NH Collection Milano Porta Nuova, in nome del rinnovamento

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Alberghi e Spa

NH Hotel Group, la catena alberghiera spagnola che conta 51 hotel in Italia, inaugura una nuova struttura sotto il nome NH Collection, è Il 4 stelle NH Milano Grand Hotel Verdi, che dopo il recente restayling, si presenta ai suoi ospiti come NH Collection Milano Porta Nuova. In primo piano, ospitalità, servizi di livello, tecnologia all’avanguardia e una nuova idea gastronomica d’eccellenza tutta da gustare.

 

 

 

Milano, Italia.
Certo la presenza di Roberta Guarnieri, assessore al turismo del Comune di Milano, alla recente conferenza stampa di presentazione del rinnovato NH Collection Milano Porta Nuova (l’upgrade e il rebranding del NH Milano Grand Hotel Verdi), conferma e sottolinea l’apprezzamento delle istituzioni locali nei confronti del gruppo spagnolo, per un progetto di qualità in linea con l’identità storica del capoluogo meneghino.
Il 4 stelle NH Milano Grand Hotel Porta Nuova, situato in posizione strategica a solo pochi minuti da Piazza Gae Alenti, Corso Como e il quartiere Brera, cuore bohème della vecchia Milano, esibisce un’inconfondibile stile Urban Chic, unendosi alla filosofia dell’innovativo e avveneristico quartiere di Porta Nuova, ne fanno eco le carte da parati che riprendono l’architettura contemporanea di Milano, dai tratti forti e decisi.

100 sono le camere della struttura tutte decisamente ampie e spaziose, dai 36 ai 70 mq divise in 4 Superior, 34 Superior XL, 5 Family, 54 Junior Suite e 3 Suite; gli interni sobri ed eleganti con le pareti decorate dall’inconfondibile rosso Collection unito ai toni del grigio, dell’oro e dei verdi.

Luminosa dai toni caldi la lobby, composta da un cocktail bar e un’amplia zona living ideale per spazio lavoro, si presenta all’ospite in un open space elegante ed accogliente.

In scena anche la gastronomia, con la food experience del ristorante Tablafina, appetitose (da non perdere) le tipiche tapas spagnole a cui si aggiungono ricercati prodotti italiani, un binomio tra cibo e convivialità, tipica del brand. Arredi esclusivi ed un design innovativo, mettono in mostra gli interni del ristorante e tutto il suo fascino, creando un ambiente unico ed accogliente. Gli artefici? Abel Valverde – Consulente Food & Beverage di NH Hotel Group e Maître del Ristorante Santceloni (2 ** Michelin) presso l’hotel Hesperia Madrid – e David Robledo – Sommelier del Santceloni e Miglior Sommelier 2014.

La ristrutturazione NH Collection Milano Porta Nuova si colloca perfettamente nel piano di sviluppo ed espansione in Italia del Gruppo che colloca la consueta posizione strategica degli hotel oltre a servizi di livello, tecnologia all’avanguardia con una proposta gastronomica d’eccellenza che unisce il cibo alla convivialità, per vivere un ambiente unico.

Ne è certo Hugo Rovira, Managing Director Southern Europe and USA NH Hotel Group, che così conclude l’affollata conferenza stampa
Siamo davvero orgogliosi di presentare il nuovo NH Collection Milano Porta Nuova: il rinnovamento di questa struttura e l’upgrade sotto l’insegna NH Collection rappresentano per noi un ulteriore passo in avanti nel piano di sviluppo della Compagnia in Italia.  Il nostro obiettivo, infatti, è quello di offrire un’esperienza di soggiorno unica e straordinaria e di continuare a migliorare la nostra offerta di servizi, per rispondere costantemente alle esigenze dei nostri ospiti”.

Per ulteriori informazioni:
https://www.nh-collection.com/it/hotel/nh-collection-milano-porta-nuova

 

Carlo Ingegno

 

Trackback dal tuo sito.

Carlo Ingegno

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, trasferitosi per amore a Buenos Aires dove la bella Patricia gli regala ben 4 figli. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive da qualche anno con sua moglie Raffaella e la gatta Misha a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l’eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata a Dumbo, Brooklyn, dell’artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.