IL VIAGGIATORE 2017 : SELVAGGIO E TEMERARIO

Scritto da Camilla Castellani on . Postato in Destinazioni, TopTen

Ecco stilata la classifica delle mete più gettonate per il prossimo anno, analizzando scelte e informazioni della community di viaggiatori.


Milano, Italia.
Evaneos.it
è l’unica piattaforma che mette in contatto i viaggiatori con i tour operator locali. Gli esperti di Evaneos vivono e lavorano nel Paese che promuovono, questo consente di costruire esperienze ad hoc per ogni esigenza. E sono stati proprio questi ” angeli custodi di viaggio “ a stilare la classifica delle mete più gettonate per il prossimo anno analizzando scelte e informazioni della community di viaggiatori.

Pare proprio che il viaggiatore 2017 sia pronto a spingersi oltre. Avventuroso e temerario, curioso e selvaggio: è una persona che non si accontenta del giro turistico in una capitale e ha già pronto lo zaino vicino alla porta, pronto a partire.

Non sono dieci semplici destinazioni ma vere e proprie esperienze di vita. 

Fasten your seatbelts, si parte!

161102_uga

  1. Uganda – La ” Perla dell’Africa “, questo pezzo di mondo è un gioiello da sempre conteso tra ribelli e governo. Ma è in questi ultimi tempi che, con la tranquillità necessaria, i tour operator e gli organizzatori locali stanno lavorando duramente per portare un numero sempre maggiore di visitatori ogni anno. Paradiso naturale nel cuore pulsante dell’Africa Centrale, l’Uganda offre scenari unici e diversi: dalle fitte foreste tropicali alle sorgenti del Nilo Bianco, dalla giungla impenetrabile alla Rift Valley, dalle catene montuose alle travolgenti cascate Murchison. Ma sono i Monti Virunga la casa dei gorilla di montagna: animali splendidi che non meritano di essere visti come un’attrazione ma come esseri viventi da difendere e preservare. Ne sono rimasti pochi centinaia in quest’area colpita dai frequenti conflitti, dal bracconaggio e dal cambiamento climatico.
  2. Brasile – Occupa circa la metà del Sudamerica, si divide in bassopiano amazzonico e regione degli altipiani, il Brasile è una meta che attrae da generazioni. La panoramica dalla vetta del Pan di Zucchero a Rio de Janeiro è soltanto una delle meraviglie che vi aspettano! Tra i coralli delle spiagge di Magogi si nascondono miti e leggende sulla storia del Paese rimasta ferma al 1535 nel caso Olinda, una delle città più antiche del Brasile, prezioso capolavoro barocco e patrimonio UNESCO. Era il Paradiso per Amerigo Vespucci l’Arcipelago Fernando de Noronha, formato da 21 isolotti, dove tutto è come sembra: naturalmente161102_kir
  3. Kirghizistan – Divenuta indipendente nel 1991 dall’ Unione Sovietica, il Kirghizistan è una regione con gli attributi. Non ha molto da offrire al turismo occidentale al quale si presenta senza veli, nuda, con i suoi difetti e le sue imperfezioni: ed è ciò che la rende così affascinante. Indubbiamente è un territorio non facile. La povertà dilagante non è semplice da digerire per i turisti, inevitabilmente abituati ad altro. Ma l’ospitalità della gente, la loro gentilezza e il loro aiuto saranno indispensabili ed emozionanti come ciò che vi attende sulle cime delle montagne che ricoprono quasi interamente tutto il territorio. E’ il caso del Tien Shan, grande sistema montuoso dell’Asia Centrale, confine naturale tra il Kirghizistan e la Cina caratteristico per le foreste dei meli selvatici.
  4. Bhutan – Cinque ore in più di fuso orario dividono l’Italia da una pausa di riflessione con se stessi: il Bhutan, situato tra le montagne dell’Himalaya orientale. Il clima profondamente buddhista pervade tutta la regione che si può definire letteralmente un luogo senza tempo. Incontaminato, puro, nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia offre risorse naturali inestimabili. Costeggiato da templi e luoghi di culto, il Bhutan è un viaggio alla scoperta di sé. I colori estremamente nitidi sono estremamente empatici, coinvolgenti non solo per gli occhi ma anche per l’anima.
