TOUR PER I MERCATINI DI NATALE SUL LAGO DI COSTANZA

Scritto da Claudia Dagrada on . Postato in Appuntamenti, Coppia, Itinerari, Mercatini di Natale, Single

Artigianato locale, bancarelle addobbate, musica e vin brulé: ecco un tour per i Mercatini di Natale sul lago di Costanza tra Germania, Austria e Svizzera.

 

 

 

Lago di Costanza, Austria, Germania, Svizzera.
Il lago di Costanza, o lago Bodanico (Bodensee in tedesco), è un lago speciale perché bagna le sponde di Germania, Austria e Svizzera: questa regione internazionale (di cui fa parte anche il Principato del Liechtenstein) diventa ancora più speciale nel periodo natalizio, quando i mercatini sul lungolago, sulle isole e nell’entroterra incantano con addobbi, luci, musiche festose e specialità gastronomiche.
Grazie alla vicinanza dei mercatini è possibile visitarne diversi anche in giornata. Proponiamo quindi un breve itinerario che tocca tre Paesi, per godere al massimo non solo della magia del Natale, ma anche della bellezza di deliziose città storiche, curiosando tra le bancarelle di artigianato locale e bevendo vin brulé.

La prima tappa è in Svizzera a San Gallo, adagiata tra il lago di Costanza e l’Appenzellese. Nota per i pizzi esportati in tutto il mondo, nel periodo natalizio vede il centro storico illuminato da 700 stelle. Il mercatino dell’Avvento conta una cinquantina di stand: da assaggiare il St. Galler Biber, tradizionale dolcetto speziato con pasta al miele e ripieno di mandorle.
La città vanta un complesso abbaziale patrimonio UNESCO dal 1983 con la sua antica biblioteca, il monastero e la cattedrale che sovrasta la piazza con due torri gemelle. Ma San Gallo è nota anche per i suoi bovindi, sorta di balconi chiusi sporgenti che abbelliscono gli edifici. Ne conta ben 111 costruiti a cavallo tra il 1600 e 1700.

Passiamo ora a Bregenz, tappa austriaca di questo itinerario sul lago di Costanza: città di confine e capitale della regione del Vorarlberg, è raggiungibile da San Gallo in treno. Bregenz è una città vivace tutto l’anno, con una ricca proposta di attività artistiche che allietano abitanti e visitatori. Da non perdere la città alta: tutt’ora cinta da mura difensive, accoglie una sessantina di abitazioni. Nella città bassa invece, architettura moderna e paesaggio si uniscono armoniosamente. Qui la Kornmarktplatz, centro della vita sociale, ospita il mercatino di Natale con un’ampia offerta di bancarelle, ideale per comprare regali.

Prendendo la Nave di Natale delle Vorarlberg Lines, in meno di mezz’ora si raggiunge un mercatino tedesco, quello di Lindau in Baviera: l’imbarcazione ha a bordo un’esposizione dedicata ai presepi e un bar allestito come un bosco incantato. Al porto, il nuovo faro e la statua di un antico leone in pietra accolgono i visitatori. Qui non siamo sulla terraferma ma sull’isola omonima, con il centro storico, collegata al continente da due ponti. Il mercatino di Natale inizia proprio dal porto direttamente sul lago, con il panorama delle Alpi a fare da sfondo. Ad abbellire il tutto, degli abeti portati appositamente.
Spiccano a Lindau l’antico municipio, oggi sede di una biblioteca, e la Maximilianstrasse, via principale piena di negozi e di antichi palazzi.

Da Lindau si raggiungere in treno Ravensburg, nell’entroterra, precisamente nel land tedesco del Baden-Württemberg. Un tempo libera città imperiale, è stata ed è tutt’ora un florido centro commerciale.
Il mercatino natalizio è in Marienplatz, cuore cittadino con la zona pedonale incorniciata da palazzi rinascimentali. La piazza divide la città in alta e bassa, un tempo abitate rispettivamente da nobili e artigiani. C’è un centinaio di stand, e vengono organizzate varie attività per i più piccoli, come abbrustolire il pane sul falò e preparare biscotti nella tenda-panetteria. C’è poi un ricco programma sul palcoscenico, grazie alla partecipazione della scuola di musica di Ravensburg, di musicisti e cantanti.

Ecco ora la penultima tappa del nostro tour: da Ravensburg con il bus Städteschnellbus 7373 si va in circa 50 minuti a Meersburg, dove tutto l’anno parte un traghetto che in venti minuti conduce a Costanza, città tedesca che dà il nome al lago.
Il mercatino è uno dei più grandi della regione, con circa 170 stand che si snodano tra la città vecchia e il porto. Per godere al massimo dell’atmosfera festaiola, c’è la nave di Natale con il bar panoramico a 360° da cui ammirare il lago, le montagne e le bancarelle illuminate.
Per raggiungere il mercatino si passa per il centro storico, un labirinto di vicoli e piazze in cui spicca la magnifica cattedrale di Nostra Signora. Inoltre, all’insegna del motto “Visitare l’Europa” dal 2014 e fino al 2018 la città celebra il Giubileo, ricordando i 600 anni dal Concilio di Costanza.

