, trasferitosi per amore a Buenos Aires dove la bella Patricia gli regala ben 4 figli. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive da qualche anno con sua moglie Raffaella e la gatta Misha a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l’eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata a Dumbo, Brooklyn, dell’artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.