  5. Mongolia – Dove Gengis Khan era convinto di essere stato investito da Tenger, il Cielo, come condottiero dominatore di tutte le genti del mondo, la Mongolia è il paradiso nomade per eccellenza, guerriero e mistico. Lo sciamanismo è nato e cresciuto qui e viene praticato tutt’ora non solo nella capitale Ulaanbaatar ma anche nelle regioni più remote. Se unica e primitiva è la cultura lo è anche il paesaggio: deserto del Gobi e regioni montuose. Rigide, come il clima, sono le forme del paesaggio circostante: è come se si venisse riportati in una miniatura tipica dell’arte mongola. Linee decise e colori vivi nelle giornate più limpide, contorni vibranti e tinte sfumate nei periodi più ventosi come un arazzo consumato dal tempo.161102_bot
  6. BotswanaDelta dell’Okavango: il miglior motivo per un viaggio in Botswana. Ecosistema insolito, una delle meraviglie del mondo da poco patrimonio UNESCO. Il fiume Okavango nasce in Angola per poi estendersi per circa 1000 chilometri e numerosi affluenti. Pittoresco è il mare in cui sfocia; è un mare particolare, diverso dal solito, fatto di miliardi di granelli e tinte sabbia: il deserto del Kalahari. Forma con esso una delle pianure alluvionali più estese del pianeta che si districa tra canali, isole e lagune.
  7. Myanmar -E’ uno dei paesi meno occidentalizzati del mondo il Myanmar, ex Birmania. Nazione del sud-est asiatico, è chiamata anche il ” Paese dei mille templi “. Qui infatti vige la fede buddhista con feste e tradizioni che seguono fedelmente il calendario lunare. Se fino a pochi anni fa era una meta sconosciuta ai più, oggi sta diventando sempre più popolare. Un viaggio alla scoperta delle tradizioni locali, in un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.
  8. Costa Rica – Tra Panama e il Nicaragua, la pura vida costaricana offre ai viaggiatori meraviglie naturalistiche che difficilmente dimenticheranno. Dalla caotica metropoli di San Josè, la capitale, passando poi per Cerro Chirripo, la vetta più alta della Costa Rica da cui si possono ammirare Oceano Pacifico e Mar dei Caraibi l’atmosfera è sempre variopinta, calorosa e affascinante. I parchi nazionali sono di una bellezza disarmante e offrono specie di flora e fauna rari e straordinari.161102_ira
  9. IranCulla della civiltà persiana, è un paese pieno di contraddizioni che mantiene ed esalta il suo patrimonio. Legato per lo più a pensieri, luoghi comuni che rimandano immediatamente a donne coperte sino al midollo e fanatismi rivoluzionari, l’Iran è decisamente molto più di questo. E’ la cultura Farsi quella predominante e quella che colora questa terra così densa di arte e storia. Giardini, moschee, oasi nascoste e cibo dai sapori forti l’Iran è questo e molto di più. Togliamo il velo, quello del pregiudizio.
  10. Cambogia – Terra meravigliosa e tutta da scoprire, la Cambogia è una meta perfetta per evadere dalla routine e riscoprire ciò che conta veramente. Non solo spiagge bianche e natura incontrastata, degna di nota è anche la risalita del fiume Mekong con imbarcazioni locali fino a Kratie dove si possono vedere i delfini dell’Irrawaddy. Altra cosa sicuramente da non perdere è visitare la cittadina di Battambang dove non deve mancare un giro sul treno di bambù. Seppur piuttosto turistico, è una delle esperienze ferroviarie più curiose che vi possano mai capitare.

    Camilla Castellani.

Trackback dal tuo sito.

Camilla Castellani

Camilla Castellani

Cocciuto sagittario, curiosa itinerante. "La salvezza umana giace nelle mani dei creativi insoddisfatti" - Martin Luther King

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.