Essendo Costanza a un passo dalla sponda svizzera del lago, terminiamo il nostro itinerario nel Castello di Arenenberg, nel Canton Turgovia. Ci si arriva in venti minuti con due bus metropolitani (S14 e S8), fermata Mannensbach-Saleinstein. Affacciato su uno dei punti panoramici più belli del Bodensee, davanti all’isola di Reichenau, nel 1800 il castello fu la residenza in esilio di Ortensia de Beauharnais (figliastra e cognata di Napoleone I) e di suo figlio Napoleone III, ultimo imperatore di Francia. Donato nel 1906, è oggi un museo, centro di seminari e cultura immerso in un parco di dodici ettari. Ogni anno il castello celebra il periodo dell’Avvento omaggiando un Paese diverso: quest’anno è la volta del Natale francese.

Per informazioni
www.bodensee.eu

 

IL TACCUINO DI AGENDA VIAGGI

Date mercatini
San Gallo: 29.11 – 24.12, illuminazione 22.11 – 06.01
Bregenz: 16.11 – 13.12
Lindau: 22.11 – 16.12, da giovedì a domenica
Ravensburg: 30.11 – 22.12
Costanza: 29.11 – 22.12

Vorarlberg Lines
Collegamenti da Bregenz a Lindau, da venerdì a domenica, 4 volte al giorno.


Come arrivare

La regione del lago di Costanza è facilmente raggiungibile in automobile, pullman e aereo. Trenitalia e Ferrovie Federali Svizzere offrono otto collegamenti giornalieri da Milano a Zurigo, prenotabili su www.trenitalia.com. Da qui si arriva in meno di un’ora in altre località (Svizzera.it/intreno).


Dove mangiare

Gaststuben zum Schlössli a San Gallo
Propone antichi piatti come le patate blu di San Gallo, il Ribelmais o il formaggio di capra di razza Toggenburg, abbinati a prelibatezze locali.

Gasthaus Kornmesser a Bregenz
Proprio di fronte all’ingresso del mercatino di Natale, nella città bassa, si può gustare la cucina tipica della regione.

Engel a Lindau
In questa tradizionale stube bavarese, sorta di trattoria tedesca, camerieri in abiti tradizionali servono specialità locali.

Gaststätte Humpis a Ravensburg 
Da provare il “maultaschen” (letteralmente “tasca” del muso), piatto che consiste in grossi ravioli ripieni di carne tipici del Baden-Württemberg.
contatto: humpis@gmx.net

Konzilgaststätte Konstanz a Costanza
Il punto di forza di questo ristorante è la posizione sul lago, che in estate si traduce in pranzo e cena in terrazza con vista.

Bistrot Luis Napoléon nel Castello di Arenenberg
Con il motto “stagionale, regionale – sempre fresco” prepara prodotti fatti in casa e specialità tradizionali.


Dove dormire

Hotel Restaurant Militärkantine a San Gallo
Una ex caserma militare, ubicata in un antico palazzo che sembra un castello, offre camere spartane con pezzi di design finlandesi e danesi.

Hotel Engel a Lindau
Il ristorante consigliato qui sopra può essere abbinato al soggiorno nell’hotel all’interno dello stesso palazzo.

Hotel Harbr a Costanza
A un passo dal centro storico cittadino, un albergo nuovo e moderno dal fascino marittimo.

Photo dall’alto: Fotocredit_Wolfgang Schneider_Lindau Tourismus, Ravensburg 2018 (c), 
Petra-Rainer—Bodensee-Vorarlberg-Tourismus-GmbH, Lindau Tourismus Foto Wolfgang Schneider

 

 

 

 

Claudia Dagrada

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Claudia Dagrada

Claudia Dagrada

Viaggiatrice compulsiva zaino in spalla, ama esplorare il mondo in compagnia di se stessa, della macchina fotografica e di un buon libro. Forse per il fatto di essere noiosamente milanese purosangue, appena può prende un volo aereo per raggiungere un paese possibilmente oltreoceano, e senza prenotare nulla. Con una predilezione per il Sud-Est asiatico, ha lasciato il cuore a New York e aspetta con ansia di approdare in Sud America. Tutte queste passioni le riversa nel suo blog dedicato alle marziane che, come lei, amano viaggiare in solitaria. Autrice di Prontechesiviaggia.com