HOTEL GOLSERHOF: NATURA E BENESSERE A TIROLO

Scritto da Ivan Burroni on . Postato in Alberghi e Spa, Beauty Travel

Tirolo, Italia.
Direttamente dal Giappone approda la tradizione del Shinrin Yoku, il Bagno nel bosco, una pratica che consiste nel respirare gli oli essenziali liberati nell’aria dagli alberi. Pare sia un toccasana per il sistema immunitario e un buon metodo di riduzione dello stress. Le foreste incontaminate altoatesine sono perfette per passeggiate tra gli alberi, esercizi sensoriali, meditazioni sul qui ed ora.

Tirolo Hotel Golserhof - Vista Merano

A offrire questo ben di Dio spirituale ci pensano Hiltrud e Patrick, che dell’hotel Golserhof, piccolo e intimo 4 stelle superior posto su una piccola collina sopra Merano, pochi minuti a piedi dall’abitato di Tirolo, sono insieme anima e cuore. Lei, esperta di vini e benessere, è prodiga di consigli anche per quanto riguarda il mondo della bellezza e dello shopping; lui, esperto di cocktail e formaggi, è la guida escursionistica che accompagna gli ospiti negli angoli più belli delle montagne di Merano.

In questo piccolo angolo di mondo si raggiunge facilmente la pace dei sensi. L’hotel è immerso nella natura e nel flusso interminabile della storia: la struttura pare fosse un vecchio maso contadino già prima del 1400, e ben 400 anni fa la famiglia Golser ne entrò in possesso, dandogli l’attuale nome. Le prime camere furono affittate dai nonni di Hiltrud una cinquantina di anni fa, e con il tempo trasformarono una vecchia fattoria adibita ad affittacamere in un luogo incantevole, dove ricaricare le batterie e trascorrere una vacanza secondo i canoni della filosofia dei Vitalpina Hotels Südtirol, gruppo di cui l’hotel fa parte, e che sono riassumibili in tre principi: escursioni e attività per migliorare la qualità della vita, cucina con prodotti locali e biologici, benessere inteso come momento di abbandono e rilassamento nella spa, secondo la migliore tradizione altoatesina.

Tirolo Hotel Golserhof - piscina

Attorno al Golserhof c’è tutto un mondo di sentieri – parliamo di centinaia di km – che possono essere percorsi a piedi o in bicicletta (l’hotel mette a disposizione MTB, E-bike, zaini e orologi Polar), attraverso pascoli e malghe, foreste di conifere e vie ferrate in alta quota. Un ambiente naturale unico che d’autunno si colora delle tinte vive del foliage, e che vuole essere vissuto, fotografato, esplorato, respirato.

Tra gli itinerari più belli troviamo quello che da Tirolo – pochi minuti a piedi dall’hotel – porta alla Cima Muta, uno dei picchi simbolo di Merano. Ci si arriva salendo un pezzo in funivia e poi, percorrendo un bellissimo sentiero che passa dal Rifugio Mutkopf, si guadagnano i 2294 metri della vetta e la stupenda sensazione di dominare il mondo sottostante.

Tirolo Hotel Golserhof - laghi sopranes

Altro itinerario consigliato è quello che porta ai dieci laghi di Sopranes, il sistema lacustre d’alta quota più esteso dell’Alto Adige, bacino d’acqua potabile dei meranesi e soprattutto luogo d’incanto e magia, capace di far perdere la cognizione dello spazio e del tempo a chi si avventura sulle loro tracce: ogni lago è diverso dall’altro per forma e per colore, e tramite i sentieri si possono vedere tutti. Dal più grande, il Lago Lungo, al Lago Nero, il più alto, a quota 2.589 metri.

La posizione del piccolo paesino di Tirolo è interessante. Se da un lato, infatti, esso è collegato dalla funivia alle montagne del Gruppo della Tessa, dall’altra una seggiovia collega il villaggio all’elegante cittadina di Merano, più piccina di Trento e Bolzano, ideale per passeggiare, tra i bellissimi portici del centro, per le strade dell’antico rione Steinach o lungo il fiume Passirio. Con il sole ci si perde nei giardini botanici di Castel Trauttmansdorff, lungo la passeggiata Tappeiner o ammirando il panorama dalla torre delle polveri. Se il tempo dovesse volgere al brutto, oltre a ripararsi sotto i portici, la città offre alcuni musei. Tra questi il Museo civico di Merano, all’interno dell’antico palazzo Mamming, il museo delle donne, che racconta la storia del ruolo e dell’emancipazione femminile dal medioevo a oggi, e il Touriseum, il museo del turismo, al Castel Trauttmansdorff.

Escursioni e cultura stancano, e chi visita Merano ha la fortuna di poter approfittare di uno dei complessi termali più grandi d’Italia. Stiamo parlano dei 7000 metri quadrati di Terme Merano, di cui l’hotel Golserhof è partner. Piscine di ogni forma e tipo, saune, bagni di vapore e idromassaggi, trattamenti di ogni tipo, sala fitness e bistrot formano un quadro perfetto per trascorrere una giornata all’insegna del relax più totale.

E se invece, durante la vacanza, non si avesse voglia di uscire dall’hotel, nella struttura troviamo il “regno dei sensi”, l’area benessere dell’hotel Golserhof, raccolta, intima ma con tutto il necessario per qualche ora di pace: piscina coperta con idromassaggio (circa 31 ° C), sistema controcorrente e cascata, piscina all’aperto panoramica riscaldata (utilizzabile fino a novembre), saune e bagni di vapore, terrazze e area esterna con lettini, vasca a immersione e idromassaggio, due sale relax e tisane, succhi e frutta sempre in gran quantità.

Tirolo Hotel Golserhof

L’Hotel Golserhof****S di Tirolo nel meranese propone il pacchetto “7 notti alla scoperta della natura”, valido fino all’11 novembre 2018. L’offerta comprende: 7 pernottamenti in 3/4 pensione, aperitivo di benvenuto, 4 escursioni guidate a tema, aquafitness, Yoga & pilates, libero utilizzo della Spa con pacchetto Bagno nel bosco comprensivo di bagno rilassante al ginepro e pino mugo seguito da un massaggio completo agli oli aromatici (80 min.). Il tutto a partire da 807 euro.

Per informazioni sull’hotel Golserhof: golserhof.it

Per conoscere la filosofia Vitalpina: Vitalpina Hotels Südtirol

Per idee su come passare il tempo tra Merano e dintorni: visitmerano.it

E infine il sito di Terme Merano: termemerano.it

 

Ivan Burroni
ivan@agendaviaggi.com

 

 

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Ivan Burroni

Ivan Burroni

Personaggio dai mille interessi, la maggior parte dei quali ha una vita breve quanto quella di una farfalla Effimera. In mezzo al marasma di entusiasmo per le cose della vita tuttavia esistono delle costanti, tra le quali il viaggio e la scrittura. Sogna di unire alle sue due passioni anche l’altro grande amore: quello per la sociologia e lo studio dell’uomo. Cosa ama fare in vacanza? Affittare una vespa e girare senza meta, perdersi nella giungla cittadina o nella natura inesplorata di un luogo esotico e registrare impressioni su carta, magari su un tavolino che dà direttamente sull’oceano, con un bicchiere di vino in mano e la luce del tramonto che lentamente affievolisce per lasciare il posto all’ebbrezza della notte.