QUANDO LO STILE ETNICO E’ FONTE D’ISPIRAZIONE

Scritto da Carlo Ingegno on . Postato in Agenda Moda, Appuntamenti

 

La moda etnica estone dal passato al futuro, allestita al Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi” di Bologna fino al 24 febbraio 2018.

 

Bologna, Italia.
E’ la prima volta in Italia che quindici stiliste estoni ​mettono in mostra le loro creazioni, ispirate ai vestiti tradizionali, alle idee e al senso estetico dei loro antenati.
L’esposizione in mostra a Bologna presso il Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi” valorizza soprattutto il linguaggio dell’arte etnica e le sue numerose forme tra colori e motivi decorativi, in primo piano il suo livello di artigianalità fatta di ricami e tessiture. I 22 abiti coinvolgono il pubblico a vivere fin da subito il loro linguaggio immaginario che dà vita ad una combinazione tra presente e passato dove va in scena l’arte etnica, che si unisce in un affascinante vortice tra elementi tradizionali e contemporanei, sottolineando che quello stile, creatosi nel corso dei secoli, è oggi presente e motivo di costante ispirazione.

In mostra sono esposti anche una ventina di immagini che rappresentano tappeti tradizionali lavorati a mano, risalenti alla collezione del Museo Etnografico Estone (Eesti Vabaõhumuuseum);  i tessuti sono creati dalla famosa artista tessile Elna Kaasik e le spille tradizionali create da Anna Helena Saarso.

La Mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione di Istituzione Bologna Musei | Musei Civici d’Arte Antica in collaborazione con l’Unione Stilisti Estoni, con la collaborazione del Ministero della Cultura dell’Estonia e della Fondazione Eesti Kultuurkapital.

Info:
Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi”
via di Casaglia 3 | 40135 Bologna
tel. +39 051 2194528 / 2193916 (biglietteria Museo Civico Medievale)
museiarteantica@comune.bologna.it
Facebook: Musei Civici d’Arte Antica
Twitter: @MuseiCiviciBolo
Orari di apertura:
giovedì h 9.00 – 14.00
sabato e domenica h 10.00 – 18.30
Chiuso, Capodanno e festivi infrasettimanali

 

Carlo Ingegno

Trackback dal tuo sito.

Carlo Ingegno

Carlo Ingegno

Nato a Napoli, trasferitosi per amore a Buenos Aires dove la bella Patricia gli regala ben 4 figli. Negli anni ‘80 torna in Italia, a Milano, questa volta per lavoro in Rcs dove si occupa di immagine e grafica. Inoltre viaggia, fotografa e scrive storie dal mondo con approccio esplorativo sempre attento ai dettagli. Oggi dirige Agenda Viaggi con un gruppo di persone molto speciali. Vive da qualche anno con sua moglie Raffaella e la gatta Misha a Verzimo, un paesino del XI sec. in provincia di Vercelli, in una casa piccola, soleggiata, per metà ristrutturata, un giardino incolto e mobili tutti diversi per epoche e stili, come la vecchia tavola da surf testimone di lunghe cavalcate sulle onde in California o come l’eccentrico menù del caffè Granola a Copenaghen, la foto scattata alla cisterna di vetro colorata a Dumbo, Brooklyn, dell’artista Tom Fruin, e le belle stampe che immortalano la piacevole solitudine sulla spiaggia di Margate nella contea del Kent in Inghilterra.

Lascia un commento